Ricerca racconti

Risultati di ricerca per "metro" :

4 6 racconti trovati.

Un metro 19 - Tempi supplementari
genere: etero
Netflix a casa mia è tutto sommato una conquista recente. I miei, soprattutto mia madre, hanno l’abitudine inveterata di acquistare in dvd le serie televisive. Tipo Sex & The City o House of Cards, per intenderci. L’altro giorno, per dire, è arrivato un cofanetto con non so quale stagione di Gomorra. Io e mia sorella Martina, soprattutto...
scritto il 2019-07-30 | da Browserfast
Un metro 18 - Come si dice “asciugarmi” in olandese?
genere: masturbazione
Quando ci lasciamo per tornare alle nostre case, io e Serena abbiamo raggiunto un compromesso. Ok, spareggio sia, ma con un solo giorno a disposizione, domani. Oggi no, oggi riposo. Me l’ha chiesto lei e a me non è nemmeno dispiaciuto, in fondo. L’idea di un noioso pomeriggio domenicale casalingo mi attira. Si vede che sono stanca, voglio...
scritto il 2019-07-27 | da Browserfast
Un metro 17 - Desiderio, euforia e sensi di colpa
genere: orge
Desiderio, sensi di colpa e una illogica euforia. Sono le tre cose che, oltre a Giovanna, ieri notte mi sono portata via da quella stanza d’albergo. Tutte e tre insieme, tre stati d’animo che mi opprimono e al tempo stesso mi esaltano. Ma di cui non riesco a parlare con Serena. Anche perché lei è sintonizzata su una frequenza completamente...
scritto il 2019-07-26 | da Browserfast
Un metro 16 - Sperma e tequila
genere: orge
Non c’è bisogno di dire nulla. E’ la scena che parla da sola. Ermanno si è già tolto scarpe e calzini, si è sfilato la giacca. Sta allentando la cravatta senza fretta. Ai suoi piedi, come se fosse a cuccia, Giovanna. Carponi sulla moquette, la testa china e le tette che pendono verso il basso, il culo nudo. Il body blu scuro che ormai le...
scritto il 2019-07-25 | da Browserfast
Un metro 15 - Il ballo di Giovanna
genere: orge
- Non ti serve una safeword, te l'ho detto. E io... se vedi qualcosa che non ti piace non ti preoccupare… la mia safeword con Ermanno ce l’ho, ma non è mai servita… Sei nervosa? Vuoi lasciar perdere? Obiettivamente sì, sono nervosa. E a lasciar perdere ci ho pensato. Cazzo, sì che ci ho pensato. Tutto il giorno ci ho pensato. Solo che,...
scritto il 2019-07-24 | da Browserfast
Un metro 14 - Deve succedere adesso
genere: trio
Con il cuore in gola mi avvicino a Sven e all’uomo che è con lui. Ha ancora il cappotto indosso e la sua prima reazione un po’ mi rassicura, perché lo sguardo che rivolge al padrone di casa è di quelli che dicono “ma hai ospiti, non volevo disturbare”. E’ un uomo dalla carnagione un po’ scura, nemmeno olivastra. Diciamo che sembra...
scritto il 2019-07-18 | da Browserfast
Un metro 13 - Mai arrendersi
genere: etero
Un solo messaggio ti può cambiare l’umore, ti può cambiare una serata, o anche le tue prospettive, il tuo modo di vedere le cose. Figuratevi quando i messaggi sono tre. Il primo è di Serena e, vabbè, non è che sia fenomenale. Però mi predispone bene. Arriva su WhatsApp mentre sto tornando a casa dalla palestra e recita: “Che culo che...
scritto il 2019-07-16 | da Browserfast
Un metro 12 - In fondo è solo una pizza
genere: bisex
– Dai, neanche a me va di fare tardi, una pizza e a casa. Le ho già detto no tre volte ma, come forse vi ho già raccontato, quando si fissa su una cosa Serena è insopportabile. Se non la accontenti, o almeno non le vieni un po’ incontro, comincia una lagna senza fine. Ero appena tornata a casa. Anzi, proprio in ascensore, mi era arrivato...
