La Quarantena

Scritto da , il 2020-03-24, genere etero

TITOLO: LA QUARANTENA.
AUTORE: MF


Bevo l'ultimo goccio di rosso. La carne nel piatto è ancora li'. Tu sei già brilla. Hai mangiato poco. Ti guardo. Ti sorrido. Mi metto una mano in tasca, e te la avvicino ancora chiusa. La apro e ti mostro una collana di palline anali. "Questa è per te tesoro. Buon anniversario!
Fai una smorfia. Non riesci a trattenere una strana espressione tra lo stupito ed il deluso. Le poso sul tavolo. Mi alzo e ti bacio sulle labbra. Poi ti faccio girare per invitarti a guardare sul mobile dietro alle tue spalle. "Vedi quel pacco? è per te. Aprilo e vai in camera. Cambiati, ma togli l'intimo. Io ti raggiungo tra 5 minuti." Fai quello che ti dico. Prendi la scatola e cambi stanza. Passano 10 minuti. Eterni. Mi chiami. "Eccomi". Sei lì davanti a me che indossi un tubino nero stretto che ti fascia il corpo. Ha le maniche lunghe con due profonde scollature sul seno e sulla schiena. Un vedo e non vedo da togliere il fiato. L'abito è corto e si intravede il pizzo delle autoreggenti trasparenti e nere come il paio di décolleté lucide tacco 12 con la suola rossa. "Wow". Riesco a dirti solo questo mentre ingoio la saliva. "Sai che a volte ti immagino così!". Aggiungo.
Il vestito e' elegante e sexy. Ti mette in risalto le gambe e le spalle.
Sei bellissima, ti chiedo di farti guardare ma non ti senti a tuo agio. Sfuggi ai miei sguardi e ti si legge in faccia l'imbarazzo.
Ti afferro e ti porto davanti ad un grande specchio.
Sei oggettivamente splendida.
Ti faccio notare quanto siano seducenti le tue forme slanciate dai tacchi altissimi. "Guarda il profilo delle tue cosce".
Mi avvicino e ti abbraccio da dietro. Le mie mani scorrono lungo le tue gambe e risalendo si infilano sotto la gonna che ogni volta si solleva un po' di più. Passo a leccarti il collo arrivando fino all'orecchio!
Ti scopro una chiappa, la afferro e la strizzo mentre l'altra mano arriva al seno e lo afferra!
Cambi atteggiamento.... Ti lasci andare mentre ti sussurro che mi fai arrapare e che vorrei scoparti. Ti faccio appoggiare contro l'armadio e mentre inizio a spogliarti ti chiedo di guardarti allo specchio. Sei eccitata disinibita ed hai voglia di farlo. Faccio scendere il tubino a terra e rimani nuda con le autoreggenti ed i tacchi a spillo.
Ti tocco i capelli e ti bacio facendo scorrere la mia lingua su tutto il corpo. Parto dal collo, poi le orecchie, le spalle la schiena. Ti butto sul letto e ti sfilo prima le scarpe e poi le calze. E riprendo a leccarti stavolta partendo dal piede..per risalire alla caviglia ..poi al polpaccio..fin su alle cosce..all'inguine..al ventre...raggiungo il seno..e di nuovo la spalla..il collo.. l'orecchio..e poi scendo ancora. Ti piace e mi fai capire che vorresti mi fermassi con la lingua sulla tua fica..
Ma niente: ci giro intorno lentamente e tu non mi prendi nemmeno la testa come di solito fai quando vuoi che te la lecchi. Sei lì che aspetti tra sospiri.
Continuo a scendere a leccarti e baciarti le gambe e le caviglie. Ti passo la lingua tra le dita dei piedi mettendole in bocca e succhiandole.
Salgo nuovamente. Mi gusto le tue cosce tenendole ben aperte.
Mi soffermo davanti alla fica. La allargo un po' e con una lunga pennellata la percorro dal basso verso l'alto solo  per sentire quanto sei bagnata. Emetti un sospiro e inarchi la schiena... Ho la lingua intrisa dei tuoi umori e la faccio scorrere verso l'alto senza staccarla mai dal tuo corpo. Ti stringo le tette e le succhio contemporaneamente sempre di più. Ti appoggio il pacco tra le gambe e spingo per farti sentire quanto è duro!
Ti bacio avidamente mantenendo la presa  sui tuoi seni mentre
ti lecco il collo e le orecchie continuando a spingere il bacino contro di te.
Ho il cazzo che mi scoppia e non vedo l'ora di tirarlo fuori.
Allungo la mano in cerca di qualcosa, la trovo e ti porgo un piccolo vibratore. Mi avvicino al tuo orecchio e ti sussurro : " Fammi vedere come ti tocchi"
Mi alzo in piedi lasciandoti eccitata con le gambe aperte. Sei sorpresa e dubbiosa. Mi abbasso i pantaloni e con il pisello in mano ti ripeto "Dai!Voglio vedere come lo usi!"
Lo accendi ed appena lo poggi tra le labbra i dubbi passano e riprendi a godere muovendo il ventre dal piacere.
Io mi siedo su una poltrona e comincio a toccarmi lentamente. Ti guardo mentre lo fai scorrere tra le labbra e lo soffermi sul clitoride. Col vibratore continui a torturarti labbra e clitoride. Ti muovi. Chiudi gli occhi. Sai che ti sto osservando e che il mio cazzo è duro. Non hai pudore. Sei bagnata e spingi il vibratore dentro la fica. Lo muovi. Lo infili e lo sfili. E con l'altra mano ti tocchi. Vorresti che mi alzassi dalla poltrona e continuassi io a giocare col tuo corpo, col vibratore..passandolo da davanti a dietro, mettendotelo nel culo delicatamente mentre col pisello ti scopo la fica..e solo l'idea ti fa eccitare di più. Stai per venire ma resisti. Ti fermi. Aspetti un po' e riprendi a giocare da sola..poi apri gli occhi, mi guardi e dici "scopami ti prego!!
