Bella la palestra 1

Scritto da , il 2020-01-15, genere etero

Gennaio 2019, finite le feste mi peso e mi trovo 93 kg. Un enormità, sono alto 175 cm e ho 56 anni. Decido di segnarmi in palestra e frequento un corso di nome walking. Tutto questo per cercare di rimettermi in forma. Il corso è frequentato quasi esclusivamente da donne, circa una quindicina, e diverse sono molto belle. Tra di esse ne spiccano 2, Francesca 26 anni mora di capelli alta 170 cm bellissimo seno (rifatto?) un culo da star del cinema, occhi chiari e labbra stupende, insomma FANTASTICA. La seconda è Serena circa 50 anni (non dirà mai quanti effettivamente ne ha) alta 165 cm rossa di capelli (tinti) seno pesante con erormi capezzoli, fisico molto curato grazie alla palestra e sempre truccata pesantemente. Io la chiamo la PANTERONA. Mentre seguo il corso, anche per cercare di sentire il meno possibile la stanchezza non faccio mai mancare battute e prese di giro specialmente contro me stesso. Intanto passavano i mesi, e sono riuscito effettivamente a dimagrire. Circa 12 kg persi in 5 mesi, sono molto contento. In palestra mi divertivo molto, e le donne discutevano su chi dovesse venire ai miei lati della postazione perché si divertivano alle mie battute. Un martedì di metà maggio mi si avvicina Francesca, e mi dice, oggi ci voglio stare io vicino a te. Io la guardo e le dico, preferisco tu mi stia davanti, lei mi guarda e dice, perché? Un culo come il tuo lo voglio sempre tenere sott'occhio, le dico. Lei sorride e mi dice, allora ti piace. Io strabuzzo gli occhi e le domando se aveva dei dubbi con quel ben di dio che si porta a presso. Ridiamo e lei mi si avvicina e mi dice, quando stiamo un po' insieme. Se non ho avuto un infarto in quel momento non lo avrò più. A fine allenamento dopo la doccia esco dagli spogliatoi (io sono molto lento) e vedo Francesca che mi viene incontro e dandomi un bacio su una guancia mi passa un biglietto con il suo numero di telefono e mi dice con un sussurro molto sexi, chiamami. Secondo quasi-infarto. Il mercoledì non riesco a chiamarla e il giovedì abbiamo il corso, quindi decido di non chiamarla tanto ci vediamo in palestra. Poco prima del corso cerco di parlarle ma lei si allontana e dice di no. Finito il corso lei scappa negli spogliatoi, e allora decido di non farmi la doccia e di aspettarla fuori dalla palestra. Quando lei esce é bellissima con una semplice tuta Adidas e occhiali da sole a specchio e con le labbra truccate con un rossetto rosso fuoco, WOW. Mi avvicinò e mi scuso ripetutamente dicendogli che non avevo trovato il tempo tra lavoro e famiglia per chiamarla. Lei mi guarda mi sfiora le labbra con le sue e mi dice, domani sera da me alle 21 nessuna scusa, gira il suo splendido culo e se ne va. Terzo quasi-infarto. Del giorno dopo non ricordo niente in attesa della serata. Io sono tutto all'infuori di un esperto di sesso. Ho avuto pochissime donne e non ho mai avuto grossa fantasia a fare sesso, missionario e pecorino erano le uniche due posizioni che avessi mai provato e io stavo per fare sesso (?) con una delle donne più desiderate della citta. Arrivano le 21,io sono sotto casa sua, una piccola palazzina in un quartiere residenziale. Suono, mi apre e vado su al secondo e ultimo piano dove abita solo lei. Arrivo su la porta é socchiusa, chiedo permesso e lei apre la porta. Quarto quasi-infarto. Mi appare una visione, lei in gonna nera fino a poco sopra il ginocchio con spacco infinito sulla coscia destra, camicia bianca con pochissimi bottoni abbottonati che mettono in mostra il suo bellissimo seno senza reggiseno da dove si vedono i capezzoli, non enormi ma belli duri. Ai piedi scarpe lucide nere con tacco 13. Viso truccato e due labbra sensualissime rosso fuoco. Il tutto incastonato da occhiali con montatura tonda nera. Mi fa entrare in casa dove la luce è molto soffusa, al centro della sala un grande divano bianco con davanti un tavolino due flut e una bottiglia di champagne. Io le porgo il mazzo di rose rosse che le avevo portato (antico? Beh sono anziano io) che lei sembra gradire molto, e mentre lei cerca un vaso per le rose io apro lo champagne e lo verso nei bicchieri. Poggia le rose su un mobile viene vicino a me e beviamo lo champagne seduti sul divano. La guardo, è bellissima, a pochi cm da me e io con una bellezza del genere non c'entro nulla, e allora che faccio? La bacio, piano come un fidanzatino, le carezzo il viso, e lei inizia a mettere un po' di lingua, sempre di più e allora inizia una danza tra le nostre lingue e le nostre mani toccano da per tutto io le tocco le tette (rifatte, ora ne sono sicuro, ma complimenti al dottore)lei inizia a toccarmi il cazzo che è già duro e per niente piccolo. E ora cosa faccio? Io quando non so cosa fare lecco e allora la distendo sul divano le tolgo tutto le lascio solo scarpe con i tacchi e occhiali, ha una fica bellissima liscia e rosa ed è bagnatissima e profumatissima e io mi ci tuffo. Lecco le labbra che si schiudono e mi faccio spazio verso il clitoride che mordicchio e lei? Si agita sobbalza mugola e gode gode fa una pozza sul divano che asciugo i suoi umori avidamente con la mia lingua. É buono é dolce e lo voglio condividere con lei. E allora la bacio, le bacio la bocca gli occhi, il collo e così facendo la infradicio con i suoi stessi umori. Francesca mi spoglia, e libera il cazzo che non ce la faceva più a resistere dentro le mutande, e svetta orgoglioso davanti al suo viso. Me lo impugna, lo guarda, lo bacia gli piace. E poi inizia un pompino sontuoso tra bacetti leccate e ingoi fino alle palle. Il tutto in estrema lentezza e con tanta saliva. Dopo un po' la tiro verso di me, ci baciamo e la penetro piano piano. Lei non aspettava altro, mugola, mi abbraccia mi stringe a sé e mi bacia ovunque, allora la capovolgo la metto con la schiena sul divano le tiro su le gambe e gliele faccio appoggiare sulle mie spalle con i tacchi delle scarpe sulla mia schiena (bellissimo). É la prima volta in vita mia che faccio questa posizione ma mi ero documentato tramite video porno, ed è sensazionale vederla tutta aperta davanti a me. La penetro e parto subito forte con colpi decisi in fondo alla vagina, non se lo aspettava ma lo voleva, e inizia a strillare, quasi piange dalla felicità e poco dopo sento molto umido sulle mie palle, sta godendo, un mare di felicità esce da quella stupenda fica. A sentirla godere così non riesco a trattenermi più, lo tiro fuori lo posiziono davanti al suo viso e vengo,vengo, vengo, un fiume in piena sulla sua bocca sul suo viso e sugli occhiali. Crollo sul divano mentre lei raccoglie con le dita il mio seme e se lo porta in bocca e lo beve tutto. Mi bacia mi abbraccia mi sorride e poi scende giù a pulirmelo con la bocca e inizia un pompino imperiale e paziente perché ci vogliono circa 20 minuti prima che lui si riprenda. Appena è duro lei mi guarda e dice, lo voglio in culo. Come sento questa richiesta tutta la stanchezza sparisce, mi fiondo con la lingua sul suo buchetto per bagnarlo, ma non ce n'è bisogno, i suoi umori vaginali hanno fatto un buon lavoro, ci metto un dito dentro che viene risucchiato allora ne metto un altro e inizio a rotearli. Lei geme, vibra e mi implora di penetrarla. La tiro a me come prima per la fica e la penetro piano piano per alcuni minuti, le piace, mi piace, ma voglio romperlo quel culo e allora la faccio mettere a pecora e la penetro con colpi che la sconquassano tutta lei urla, dimmi che sono una troia, si lo sei, troia sei la mia troia e gode ancora e penso che tutto il quartiere sappia che sta godendo da come urla e anch'io inizio a godere dentro quella magnificenza di culo. Ci accasciamo sul divano che è bagnato dai nostri liquidi intimi. Stiamo così per un po', poi mi chiede se voglio farmi una doccia insieme a lei ed accetto. Ci laviamo insaponandoci a vicenda e lei ha di nuovo voglia ma le dico che purtroppo il mio lui per quella sera ha già dato tutto, mi bacia teneramente e sensualmente, ci asciughiamo, mi rivesto e lei completamente nuda mi accompagna alla porta e per saluto mi da un ultimo bacio. La guardo un ultima volta per tenermi impressa nella memoria quella stupenda visione e me ne vado.

Questo racconto di è stato letto 3 4 5 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti sorellaraacconti eroticinonna fammi una segaracconti erotici mistressracconti porno mariti cornutiracconti erotici zoofiliaracconti erotiicipiaceri analiracconti lesbo eroticimi ha pisciato in boccastirie erotichedreamsonwebracconti di guardoniraccontii eroticiracconti erotici cognatiil cazzo di mio nipotefaccio sesso con mammastorie di sesso incestoracconti veri incestiracconti figaracconti orge gayracconti fetishracconti eroracc incestoi generi racconti eroticiracco.ti eroticiraconti erotici 69primo ditalinomio marito e un cornutoracconti eoticimasturbazione con spazzolino elettricomilf raccontiracconti eroticragazza si fa montare da un canestorie di mogli troieeroriciraccontitroioeracconti erotici grannysesso gay raccontierotici raccontoracconti a69racconti di giovani mogliracconti posuocere chiavatestorie eroticeracconti feetracontieroticiletture erotiche gratisracconti di donne che si masturbanostorie sexiracconti scopate in famigliasesso porno racconticuckold confessioniracconti eros gratisrac erotinculami papàdonna scopa con animaliracconti guzzon59racconti reoticiracconti/eroticiracconti frocistorie feticisteerotici raccontogeneri di racconti eroticiracconti moglie sottomessasuocere incestuoseracconti erotici con la nonnacuck raccontiracconti rroticigenere racconti eroticiracconti gay 69scopata casarecciaracconti eroiticiraccontiporracconti pirnoracconti erotici cognatistorie porno tradimentostorie di sessoracconti erotici nuoviracconti erotici di anziani