Cornuto: -- storia di una vacanza

Scritto da , il 2020-03-24, genere tradimenti

CAPITOLO DODICESIMO
"Eh già!" Alberto aveva ragione. Con mia moglie quelle due settimane si sarebbe divertito veramente tanto. Alberto si era rivelato un ottimo e abilissimo amante. Lei, lontano da occhi conosciuti si era liberata di qualsiasi freno inibitorio, lasciandosi andare completamente. Facendo di tutto, compreso concedersi ad un amico di Alberto che ci venne a trovare una sera, (non so se venuto per caso, oppure chiamato da lui). Mai vista così prima.
Alberto aveva un'aria autoritaria, un modo di fare è di parlare autoritario. Mi metteva in soggezione, "Prego Rosaria...", disse con lei, "Li c'è il bagno, andatevi a rinfrescare, vi raggiungo subito, anch'io ho bisogno di una doccia. Solo il tempo di dire due parole a vostro marito e sono da voi." Disse con voce decisa. "ma cosa aveva da dirmi???"
Mi venne vicino, con una mano sulla spalla mi mise a sedere su una sedia. "Dunque caro Giuseppe: questa è la mia casa, tu e tua moglie siete miei graditi ospiti per 15giorni. Mettiamo subito in chiaro i ruoli. Io sono il padrone di casa, tua moglie è la mia donna, tu sei il cornuto. Sei libero di guardare quando la scopo e segarti quanto voi. Non tollero nessuna intrusione da parte tua quando lei è con me. Nell'annuncio sono stato chiaro, (marito guardone). La notte lei dorme con me, quella li è la tua camera. Chiaro...??" Concluse indicandomi la camera degli ospiti. "Eh si!" Era stato chiarissimo. Anche da Alberto venivo escluso dalla parte più bella delle serate. (La notte), Era l'ennesima umiliazione di quella vacanza. La sera essere in una camera da solo è avere la moglie in un'altra camera con un uomo che la scopa e la fa godere è una sofferenza atroce. Ti consumi la mente a pensare cosa sta facendo è non puoi vedere. Ti consumi le mani è il cazzo a forza di menartelo, poi aggiunse. "Tu stai pure qui a sedere, le vado a lavare la schiena, in viaggio avrà sudato. Ti lascio la porta aperta così ci puoi vedere." (Troppo buono! Sic)
Li vedevo dentro il box lavarsi a vicenda, lei ogni tanto si abbassava e glielo prendeva in bocca. Dopo un quarto d'ora uscirono, si asciugarono a vicenda, poi vennero da me, ancora ero seduto su quella sedia. Erano tutti e due nudi. Alberto mise della musica. "Ora invito a ballare questa bella signora."
La musica suonava, lui la stringeva a se. Il grosso cazzo di Alberto premeva contro il ventre di lei. Così per diversi minuti, poi fece poggiare mia moglie con le braccia sopra il tavolo, con lo sguardo di lei rivolto verso di me.
"Garda in faccia tuo marito. Ora al cornuto offriamo uno spettacolino. Guarda Rosaria, guarda come ce l'ha duro, dai gran cornuto fatti una sega." Così dicendo ci apre le chiappe, lecca a lungo il buchino del culo, poi la penetra prima con un dito, poi con due è infine con tre. Le punta il cazzo contro il buchino. "Prima di scoparti in figa ti voglio inculare, troppo belle queste chiappe." Mia moglie come chiesto da lui mi guardava in faccia, lui la penetra. Io potevo vedere i suoi occhi stralunati pieni di godimento, la incula a lungo, tanto a lungo mentre incitava me a segarmi. In pochissimo tempo mi sborro in mano. Dopo un interminabile inculata le sfila il cazzo dal culo, la gira e la penetra davanti. Alcuni minuti dopo il suo sperma le riempie la figa.
IL mio cazzo spruzza ancora qualche piccola goccia di sperma.
Quello fu l'inizio di una lunga serie di scopate è inculate per lei con il possente cazzo di Alberto in quella memorabile vacanza da cornuto, è Alberto fu anche l'ospite nostro per la prossima Pasqua.
Ma il cazzo migliore in assoluto di quelle vacanza fu quello di Valerio che aspettavamo a casa per le più vicine vacanze di Natale.
Giuseppe e Rosaria
FINE.

Questo racconto di è stato letto 1 4 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


annunci69 racconti gayerotici racconti.itracconti di deflorazioneracconti di guzzonracc eroticiracconti etoticiracconri pornoracconto hotracconti erotici al mareracconti eriticistorie vere sexracconti erotickracconto incestuosoerotici raccontiracconti inceatofemdom storieraccinti pornofidanzate esibizionisteracconti piccantissimimistress cagaprimo scambio di coppiaracconti sesso con animaliravconti eroticiracconti erotriciracconti sul sessoracconti hard tradimentotorie pornoracconti erotici di sessoraccontu gayescort raccontiracconti gay pornoracconti eeroticistorie spinteannunci 69 tradimentiracconti erotici saffici69 eroticosesso racconti eroticigeneri dei racconti eroticiracconti erotici domesticala monta delle vacchepaola trava 69 raccontiracconti piccanti di sessoracconti pissingracconti sesso a treracconti porno mogli troietradimenti eroticiracconti di massaggimia suocera è una troiasuocera culonaeacconti eroticitradimenti a69racconti erotici diracconti erotici moglistorie feticistecugina porcellinawww iomiluincesto storiestorie erorichesborra a go gostorie porno annunci 69racconti pororacconti hard nonneracconti gay bisexho sverginato mia sorelladonna che scopa con un cavallomature raccontiscopata per scommessastorie poenoracconti erotriciracvonti pornoracconti hard incestuosigeneri dei racconti eroticiracconti erotici tradimentimoglie inculata prima voltaracconti erotici di coppieiomilùracconti erotivracconti di tetteracconti erotici incesto sorellaporn raccontipunture eroticheracconti sesso con animaliracconti porno mamma e figlio