Io sorrido e mentre mi sego il cazzo durissimo ti confesso che ho in mente altro oggi..un gioco nuovo..
Ti dico di voltarti e di metterti a pecora perché voglio guardarti toccare da dietro.
Lo fai immediatamente e godo nel vedere il tuo culo che si agita e la tua mano che guida il vibratore dentro fuori e lo fa scorrere tra le labbra.
Non resisto. Ho voglia di di sentire il tuo corpo che gode.
Mi alzo e vengo verso di te. Ti accarezzo una chiappa, la strizzo, la scuoto con uno schiaffo. Mi bagno 2 dita e te le passo tra le chiappe premendo un po' sul culo in bella vista.
Poi cerco il tuo clitoride e lo stringo forte.
Ti piace e continui a masturbarti con avidita'.
Faccio il giro del divano e mi metto di fronte a te
Hai mio pisello duro a 2 cm
"Ti piace?"
"Lo vuoi?"
Mi rispondi  di si.
"Te lo devi meritare però"
Torno dietro di te, che rimani a 90 gradi, e faccio colare la saliva sul tuo culo.
Prendo le palline ed inizio a mettertele dentro, una ad una ed ogni volta hai una scossa di piacere che ti fa gemere. Le infilo tutte per poi farle tornare indietro, a volte lentamente a volte di colpo.
Il tuo corpo si agita e capisco che vuoi venire ma ti blocco e ti dico che puoi eccitarti con tutto quello che vuoi ma che devi godere solo con il mio cazzo.
Ti lascio dentro la collanina del piacere e torno a sedermi sulla poltrona.
Ti giri e mi guardi. Ho il pisello dritto come un palo e ti ordino di venirtelo a prendere.
Fai per alzarti ma ti blocco: "Raggiungimi a 4 zampe".
Arrivi portando con te il vibratore. Appoggi le mani sulle mie cosce e fai scorrere la lingua per tutta la lunghezza del mio cazzo: dalle palle fino alla cappella. Adesso sei seduta sulle ginocchia, con le mani sulle mie cosce, che mi dai certe gran belle pennellate. Hai la lingua completamente fuori  e lai fai scorrere lungo tutto il pisello: ancora e ancora. E mentre lo fai mi guardi.
"Brava. Mi devi guardare mentre lo lecchi! "
Ti faccio mettere in piedi a gambe larghe e ti prendo le mani cosi' puoi reggerti ai braccioli della poltrona.
Ti afferro la testa e la tiro verso il mio cazzo. Te lo ficco tutto in bocca e finalmente sento le tue labbra che lo avvolgono e lo bagnano. Ti sposto la testa su e giù e mi godo la tua bocca che succhia!!
"Non muoverti" e mentre te lo dico scivolo giù, mi siedo  tra le tue gambe e ti afferro le cosce per iniziare a leccarti la fica. Trovo il clitoride, ci giro intorno e lo succhio.
Infilo una mano tra le tue gambe e do' un tiro secco alle palline facendole improvvisamente uscire tutte per provocarti una scarica di piacere.
Continuo a leccartela e nel frattempo un dito scivola dentro al tuo culo
Ho una voglia matta di scoparti ma resisto: devo farti eccitare ancora un po'.
Mi metto in piedi alle tue spalle continuando a stimolarti dietro. E stavolta uso due dita, con vigore. Afferro il vibratore per scorrerlo un po' lungo la fica prima di infilarcelo.
Ti sbatto davanti e dietro allo stesso tempo.Stai godendo da morire ed io sono eccitatissimo
Non ce la faccio più.Ti libero del vibratore  e delle dita, ti allargo le chiappe per farci entrare il mio pisello tutto fino in fondo. La tua  fica  è un lago, gonfia e pronta ad esplodere. Non vedevi l'ora di averlo dentro.
Uso una mano per alargarti il culo. Mi chino su di te e con l'altra ti afferro un seno stringendo un capezzolo tra le dita.
"Ora ti scopo" . E lo faccio. Ad ogni colpo sento le tue chiappe sbattermi addosso e mi eccito di più.
Aumento il ritmo :"Fattelo dare! Fattelo dare per bene! Ti piace? Ti faccio godere?"
Ti irrigidisci e premi contro di me per sentirlo interamente. TI sculaccio. "Godi brava!
Così, godi così!"
Hai un orgasmo lungo e profondo. Le gambe ti tremano. Ti abbandoni al piacere ed appena si esaurisce tiro fuori il pisello per massaggiarti la fica:è zuppa.
"Vieni qua"  ti dico mentre mi sdraio a terra e ti faccio inginocchiare su di me rivolgendomi le spalle.
Mi afferro il cazzo e appoggio la cappella sul tuo culo. Capisci cosa devi fare, che devi spingere e a farlo entrare lentamente. È bagnatissimo e scivola che è una meraviglia tanto che poco dopo ce l'hai tutto dentro.
Muovi il culo avanti e indietro e  lo fai girare. Ho il cazzo che mi scoppia e vorrei dartene ancora.
"Mettiti sui talloni ora, così entra di più"
Lo fai e questa volta ce l'hai veramente tutto.
Ti afferro le caviglie e tu mi scopi, vogliosa, e cavalchi il mio cazzo.
Sento che sto per venire. "Dai su toccati!" E tu ti stuzzich il clitoride senza smettere di saltare sul mio pisello.
Ti stringo le caviglie e vengo con un'esplosione!! Lo sperma caldo che ti invade ti eccita e fa godere anche te. Vai avanti ancora per un po' approfittando del mio pisello duro come una selvaggia. Ma poi ti fermi e ti ci abbandoni sopra. Ti senti piena finalmente e rimaniamo così per un po', in attesa che l'eccitazione si esaurisca.