scritto il 2019-07-14 | da Browserfast
Un metro 11- Una rivelazione
genere: etero
Ci ho pensato per tutto il tempo in cui sono stata in autobus. Miracolosamente seduta, per fortuna. Oddio, per la verità è da quando mi sono svegliata che ci penso. E’ inutile fare finta di niente. La gara con Serena non c’entra un cazzo, siamo oneste. Altrimenti non starei, alle dieci di mattina, andando da Lapo. Non solo perché, ai fini...
scritto il 2019-07-14 | da Browserfast
Un metro 10 - Siete due deficienti
genere: etero
Vabbè, vaffanculo. I capelli li lavo dopo. Mi asciugo in modo molto veloce e copro il letto perché quella macchia sul lenzuolo è proprio una vergogna. Mi metto davvero le prime cose che trovo. Mutandine banalissime, reggitette non coordinato, maglione, jeans. E qui faccio la prima cazzata, perché appena scendo in strada con i fantasmini e le...
scritto il 2019-07-13 | da Browserfast
Un metro 9 - L'esame
genere: etero
– Signorina buongiorno. – Buongiorno professore. – Lei conosce la dottoressa Anzaldi? – Naturalmente, professore. – Prego, si accomodi, può lasciare il suo cappotto su quella sedia. O sull’attaccapanni, senza problemi. – Grazie. – Lei ha preparato un argomento di discussione? – Io? Ma… credo ci sia un errore, prof. – Sì?...
scritto il 2019-07-11 | da Browserfast
Un metro 8 - No-Pussy day
genere: etero
Recupero la giacca militare, almeno quella, e lui un maglione. Fa freddo lo stesso, almeno finché il riscaldamento della sua Toyota non comincia a fare sul serio. Stavolta non saprei dirvi la scansione temporale, ma dopo non molto sono già lì che gli faccio un pompino in una zona un po’ al riparo dal traffico mentre lui con la mano infilata...
scritto il 2019-07-11 | da Browserfast
Un metro 7 - Ninety’s bitch
genere: etero
Il messaggio WhatsApp arriva verso le cinque del pomeriggio. “Dress code: ninety’s bitch”. Le domando se sia una serata a tema ma lei risponde di no. Dice che le era venuta l’idea ascoltando le Icona pop su una playlist di Youtube. Ok, vestiamoci da mignotte. Una mini nemmeno troppo eccessiva, ma comunque mini, e una cosa che ti vendono...
scritto il 2019-07-10 | da Browserfast
Un metro 6 - Un grosso errore
genere: etero
Non dovevo farlo, è stato un errore. Dovevo filare a casa. Perché una birra piccola ne tira un’altra media. A stomaco vuoto. E non sarebbe nemmeno tutto sto disastro, perché io l’alcol lo reggo abbastanza. Al massimo sarei tornata a casa un po’ più allegra. Invece adesso, sedendomi, mi è crollata addosso tutta la stanchezza della...
scritto il 2019-07-06 | da Browserfast
Un metro 5 - Partenza ad handicap
genere: etero
Nonostante le proteste mollo lì Lapo e Serena, dopo una rapida doccia e un bel po’ di tempo passato a rimettermi a posto la faccia. Ho promesso a mia madre che sarei stata a casa per pranzo e ha già rotto il cazzo per telefono. Per la verità, mamma ha telefonato mentre Lapo mi stava chiavando per la seconda volta, seduto sul bordo del letto...
scritto il 2019-07-05 | da Browserfast
Un metro 4 - Sound and Vision
genere: bisex
Lapo probabilmente lo farebbe per evitare di aggravare la devastazione del letto dei suoi. Noi forse perché, boh, forse per un istinto primordiale di cura della caverna, quell’istinto che tra l’altro mia madre ormai dispera di vedermi manifestare. Sta di fatto che la prima cosa che facciamo io e Serena quando scoviamo la stanza dei genitori...
scritto il 2019-07-03 | da Browserfast
Un metro 3 - Tre sul divano
genere: bisex
Certe volte vorrei essere un uomo, per meglio dire: un maschio. Sì, insomma, avere il cazzo. Per capire cosa succede quando sale l’eccitazione. Cosa vuol dire sentirlo gonfiarsi, diventare duro come il marmo. Se fa male, se è esaltante. Vorrei capire l’istinto, quello di entrare nel mio lago bagnato. Spingere, aprire, sfondare. Superare...