Questo racconto di è stato letto 1 0 4 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


storie di sesso in famigliastorie erotivheracconti milfimcestistorie sesso con animaliracconti ertoticiracconti cornutoracconti aroticiracconti di segheracc milùraccontizoofiliaracconti spintiracconti porno di coppieracconti travestaracconti sesso con animalii racconti d miluwww raccontimiluracconti rroticieros gratisragazze che fanno sesso con animaliracconti eorticistorie porno di tradimentistorie erotracconti bisex gayerotici incestiracconti erotici genivstorie di sesso gratisfoto romanzi pornostorie erotichrsrorie pornomarito cornuto e contentoeroticiracsuocera troia raccontiracconti cuckold bisexracconti eros gayracconti veri di incestoraccontieroticraccontieriticistorie di mariti cornutiincesto69stirie pornoraccontti eroticisesso raccontiracconti gay beartacconti gayracconti erotici.comracconti sesso transracconti eccitantieroticiracconti.itracconti dominazione gayla prima volta con mia cuginastorie pormoracconti erotici gaystorie erotiche transstorie pornpraccontierotiracconti erotciracconti erotriciracconti erotici mogli infedelistirie eroticheraconti eroticeerotci raccontistorie di calpestamentoeroriciraccontiracconti di culi sfondatiracconti hard gaystorie di adulticuckold racconti veriracconti e storie eroticheincesto nonnaraccontiporacconti erotici erotici raccontiorgia incestoracconti pornoracconti moglie infedeleracconti erotistorie di sesso 69racconti erotici.itmoglie troia marito bisexracconi pornoraccont eroticraccontierticiracconti brevi di sessoraccpnti eroticistorie pormostorie sesso con animalisottomessa racconto di una segretariaracconti primevip feticisteracconti sexla sorellina della mia ragazzaracconti eroticissimirocconti eroticidonne che fanno seghe ai cavalliracconti porno sexstorie erotiche italianescopate storierqcconti pornoracconti casalinga