scritto il 2019-07-01 | da Browserfast
Un metro 2 - Measure
genere: etero
– Voi due non scendete? A Lapo, e lasciacene qualcuna, no? C’è sempre il rompicoglioni di turno, in qualsiasi situazione. E’ un fatto noto. Questo, in particolare, vuole fare il carino ma in realtà è curioso di sapere se io e Serena restiamo da sole con Lapo dopo che la festa è finita e tutti se ne sono andati. E’ uno dei due che si...
scritto il 2019-06-30 | da Browserfast
Un metro 1 - Non ho mai
genere: etero
– Oh, sono qui sotto, scendi? – No, sali un attimo che sto preparando delle cose. – Ma dai, dove cazzo vuoi che trovi posto? – E lasciala davanti ai cassonetti, è una settimana che non li svuotano, figurati se passano oggi. Mi fa lievemente schifo parcheggiare davanti a questo mare di immondizia, ma quando Serena si mette una cosa in...
scritto il 2019-06-26 | da Browserfast
In metropolitana
genere: gay
Prendo la metro,è super affollata,si fatica a muoversi,dietro di me un bel ragazzo di colore,mi è così appiccicato che sento il calore del suo corpo! Mi prende una forte erezione?inizio ad appoggiare il culo su di lui , il movimento della metro ci mette del suo......tra frenate brusche e ripartenze veloci i nostri corpi sono a contatto e...
scritto il 2019-03-06 | da Barista Troia
La metropolitana
genere: gay
Come tutti i giorni prendo la metro. Oggi fa molto caldo, il vagone è praticamente vuoto. Mi siedo proprio vicino all'uscita, alla mia sinistra posti liberi, alla mia destra la struttura di pali della metro per reggersi. Alla prima fermata gente che scende e gente che sale, come sempre, tranne lui, sulla sessantina, un po di pancia, indossa...
scritto il 2018-11-17 | da Marco rivetti 77
La metro a Napoli
genere: esibizionismo
Napoli 11 Ottobre ore 18:35 Sono seduta in metropolitana, in questo vagone ci saranno una ventina di persone , la metro si ferma , siamo a Municipio , sale un gruppetto di 5 uomini in giacca e cravatta sulla quarantina e si posizionano davanti a me , inizio a squadrarli dalla testa ai piedi , c’è ne uno in particolare che mi colpisce ,...
scritto il 2018-10-12 | da Ava Ward
Francesca & Valentina - Orgasmo in metropolitana
genere: dominazione
racconto erotico di Maxime B. ( pseudonimo di Massimo Baldi) "Guarda Vale che scopare con un uomo diverso ogni mese non vuol dire essere una puttana". "Lo dici tu cara. Ed io la penso proprio come tu dici Fra. Ma quando due maschi arrapati vedono due femmine con due poppe grosse così e due cosce da sballo e da giro di testa, come pensi che ci...
scritto il 2018-09-27 | da Maxime B. (pseudonimo di Massimo Baldi)
Due neri nella metro (parte I)
genere: trio
Questo è un racconto di pura fantasia, si tratta di una mia fantasia ricorrente. Come tutti i pomeriggi prendo la metropolitana a piazza Dante per tornare a casa, la metro è piena e mi tocca fare il viaggio fino a piazza Vanvitelli in piedi, alla fermata successiva sale ancora più gente, mi ritrovo bloccata tra due ragazzoni neri alti quasi...
scritto il 2018-01-22 | da Marys
Io in metropolitana
genere: gay
un esperienza da non crederci,, successo alcuni fà, ero con la mia ragazza,, la macchina dal meccanico fummo costretti a prendere la metropolitana non è il suo vero nome ma non posso scrivere il mezzo di locomozione . LA mia ragazza era molto timida, e si spaventava di tutto mi disse x nessuna ragione al mondo non lasciarmi mai le mani, mi...
scritto il 2017-07-20 | da gere
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone