Milena: Brava ragazza: Vergine o puttana?

Scritto da , il 2019-12-04, genere sadomaso

MILENA: BRAVA RAGAZZA VERGINE O PUTTANA?

Mentre passo per andare alla cucina portando con me i piatti usati dai clienti seduti al loro tavolo sento la mano del porco aderire alla carne del mio gluteo destro… e stringerlo con un pizzico violento! Sussulto e riesco a stento a non gridare per il dolore! Stavolta non resisto: mi giro, colpisco la sua mano con forza, e sussurro per non farmi sentire dai clienti: smettila, maiale! Lui mi sorride con un ghigno lascivo: stronzetta, me la devi dare... la fica... e anche il culo, se vuoi conservarti il lavoro! Lo guardo con schifo: ha quasi sessant'anni e non ha scrupoli a tentare di abusare di me: ho meno di 20 anni... sono orfana e ho lasciato l'istituto da più di un anno. Mi hanno aiutato a trovare un lavoro ma la crisi economica, malgrado il mio diploma di ragioniera, mi ha fatto ottenere solo il posto di cameriera in questa osteria. Mi rifugio in bagno, mi chiudo a chiave e scoppio in lacrime: non ce la faccio più! mi guardo allo specchio e capisco, a malincuore, il motivo per cui i maschi scoppiano di libidine quando mi vedono: sono alta quasi un metro e ottanta, ho misure da indossatrice di intimo femmiile: 90 60 90. Ho seni sodi, gonfi, con capezzoli duri e grosse areole. Anche se non mi trucco e non ho mai atteggiamenti "osè" non riesco ad evitare di incitare al sesso! Oltre al corpo, con le sue misure perfette, ho un viso molto sexy: occhi azzurro chiaro circondati da capelli biondi naturali, una bocca che, anche senza rossetto, sembra fatta per praticare il sesso orale: gli uomini che la guardano mi trattano da puttana ho le labbra gonfie e inumidite dalla lingua che le carezza spesso.. non vorrei farlo perchè vedo che quel movimento della lingua eccita i maschi che mi guardano, ma, santo cielo, potrò ben inumidire le mie labbra! Ora le lacrime colano dai miei occhi e con rabbia mi chiedo: perchè ho un corpo e un viso da troia, mentre vorrei solo vivere normalmente? Vorrei In futuro trovare un buon uomo da sposare.. creando una famiglia... che non ho potuto avere per la morte dei miei genitori: un incidente d'auto me li ha tolti quando avevo treanni! non avevo altri parenti e sono finita all'orfanotrofio. Da quando ne sono uscita vorrei vivere onestamente...e invece subisco in continuzione sfottò, pizzichi, carezze lascive in punti intimi del mio corpo e sguardi lussuriosi! Mi asciugo il viso dalle lacrime e torno al lavoro passando davanti al padrone che mi guarda torvo, sorride ironico…e mi sussurra: Milena, cocca mia... me li darai tutti e due: culo e fica... e al primo errore ti licenzio... se non me li dai!
ERICA: CARA AMICA, OPPURE………...?
Torno a casa alle 11 di sera insieme ad Erica: è la mia sola amica: lavora anche lei all'osteria e abbiamo insieme preso in fitto il miniappartamento in cui coabitiamo per dividerci le spese. Appena entriamo in casa Erica mi abbraccia: Milena, sono disgustata dal comportamento del padrone! se qualche volta ti ho invidiato per la tua bellezza, da quando ho visto cosa devi subire dai maschi, sono quasi felice di essere una donna normale, di quasi trent'anni, e di attirare solo di tanto in tanto l'attenzione degli uomini, senza essere perseguitata come te per la troppa sensualità! Mi sorride per qualche secondo... e sussurra: posso farti una domanda intima? annuisco: non ho segreti, per te! Lei imbarazzata mi chiede: Milena.... tu sei ancora vergine? Io sobbalzo: ma certo che lo sono, Erica! avevi dubbi? Erica soride imbarazzata: scusami Milena, te l'ho chiesto per darti un consiglio prezioso: sappiti difendere dal porco o da altri depravati! La tua verginità vale un tesoro! Resto colpita da quella frase... ma non me la sento di trattare quel tipo di argomento e cambio discorso!

Tiro avanti .. mi difendo ogni giorno dal porco, non dandogli scuse per ricattarmi con il licenziarmento, e da altri maschi porci quanto o più di lui… Ogni tanto mi torna in mente la frase di Erica: la mia verginità vale un tesoro! Stasera sto tornando a casa più demoralizzata e depressa che mai... e decido di parlare con Erica: ha 10 anni più di me, vedo dai suoi comportamenti che la sua vita le ha fatto fare molte esperienze che vorrei conoscere per sapermi difendere meglio. Lei mi guarda con affetto, dandomi la sensazione di essere una mia sorella maggiore! Dopo cena ci accendiamo una sigaretta e ci sediamo nelle poltroncine del soggiorno. Mi sto rilassando e trovo il coraggio per riprendere l'argomento che avevo fatto cadere: Erica, tu mi hai detto che la mia verginità vale un tesoro! Cosa significa? Erica mi sorride: Milena... il discorso è difficile: ti dovrei svelare segreti di cui mi vergogno.... te la senti di parlarne senza nascondermi nulla neanche tu? Scoprirai cose di sesso che forse ora ignori. Te la senti? Annuisco in silenzio ed Erica sussurra: ti farò domande intime: 1:fare sesso con maschi ti attira? 2:ti sei fatta "toccare" da qualche ragazzo? 3: hai mai visto film porno? 4: ti piace toccarti? Mi sento violata nella mia intimità... ma se non parlo con Erica con chi altro potrei farlo?
LA SCOPERTA DI UN' ALTRA VITA
Rispondo a tutte le domande: Non so se mi piace: non l'ho mai fatto! Non mi sono mai fatta toccare zone intime, Ho solo subito i pizzichi e le porcate di quei depravati dell'osteria., o in strada. Si!... ho visto un film porno al cinema... e mi è piaciuto toccarmi, sia nel cinema durante la visione del film... sia dopo, a casa, ripensando alle scene che avevo visto! Erica mi sorride: e ti piace molto toccarti? Abbasso lo sguardo: si, Erica... al cinema sono venuta per l'eccitazione e ho goduto provando un orgasmo che mi ha sconvolta! Da allora cerco spesso il piacere ricordando le scene del film e masturbandomi! Erica mi guarda a lungo... il suo sguardo si incupisce e man mano, mentre parla.. mi guarda in maniera "diversa": ora ti parlerò di me… senza nasconderti nulla! Io ho fatto sesso con parecchi uomini… senza riuscire a trovare quello giusto. Ho avuto anche rapporti omosessuali con ragazze conosciute al lavoro… e ti confesso che ho goduto più con le donne che con gli uomini! alcune volte, quando avevo assoluto bisogno di soldi per pagare il fitto e le altre spese che allora sostenevo da sola, ... mi sono prostituita... e tutto sommato non mi sono sentita male come temevo: nel farmi scopare per soldi sapevo di essere una troia, ma mi piaceva essere... e sentirmi, puttana!
Mi sento sconvolta per la crudezza delle frasi dette da Erica… e "sento"una serie di stimoli che ignoravo! Le chiedo: cosa intendevi quando mi hai parlato della mia verginità? Erica sorride: mia cara, quando mi sono prostituita per la prima volta sono riuscita, tramite l'amicizia con una delle lesbiche che avevo conosciuto, a contattare un bordello di alto livello: avevo 24 anni e la gioventù è richiesta... nei bordelli! Mi dissero la tariffa... che io accettai subito: era un importo per me favoloso! La proprietaria mi chiese se ero ancora vergine... di fica o di culo.. e quando dissi di no rispose: peccato... la tariffa sarebbe stata... e mi disse l' importo per la fica e quello per il culo... e io sussultai: erano somme tali da migliorare per uno o due mesi la mia vita: parliamo di una tariffa tra 500 e 1000 euro per la fica... e altrettanto per il culo! sussulto inebetita: cazzo! Ora capisco la tua frase! Contnuiamo a fumare e io guardo Erica con una visuale molto diversa: mi sento eccitata, la guardo non come amica ma come donna, e mi dico: sono attratta da lei... dalla sua esperienza, dalla maturità del suo corpo, in cui ora vedo un passato di lussuria... che mi eccita! chi sa... forse mi piacerebbe fare sesso con lei! Erica mi guarda e capisco che il mio modo di scrutarla le sta mandando un messaggio, e anche lei sembra volere qualcosa... che mi eccita. Ora Il suo sguardo è diverso, mi sorride... e ora sento nel mio corpo un'eccitazione simile a quella che provo quando mi masturbo! mi guarda a lungo, e sussurra: se potessi fare sesso con te impazzirei di piacere: sei la donna più bella e sexy che ho mai visto... e credo che potrei insegnarti tanti modi di godere senza svenderti a qualche depravato! Non me la sento di rispondere subito... ma sento che l'eccitazione cresce dentro di me! Erica capisce subito la situazione, e decide di provare a cambiare tutto.. tra noi! Mi guarda e sussurra: vuoi vedermi nuda? Io resto ferma come una statua di ghiaccio, ma dentro di me sento il fuoco! Annuisco senza parlare... Erica si denuda con lentezza, e io la ammiro: ha un bel corpo, seni ancora sodi.. e un viso che ora ispira lussuria! mi mormora: non ti vedo più, dopo quello che ci siamo dette, come una sorella minore. Ora vedo in te una splendida femmina... cui potrei insegnare tante cose... tanti piaceri.. e forse ottenere, per noi due, un futuro diverso dallo schifo della realtà in cui siamo costrette a vivere! Guardami... e dimmi se ti piaccio! Divarica le cosce mostrandomi la fica: vedo che è molto bagnata! si infila due dita sul clitoride e si carezza le grandi labbra! io non capisco più niente... spengo la sigaretta e le sussurro: se sono ridotta dall mio corpo a fare una vita di merda, è inutile che io faccia la "brava ragazza" Fammi provare la lussuria... il piacere...: fammi fare la troia! Andiamo in camera da letto, uniamo i due letti creando un "matrimoniale", mi spoglio e mi stendo nuda... divarico le gambe e mi carezzo il corpo, guardando Erica che resta in piedi sui materassi, continua a masturbarsi e mi ordina: con la sinistra fatti un ditalino... a due dita, come sto mostrandoti io... con la destra carezzati i capezzoli... e torcili dolcemente... fino a soffrire! Erica mi guarda mentre eseguo i suoi ordini e mormora: mamma mia... hai uno splendido aspetto da troia... capisco perchè i maschi... ed ora anche la femmina che ti sta guardando, impazziscano per te! Si abbassa, mi viene vicino, si gira verso le mie cosce, porta la fica davanti alla mia bocca e sussurra: usa la lingua...leccamela.. mentre io mi godo il tuo splendido corpo! mi si accovaccia sulla bocca, si china verso la mia fica, mi carezza i seni… mi torce i capezzoli facendomi mugolare di dolore… sussurra: ti piace soffrire e godere mentre fai sesso? mi contorco sotto di lei: siiiii... mi piace! stringi di più! aaaahhh.. siii... così! lei comincia a leccare la mia pelle... a mordermi le cosce... fino a penetrarmi la fica con la lingua, e sussurra: ora ci faremo un 69: lo avevi visto nel film porno? Io sussulto: no! che devo fare?! Lei smette di leccarmela, ride, e mugola: succhiami anche tu la fica, come ora farò con la tua! continuiamo a leccarci... passiamo ad altre carezze... ci masturbiamo a vicenda, andiamo avanti così... fino a venire con uno splendido orgasmo! crolliamo sul letto e io mormoro: che meraviglia! Erica sussurra: impazzirò... con te!

COME CAMBIARE IL FUTURO!
Fumiamo... stese sul letto.. E io "gusto" il piacere dell'orgasmo raggiunto facendo un sesso depravato… ben lontano da quello di cui sentivo parlare all'orfanotrofio… dove tra ragazze immaginavamo un maschio che violava il nostro corpo penetrandoci con la violenza del padrone! Erica mi carezza i capezzoli e sussurra: sei troppo... per me! sarebbe assurdo se io approfittassi di te godendoti in "esclusiva"! sei una bomba di sesso... anche se non te ne rendevi conto.. e ora so che potrai guadagnare somme di denaro che neanche immagini! vuoi usarmi come tua "agente"? Io rido: e che sono... un calciatore? Erica diventa seria, mi carezza, mi viene vicina abbracciandomi: Milena: tu sei la donna più sexy che ho mai visto. Tu... nuda... sei in grado di fare impazzire maschi e femmine... e potresti diventare ricca! La guardo perplessa: come? Lei sorride: nel mio racconto di poche ore fa ti ho parlato di un bordello di alto livello per il quale ho fatto qualche "prestazione"! Tu, ben gestita, puoi arrivare a guadagnare cifre che non ti dico per non farti svenire! ti chiedo solo il 10 per cento dei tuoi guadagni... e anche io mi sistemerò per la vita! vorrei anche che tu ti concedessi a me ogni settimana per farmi godere come stasera! Io sono sconcertata: Erica… ma tu vuoi farmi fare la puttana? Lei ride: Puttana? Al tuo livello si parla di donna di classe, di escort, di sesso da fare se e quando ne avrai voglia, alle cifre che deciderai! Il bordello che ti ho citato ore fa, è stato così definito da me perchè il mio livello è quello! Ma con te la padrona dell'organizzazione avrebbe un rapporto ben diverso: tu saresti una escort, con te si parlerebbe di locali eleganti... di servizio in camera... eccetera! I partner o le partner con cui fare sesso li sceglieresti tu! Di sicuro avresti... come primi compensi.. quelli delle tue due verginità! sono sicura che ci sono clienti pronti a tutto, per potere sverginare una bomba di sesso come te! Gli importi potremo discuterli con Carmen. Sussulto: chi è Carmen? Erica: E' la padrona del bordello di cui ti ho parlato!

L' ADDESTRAMENTO
Mi accendo un'altra sigaretta: mi stai facendo girare la testa! Ma credi che io sia pronta ad un rapporto da escort di livello elevato? No, Milena, non sei pronta.... adesso! dovrai addestrarti bene alle forme più pervertite di sesso, dovrai imparare a truccarti, a vestire con eleganza sexy, a parlare con finezza,ma facendo capire che sei una gran troia! Ci sono tante altre cose di cui potremo parlare con calma, studiandole bene. Quando sarai pronta tratteremo con Carmen e ti farai sverginare, così che potremo guadagnare i soldi necessari per licenziarci dall'osteria: non subiremo più le offese e le violenze di quel porco del padrone e dei suoi amici! Prima di ogni cosa io ti addestrerò a fare sesso nelle forme più diverse... e sempre più depravate! sarà la base su cui costruiremo la escort che dovrai diventare!

E' passata una settimana: lavoriamo ancora nell'osteria, ma appena a casa ci dedichiamo al mio addestramento da "femmina da letto", come mi chiama, ridendo, Erica! Ora si sta già spogliando, mi guarda con lussuria: sei diventata brava a farmi godere.... ora devi imparare a far godere il cazzo! prende dal suo comodino un dvd:! Ne guardiamo, ogni sera, uno diverso: ci serve per eccitarci e per farmi scoprire nuove depravazioni! Stavolta si vede il sesso fatto da una donna con due uomini! Arrapo guardando, mi spoglio e comincio a masturbarmi. Erica mi toglie la mano dalla fica e sussurra: impara a controllare la tua libidine: dovrai usarla per far godere il cliente... e solo dopo potrai pensare a te! Guardo il film, e mi controllo a stento! Appena il filmino finisce Erica prende un dildo da un cassettoi: è lungo 30 centimetri, è grosso e nerboruto. Erica se lo lega al ventre e ordina: lavoratelo come se io fossi un maschio; fagli ogni tipo di sesso perverso, come lo stiamo vedendo ogni sera nei film porno, e non facciamo errori nel gestire il dildo... evitiamo ogni penetrazione nella fica o nel culo... e sai bene perchè! Sono errori che non possiamo permetterci: Ci fermeremo se non resisterai alla voglia di un cazzo dentro di te! Per ora dovrai simulare il servizio al cliente soltanto con le mani e con la bocca! Prendo il dildo in mano, simulo una sega per fare arrapare il cliente... e comincio a leccare, a mordicchiare, a succhiare il cazzo, finchè Erica preme i coglioni di plastica: contengono un liquido tiepido che mi entra in bocca. Erica sussurra: fattelo girare sulla lingua, e ingoia lentamente... facendo vedere al cliente che stai godendo come una gran troia! si, così... continua ad ingoiare a piccoli sorsi, tenendoti il cazzo tra le labbra... brava, così... ma che stai facendo: sborri? io ingoio il resto del liquido, mi adagio sul materasso mugolando e rido: quanto mi piace fare la porca.... ho sborrato perchè mi piaceva troppo! Erica ride con me… e mi torce i capezzoli facendomi sussultare di dolore: hai di nuovo pensato solo a te stessa e alla tua libidine… ti sto punendo per farti capire che hai sbagliato... e anche perchè adoro torturarti i capezzoli, mia splendida puttana! Ci avvinghiamo ridendo e ci scateniamo in un magnifico 69! I filmini, il mio splendido corpo, la sensualità che ormai sento più forte ogni sera, ci portano a fare sesso con sempre più piacere e lussuria! Anche stasera Erica noleggia un porno nuovo, restituendo quello già visto. Arriva a casa e mi chiama:: finora abbiamo usato i filmini per trovare spunti di sesso di ogni tipo: lesbo, sesso a tre, sesso violento, esibizionismo… e altro. Stasera scoprirai un nuovo tipo di depravazione: il sadomaso! tento di parlare ma lei mi zittisce: guarda... e poi mi chiederai quello che vorrai! Inserisce il dvd e lo schermo mostra le immagini: si tratta della storia di un nobile la cui dittatura è combattuta dai ribelli. Il filmino mostra una splendida donna nuda e legata alla ruota della tortura. Il nobile la interroga: puttana, sei amante del capo dei ribelli... e sai bene dove si nasconde. Dimmelo! la donna non risponde e sputa verso il boia che la sta torturando. Il nobile ordina: datele un giro di ruota... si avvicina alla donna e, mentre la ruota le tende il bel corpo, La sottopone ad altre sevizie:: frustate, pinze , cera rovente sui capezzoli.. ed io sono sempre più eccitata nel vedere le sofferenze della donna che urla, ansima , si dibatte, chiede pietà subendo le torture. Non ho mai sentito un desiderio così violento: vorrei essere al posto della donna torturata: il vedere il suo corpo alla mercè dei booia che la torturano mi fa desiderare di essere lì, legata alla ruota... sento le mie viscere ribollire, sussulto mugolando... e mi accorgo che sto venendo senza neanche toccarmi! Erica mi guarda, si alza e toglie il dvd dalla tv: Milena: ormai reagisci alle forme di sesso più depravato come una vera pervertita, molto troia! La guardo, ancora sussultando per l'orgasmo: si... per anni mi sono sentita "brava ragazza" ma non è così! vedendo il dvd pensavo con lussuria a quanto mi sarebbe piaciuto essere al posto della donna: essere alla mercè del boia.. soffrire... essere violentata... subire le depravazioni dei maschi: e sono arrapata come una cagna in calore! Erica mi scruta pensierosa: penso di chiedere un appuntamento a Carmen: so che sei in grado di presentarti a lei., rispondendo con intelligenza ad eventuali domande… con me vicino per darti le giuste "dritte" nel corso del colloquio. Tratteremo il prezzo per il tuo primo rapporto da puttana, con la maggiorazione per le due vergintà che concederai al cliente!

L' INCONTRO CON LA PADRONA DEL BORDELLO
E' passata una settimana: Erica ed io abbiamo avuto l'appuntamento che avevamo richiesto.Io sono vestita con una leggera felpa da fitness, chiusa da due cerniere lampo, e sotto la felpa sono nuda. Siamo sedute in ampie poltrone, e vediamo che tutto il salotto in cui ci troviamo è estremamente elegante. Dopo alcuni minuti di attesa siamo raggiunte da Carmen: è una splendida donna, che dimostra 40 anni, mentre Erica mi aveva detto la sua vera età: ha oltre 50 anni! è elegante e basta guardarla in viso per pensare alla lussuria, alla perversione.. a giochi di sesso! Erica mi presenta e Carmen che mi sorride sorniona: vuoi nascondere la merce? rispondo con arguzia: naturalmente sono pronta ai tuoi ordini... mia signora! lei ride: non ancora, carina, non ancora... vedremo tra un pò se sarò la tua signora! Si alza e ci fa cenno di seguirla e sussurra guardandomi: ti farò visitare il bordello, così potrai capire se.. e come.. potresti inserirti nella mia organizzazione! Usciamo dal salotto e seguiamo Carmen che ci fa vedere da spioncini nascosti quello che avviene nelle stanze. Nelle prime vediamo donne di aspetto volgare che simulano orgasmi chiaramente inesistenti, e fanno sesso di ogni tipo: a tre, con un'altra donna e un uomo, oppure con due uomini. Vedo lesbiche in azione che gridano parole volgari, vedo un maschio che si masturba guardando due puttane che si fanno un 69. Vedo una femmina che col dildo sta penetrando il culo di una cliente che urla di piacere! Vedo altre scene turpi, di sesso violento di ogni tipo, con femmine e maschi sconci nella loro lussuria, .... poi, andando oltre, vedo scene diverse, con donne più belle e più fini, maschi più raffinati nel cercare il piacere, sesso molto più eccitante, voluttuoso, depravato... e ricco di fantasie sempre più perverse, nella loro eleganza! Nelle ultime stanze scopro con emozione che si tratta di camere di tortura, con donne... o uomini, legati e sottoposti a sevizie che mi fanno
eccitare! Alla fine della visita Carmen ci riporta nel salotto in cui ci ha ricevuto, ci scruta: ora avete visto… tu, Erica, già conoscevi quello che hai rivisto dopo anni…. Ma a te, ragazzina… spiegherò la mia organizzaazione: le prime stanze che hai visto sono tipiche di un bordello di strada, con stanze usate da puttane o omosessuali abituati al sesso più volgare e violento... poi hai notato il modificarsi delle scene che vedevi... di livello sempre più elevato. Dove pensi di potere entrare... nel bordello o nella casa del piacere e del sesso raffinato? La guardo e sussurro: signora: sto addestrandomi per salire di livello nella mia capacità di esprimere un sesso raffinato e molto lussurioso.
Ora siamo qui per guadagnare il mio primo compenso. Se sarà elevato potrò addestrarmi meglio crescendo in eleganza, perversione, capacità di far godere il cliente. Mi addestrerò solo su questo obiettivo lasciando il lavoro che faccio attualmente. Ora sono pronta a mostrarti la "merce" attuale! Carmen annuisce sorridendo: ok ragazzina, mi piace come ragioni. Ti voglio vedere nuda: spogliati! Obbedisco e tiro giù le zip. Mi giro e guardo Carmen: signora... ecco la merce! Lei mi scruta, sussurra: girati su te stessa! obbedisco. Ora chinati in avanti e mostrami i glutei!... si, così... ora dilata l'ano tirando i glutei!... bene! ora mostrami i seni, stringili e torcili... ora pizzicati i capezzoli,,, bene! ora allarga la fica... Ok, basta così! puoi accomodarti... ma senza rivestirti! Carmen si gira verso Erica: mi hai portato uno splendido esemplare di femmina.........non cercherò di ottenere sconti denigrando Milena: non è nel mio stile!... ti posso anticipare che è una femmina da letto e che, ben addestrata potrà fare impazzire anche i clienti più esigenti... Erica sorride felice: Signora Carmen, come abbiamo detto, Milena ed io vorremmo parlare delle prime tariffe che Milena potrebbe ottenere prostituendosi... sappia anche che la ragazza è vergine di fica e di culo! Carmen sobbalza: coosa? Si, signora, ribadisce Erica. Carmen mi guarda di nuovo.. e sussurra: cazzo, così le cose cambiano: qui parliamo di livelli alti di prezzo! posso metterla all'asta subito, e vediamo a quanto arrivano le offerte! preme un tasto, arriva un suo dipendente: fotografala in pose molto oscene, e mettila sul sito internet., aggiungendo nella didascalia che è vergine sia di fica che di culo! ti aspetto qui tra mezzora con un primo quadro di offerte! Carmen si accende una sigaretta e ne offre una a noi due, ce le accende e mi guarda mentre inspiro: più sexy, devi fumare più sexy! devi far pensare al cliente che gli stai succhiando il cazzo, non che fumi! Dopo dieci minuti in cui parliamo delle mie possibilità Carmen mi guarda: sono curiosa di vedere il tuo livello attuale: leccami la fica! Eseguo subito, mi inginocchio, le sfilo la mutandina, le allargo le gambe e comincio a succhiare, leccare, mordere dolcemente... fino a sentire che Carmen sta mugolando: siii, brava... ma ora basta! richiude le gambe e si tocca, ritira i dito e sussurra: succhia il mio sapore: significa che hai fatto un discreto lavoro, brava! Erica ed io ci guardiamo sorridendo e aspettiamo le offerte che mi potrebbero cambiare la vita.... Passano ancora 10 minuti e il dipendente di Carmen torna nel salotto: è molto agitato: signora Carmen: ho già più di 50 offerte! Lei lo scruta gelida... : e allora? Mi aspetto le offerte migliori,,non chiacchiere! Lui legge le offerte: per sverginarla di fica e scoparla per tutta la notte (senza sverginarle il culo): 4000 euro! Erica ed io sussultiamo! Il dipendente continua: Per sverginarle il culo e scoparla per tutta la notte, dopo che le avranno sverginata la fica : 4000 euro! Per goderla per 2 notti, dopo che sarà stata del tutto sverginata: 3800 euro... Carmen gelida: sono le migliori? Il dipendente si esalta: no signora: la migliore è quella dello sceicco Ben halaima, già nostro cliente: offre 15.000 euro per averla a sua disposizione per cinque giorni, durante i quali la sveginerà di fica e di culo, e la terrà con sè nel suo residence itatiano, senza limiti per quello che riterrà di farle! Erica emette un grido... io mormoro: mamma mia... che sogno!
Carmen rimane fredda: quello sceicco ha tendenze sadiche: gli piace umiliare e torturare le donne, come ha fatto nel passato quando ha avuto vere prigioniere! Anche oggi che ha lasciato il suo paese, so che fa di tutto, alle donne che paga! Intervengo ansimando: vorrei accettare l'offerta dello sceicco.! Carmen mi guarda gelida: sei matta? potresti uscirne con ferite, cicatrici, paura del rapporto sessuale, dopo aver subito le sue sevizie! Rifletto per quasi un minuto, e sussurro: Signora... è un'offerta che mi darebbe tempi e livelli di addestramento che ora posso solo sognare! Forse lei potrebbe gestire la cosa: potremmo esigere la presenza di Erica, e la ripresa di tutte le scene di sesso cui parteciperò! Inoltre potremmo definire i livelli delle violenze cui sarò sottoposta, lasciandomi il diritto di usare una safeword nel caso che le torture eccedano la mia sopportazione ancche se saranno al di sotto dei livelli definiti. In tal caso la tariffa scenderebbe di 1000 euro per ogni utilizzo della safeword! Potremmo anche contrattualizzare che se le riprese dimostreranno che la tortura verrà continuata anche dopo l'uso della safeword da parte mia, potremo esigere il pagamento di penali molto elevate. Sarebbe possibile stendere un tale tipo di contratto? Carmen mi guarda a lungo...e mi sorride: ragazzina, mi sembri molto in gamba... non sei la solita puttana volgare e ignorante... tu hai studiato, vero? annuisco: sono diplomata e ho letto molti libri: cercavo di studiare come difendermi dalla cattiveria e dalla sopraffazione! Carmen mi guarda a lungo: farò studiare ai miei consulenti la possibilità di attuare quello che hai chiesto, in termini tali da difendere te e il tuo corpo da ogni rischio! Tra pochi giorni vi farò sapere! Non riesco a tratttenermi, abbraccio Carmen e grido: grazie, grazie, grazie: se ce la faremo, la mia vita cambierà... e sarà anche merito suo... signora! Carmen ride: ma te la senti di essere torturata? Ansimo: Signora: ho visto un filmino di torture e sono venuta con un orgasmo torrido! Carmen ride di cuore: beh, questo mi fa pensare che forse ce la farai!
BEN HALAIMA ED IL CONTRATTO
Sono passati 10 giorni: Erica ed io siamo sedute al tavolo del salotto di Carmen che ci raggiunge con un uomo: vi presento lo sceicco ben Halaima. Guardo quell'uomo con emozione: ha circa 45 anni, molto ben portati… il suo viso trasuda lussuria e perversione! Guarda ogni parte del mio corpo, mi sorride: sono lieto di conoscerti, Milena.... posso pregarti di spogliarti? desidero verificare quello che finora ho visto solo in fotografia! Guardo Carmen che annuisce. Mi spoglio lentamente e vedo i suoi occhi incupirsi per l'eccitazione: mi guarda a lungo e sussurra: sei molto bella.. le foto dicevano la verità! ora vorrei vederti in azione: puoi masturbarti guardando alcune scene del mio tablet? sussulto, guardo Carmen che annuisce! Lui si avvicina, mi porge il tablet e mi chiede: apri le cosce... fammi vedere in ogni dettaglio come ti masturbi! Guardo il tablet: rappresenta le torture inferte ad una splendida donna legata con braccia e gambe divaricate ad una tavola di tortura: la donna viene torturata da due boia e geme per il dolore: le vengono tirati e torti con violenza i capezzoli... la sua fica viene frustata con scudisciate forti ma non tali da lasciare segni, l'altro boia le tortura la carne con una pinza! La donna si torce, mugola, geme... e io mi accorgo che sto godendo con una libidine tale da farmi mugolare! mi guardo la fica, sussulto: sto sborrando con tale abbondanza che il liquido mi cola copioso lungo le cosce!! Dopo alcuni secondi smetto di sussultare, e sussurro: mi scuso.. avrei dovuto controllarmi meglio! Lo sceicco mi guarda sorridendo, si rivolge a Carmen: sono pronto a firmare il contratto!
DIALETTICA,DIALETTICA, PENETRAZIONI, ... EX VERGINITA' !
Erica ed io siamo arrivate alla grande villa con giardino dello sceicco. Scendiamo
dall'auto messa a disposizione per condurci alla villa. Veniamo portate da Ben Halaima che ci saluta con grande cortesia, poi si rivolge a Erica: scusi, signorina, può lasciarci soli, me e Milena, per farci parlare un pò? Erica mi guarda dubbiosa, ma intervengo subito: Erica... puoi andare, grazie, poi mi rivolgo a lui: dove andiamo... signore? lui mi sorride, mi prende la mano e sussurra: chiamami Ben! Mi fa visitare la villa. Per prima mi mostra la camera da letto: qui ti sverginerò: la cosa ti preoccupa? vuoi che io sia gentile e carino con te nello scoparti? E' evidente che sta prendendomi in giro e sta valutando le mie reazioni... e la mia intelligenza! Rispondo sorridendo: Ben, con quello che hai pagato, è logico che tu mi scopi come vuoi! magari se mi fai godere un pochino ti sarò riconoscente! Lui ride di gusto: sei in gamba, Milena.. e sai parlare di sesso con spirito. Lui continua a mostrarmi la villa fino a raggiungere una porta chiusa a chiave... la apre e mi fa entrare: è una camera di tortura molto ampia, dotata di tali e tanti attrezzi e strumenti per dare il dolore che rabbrividisco! Lui sorride mellifluo: cara Milena: non penserai di guadagnare la tariffa che abbiamo concordato... con il solo sesso!... con quegli strumenti godo nel far soffrire... ma se ti ho capito anche tu godrai molto... sotto tortura, vero? Lo guardo e decido di eliminare ipocrisie: tu hai deciso di firmare il contratto perchè hai visto la mia reazione alle scene del tuo tablet! Lui sogghigna: si, è vero! Io ti farò soffrire sulla ruota, sul tavolo di trazione, legata alla croce greca, ma godrai tanto che forse non ricorrerai alla safeword!, anche se non credo che ce la farai.Le sue parole mi colpiscono.. e mi eccitano: Rispondo maliziosa e sensuale:sarai tu ad avermi nelle tue mani… starà a te torturarmi con strumenti che mi facciano soffrire, e godere come una troia! Per ora posso solo sperare che saprai gestire una donna lussuriosa come me! Gli sorrido.. lui mi guarda a lungo.. eccitato! Ci sorridiamo e torniamo lentamente da Erica! Abbiamo appena finito il pranzo quando lo sceicco guarda Erica: mia cara, ora lei potrà seguirci in camera da letto per fare le sue riprese…la prego però di non parlare e di non muoversi dalla postazione dove i miei camerieri la accompagneranno! Non intendo rovinare il mio piacere... e spero quello di Milena, per eventuali rumori, movimenti fastidiosi, mugolii.... ride e aggiunge : il suo silenzio dovrà esserci garantito anche se lei si masturberà guardandoci! Non riesco a trattenermi, rido anche io, e penso: quest'uomo è di notevole livello...altro che porci dell'osteria! Usciamo dalla stanza da pranzo ed andiamo in camera da letto. Erica viene fatta sedere su una poltrona lontana più di 10 metri dal letto. La camera viene illuminata per consentire la ripresa di quel che faremo. Lui mi scruta e sussurra: già godo al pensiero che una donna ci sta guardando... tra le mie perversioni c'è l'esibizionismo! poi aggiunge: spogliati, per favore. Lo guardo: si sta spogliando anche lui... dopo pochi minuti ci guardiamo.. e io vedo un uomo molto bello, alto, muscoloso. Ha Il cazzo in erezione: è lungo, grosso, duro... tanto da esere dritto e perpendicolare al suo corpo. Ci sediamo sul letto guardandoci... gli sorrido: posso farti un pompino? Non ho mai avuto in bocca un vero cazzo: quando Erica mi addestrava usavamo degli attrezzi di plastica…. Inoltre il succhiartelo mi sembra un sistema molto simpatico per conoscerci meglio! Lui ride di gusto: sei molto spiritosa... sai? vuoi anche fartelo venire in bocca? Mugolo: mi piacerebbe tanto... ma poi... ce la farai a sverginarmi? Lo sceicco ride di nuovo: che lingua velenosa... e spiritosa, poi aggiunge:forse mi stai sottovalutando! Si avvicina a me, mi bacia, mi fa abbassare il capo e lo spinge verso il cazzo! Appena lo prendo in bocca lo sento pulsare, duro, sulla mia lingua! Altro che quelle porcherie plastiche che succhiavo senza passione! I cazzo mi fa eccitare, e desidero godermelo, ma senza dimenticare che lui è il cliente! Sospendo il pompino, sussurro: quanto è duro!... e ricomincio senza interrompermi più! Dopo alcuni minuti sento che il cazzo freme. Ho imparato da Erica cosa significa e con lussuria ricevo gli spruzzi di sperma! Lo gusto,
ne godo il piacevole sapore, e sento la voce di Ben Halaima: ora ingoialo a piccoli sorsi, gustalo, fallo girare dalle labbra alla lingua, tienilo ancora in bocca: goditi il pensiero di quanto sei lussuriosa... ora ingoia tutto e, se vuoi, masturbati: non sei ancora venuta! obbedisco, arrapo per la libidine con cui gli ho fatto il mio primo bocchino, ingoio i residui dello sperma e mi masturbo pensando con lussuria; che uomo! non pensa solo a lui, ma anche a farmi godere! Erica mi ha sempre detto il contrario parlandomi delle sue esperienze! Godo la lussuria di quello che sto facendo, smetto di masturbarmi, gli vado vicino e sussurro: grazie, sceicco... ora mi sento già la fica fradicia di liquido: puoi scoparmi come vuoi... senza limiti... spero! Lui mi succhia i capezzoli, e mi sorride: non sei tanto esperta da poter sapere cosa ti succederà: tra poco sentirai dolore... ma poi ti piacerà molto! Infila il cazzo tra le grandi labbra! sento che lo sta muovendo, spinge lentamente, entra dentro di me e sussurra: ora ti farò male: passano pochi secondi e grido di dolore! mi ha penetrato con forza! sento che arretra, poi di nuovo spinge con violenza il cazzo penetrandomi fino in fondo all'utero! urlo ancora, ma riesco a controllare il dolore: ora il mio liquido rende più scorrevole il movimento del cazzo nella mia fica! Mi muovo assecondando le sue spinte, e sussurro: sto godendo... oooohh siii... e vengo! lui mi ha aspettato, si lascia andare, e viene sussultando dentro di me! Mi sento "sazia " , non mi controllo e, appena
smetto di sussultare per l'orgasmo mi avvicino al suo corpo, mi stringo a lui e sussurro: e chi se l'aspettava di essere pagata per godere tanto? Lui mi guarda serio: è la puttana che parla... o la brava ragazza la cui fica non è più vergine? Sussulto: mi hai offeso! credi che io sono già una puttana esperta, a 20 anni... e che simulo da attrice? Mi giro sul letto dandogli le spalle! Per qualche secondo taciamo... poi lui sussurra: scusa.. forse hai ragione, ma ho conosciuto donne di ogni tipo, anche molto puttane.... e sono diffidente di natura! Gli rispondo con dolcezza: scusami tu... ma finora anche io ho conosciuto solo uomini volgari, violenti, incapaci di trattarmi da essere umano e non da bestia da letto! Mi sono addestrata al sesso solo con Erica, ho conservato per miracolo la mia verginità, e ho scoperto, scopando con te,. che esiste un altro tipo di maschio! Non ti voglio circuire: prima ho solo constatato la realtà attuale! resto una puttana... ma per fortuna sto provando sensazioni molto piacevoli! Lui sorride, sposta le lenzuola e mi mostra la chiazza di sangue sul materasso: mia cara... forse puttana.. forse ex brava ragazza, eri davvero vergine: congratulazioni! Ora ti propongo di conoscere un altro Ben Halaima: voglio godere il tuo corpo e farti subire perversioni e... perchè no? sevizie... che peratro ti piacciono.. vero? Annuisco eccitata. Lui mi guarda: cosa preferisci per domani: vuoi che io ti svergini anche il culo.. o preferisci subire la prima seduta di sadomaso ? Lo guardo con lussuria: voglio essere torturata da te.... domani!

TORTURE… E ALTRI PIACERI
Ho dormito bene, e stamane sono in gran forma!. Lo sceicco fa colazione con me, poi mi fa passeggiare nel magnifico giardino: parla di quanto il sadomaso lo faccia godere.... io gli confermo di aver scoperto da Erica le depravazioni che ora mi aiutano a godere, nel fare sesso con lui! Sono eccitata dal dialogo che stiamo avendo, in cui lui mostra la sua eccitazione e il desiderio di avermi alla sua mercè! Facciamo uno spuntino a mezzogiorno..e Ben Halaima mi sussurra: ora voglio godere il tuo corpo! mi accompagna alla camera di tortura, e il suo sguardo cambia: non approfitterò di quello che mi hai raccontato... ma ora non avrò limiti: voglio godere ogni centimetro del tuo corpo, mentre ... e non dice altro!. Erica viene fatta sedere su un divano sopraelevato rispetto alla sala, da cui potrà filmare ogni movimento e sentire tutto. Lo sceicco mi fa stendere su una tavola di trazione, cui vengo legata a gambe e braccia divaricate. Mi guardo intorno e scopro che sopra la tavola di tortura c'è un grosso specchio che mi farà vedere tutte le sevizie cui sarò sottoposta! La cosa mi eccita tanto che sento il desiderio di iniziare al più presto! Lui mi viene vicino, carezza con lussuria il mio corpo, dal viso ai seni, ai capezzoli, al ventre, alla fica, ai glutei... e ordina al boia, che gestisce tutti gli strumenti di tortura: dai un giro alla ruota di trazione!
Mi carezza di nuovo con lussuria e mi sussurra: voglio godere ogni centimetro del tuo corpo mentre soffrirai, gemerai, e godrai per il dolore! Mi stringe i capezzoli, li torce, li schiaffeggia.io gemo...e sento lo scricchiolio del legno: è la ruota che gira tirando le corde: Grido! sussulto... i miei nervi, i miei muscoli, la mia carne, vengono tesi! Guardo lo specchio: vedo il mio corpo nudo che si sta contorcendo, è madido di sudore per il dolore... Mi eccito nel vedermi nelle mani dello sceicco che mi schiaffeggia i seni... e mi tortura crudelmente i capezzoli con le sue dita esperte! mi guarda mentre gemo, mi scruta : stai sudando per il dolore, ti contorci sul tavolo di tortura, ti guardi allo specchio vedendoti soffrire... e ti piace, vero? Il tuo viso mi fa capire che stai godendo più du quanto stai soffrendo, ma ora saprò portare il tuo dolore a superare il piacere! Lo guardo e mugolo: ..puoi continuare e farmi altre sevizie... ma sento che mi piacerà.... essere sottoposta al tuo sadismo! Lui mi scruta: tra poco dovrai usare la safeword! sussurro: mi stai sottovalutando! Non intendo cederti nè interrompere la tortura! sono nelle tue mani, e mi piace sentirmi nelle mani sadiche di un esperto... e inoltre non intendo accettare riduzioni al mio compenso...non cederò di sicuro! mi guarda sorridendo: mi stai sfidando? vedremo se mi resisterai! si gira e fa un cenno al boia, che gira la ruota di trazione: sento di nuovo lo scricchiolio del legno e delle corde... e urlo di dolore: il mio corpo subisce una trazione atroce! gemo, mi contorco, sussulto, ma lentamente riesco a controllare il dolore. Lui di nuovo si avvicina: riesci a capire che sei nelle mie mani? Lo scruto: si.. e non cederò!! Lui mi carezza il corpo: sei ancor più sudata: si vede che stai per cedere per la sofferenza... e mi fai eccitare ancora di più! Prende un pentolino e mi versa sul corpo uno schizzo di cera rovente: urlo, sussulto... e lui continua a farmi colare la cera sui capezzoli, le ascelle, il ventre.. la fica! ad ogni goccia sussulto e mugolo, ma riesco a non urlare. Lo guardo con lussuria e mormoro: Niente safeword! Lui sorride; continui a sfidarmi? ora ti farò provare assieme tortura e sesso! Fa un segnale al boia, che preme un pulsante, e da un congegno posto sulla tavola esce un tubo di acciaio che si muove in avanti e indietro. Il boia me lo infila tra le grandi labbra... e ne avvia il movimento. Sono penetrata dal congegno nella fica... Ben Halaima prende una grossa pinza di legno e mi tortura il corpo stringendo la mia carne e torcendola con la pinza. Il il boia blocca la ruota nel punto in cui la trazione mi fa gemere di dolore e con le mani ormai libere mi fa cadere schizzi di cera rovente sul corpo! Grido... mugolo, gemo, sussurro: vuoi..aaahh farmi... aaaahh cedere? aaahh! mi guardo nello specchio... mi vedo soffrire,, scuoto il viso...... e taccio! Lui mi guarda: finalmente stai per cedere! ti ricordo che la safeword è: "sono la tua schiava" ... dilla, maledizione... dilla! Lo guardo sussultando per il dolore, e cerco in me stessa il piacere di soffrire! Mi contorco e taccio ancora! lo guardo e vedo quanto gode nel torturarmi!: sta per dare ordini al boia quando si sente un grido: è Erica: Basta!... state superando i limiti con torture superiori agli accordi! Sussulto, e mormoro: non so se li hai superati, ma di certo non mi hai domata! Ora guarda la mia fica: è bagnata... e sto venendo! Mi lascio andare e vengo sussultando per l'orgasmo, guardo lo specchio e vedo la sborra che mi cola lungo le cosce! Lui mi viene vicino: perchè non hai detto la safeword? Avrei interrotto la tortura! Mi hai trascinato a superare limiti che non voglio superare! Lo guardo esausta: non capisci? mi piace subire le sevizie! mi piace resisterti, mi piace subire la tua sensualità... e mi piace conservare tutto il mio compenso! A te piace torturare le donne... ma ti piace ancor più se godiamo per il dolore che ci infliggi! stavolta forse hai superato il limite, ma se non tradirai gli accordi voglio soffrire ancora... e farti godere con me le torture che sopporterò! Lui mi carezza in silenzio, mi slega e mi porta nel letto. Sono esausta, mi stendo supina e crollo nel sonno! Vengo svegliata da una cameriera che mi porta a letto la colazione. Mi siedo sul materasso e mangio con piacere, pensando alla notte passata. Erica mi raggiunge, è preoccupata: ma cosa combini? lo sfidi a farti torturare con più sadismo? Sorrido: Erica: non mi conoscevo abbastanza: quell'uomo mi sta facendo scoprire di essere molto più pervertita di quanto credevo, quando sopportavo porcate volgari! Qui sono nelle mani di un depravato molto sensuale e raffinato: stanotte ho subito dolori atroci.,e ho goduto come non mi era mai successo... stai tranquilla! Erica sorride: ok, ma io controllerò ogni attimo durante il vostro rapporto! Le dò un bacio e mi rilasso stendendomi sul letto e fumando. Dopo quasi un'ora Ben Halaima mi raggiunge, sposta le lenzuola che mi coprivano e mi guarda con lussuria:sei bellissima.... nuda...sverginata,... e soddisfatta dalle sevizie! Sei pronta per farti sverginare il culo? Sorrido con lussuria: certamente… padrone! Lui ride: sai solleticare la mia voglia di dominarti: ti piace subire le mie depravazioni? Gli sorrido annuendo. Lui ordina: alzati e fatti una doccia. Gli chiedo: e dopo la doccia mi rivesto? lui ride: non ce n'è bisogno! Quando esco dal bagno vedo lo sceicco nudo e steso sul letto, con una splendida donna di circa 25 anni, anch'essa nuda, stesa al suo fianco! Li guardo perplessa... lui sorride: sto per sverginarti il culo... ma ti ho preparato un piacevole diversivo... a tre... per "ammorbidire" il dolore che proverai! si rivolge alla donna: Magda, falle tutto quello che ti chiederà! Mi asciugo e li raggiungo a letto, mi guardo intorno e vedo Erica pronta, nella sua postazione. Mi stendo in attesa. Lui fa un cenno a Magda che si siede sul letto vicino a me, mi carezza i glutei e spalma un unguento profumato nel mio ano. Ben si accovaccia davanti alla mia bocca: so che ti piace: succhialo! La sua frase mi eccita subito, e godo nel vedere che il suo cazzo non è ancora duro! Sussurro: sarà un onore farti arrapare usando la bocca, e succhio con voluttà, facendoglielo indurire! dopo alcuni minuti sento il suo cazzo fremere.. e lui subito lo toglie dalla mia bocca: sono pronto per il tuo culo... mia splendida troia! Magda, soddisfala obbedendole ! Io guardo la donna: voglio leccarti la fica.. e morderla! Lei mi viene vicino, allarga le cosce e offre la sua fica alla mia lingua, e ai miei denti! mentre le lecco la fica sento il cazzo di Ben Halaima entrare tra le mie natiche, scorrendo dolcemente. lui mi penetra senza fermarsi finchè sento dolore per la dimensione del cazzo.. e mugolo!. Ben sembra volermi abituare a ricevere lentamente, nel culo, un cazzo grosso come il suo.. Si ritrae, io mi sento meno tesa... sollevata...... aaaaaaaahhhh! Mi ha penetrato di colpo,, in tutta la lunghezza del suo cazzo... dentro il culo, fino a raggiungere il fondo del mio sfintere! Grido per il dolore... e lui continua senza pietà: si ritrae... e rientra con violenza! ad ogni colpo io grido di dolore... ma i gridi si affievoliscono e, da puro dolore, diventano mugolii di dolore.... aaaahh...e di piacere, finchè, quando lui sembra volersi fermare, sussurro: ancora.. porco!... continua... spaccamelo! Lui ricomincia a violentarmi... finchè riempie il mio sfintere del suo sperma, e crolla steso sul materasso. Sono stesa supina sul letto… penso a quello che ho subito… e mi masturbo con lussuria.. ansimando. Lui si avvicina e mi guarda: non eri venuta… scusami... e continua pure! Io sussulto… il rispetto che sta manifestando per il mio diritto a godere mi eccita come se mi stesse scopando con libidine! Intensifico il movimento delle mie dita e... aaaahh... sborro, e sussurro: sto venendo alla grande.... grazie! Lui mi fa girare carponi, mi guarda il culo, lo bacia,, lo lecca, introduce con lentezza un dito, e sussurra: Anche nel tuo lato B sto trovando chiare prove che davvero eri vergine..... Infila di nuovo il dito nel culo, lo ritrae rosso del mio sangue, me lo mostra.. e ride! Anche io mi sento soddisfatta del piacere che ho raggiunto, e sospiro a lungo, mi infilo le dita nella fica.. e le porgo a lui: prego, padrone... questo liquido è un'offerta speciale per te! Lui ride, poi succhia le dita: sei una splendida troia!

TORTURA VERA E SENZA PIETA'
Dopo cena andiamo a lettto, e Ben Halaima mi penetra la fica.. il culo.. con lussuria e violenza... senza darmi tregua, e io godo il suo cazzo dentro di me!. Dopo la notte di sesso facciamo colazione e, in soggiorno, beviamo caffè e fumiamo rilassati. Lo sceicco mi guarda: sei pronta? Io sorrido: sono sempre pronta per il mio padrone! Lui ride, si gira verso Erica: e lei, madame.. È pronta a controllare se la torturo con troppo entusiasmo? Erica risponde fredda: sono pronta.. sceicco! Ci alziamo e torniamo alla camera di tortura. Guardo la scena.... e il solo guardare gli attrezzi mi eccita di nuovo! Ben Halaima chiama il boia, che mi denuda guardandomi con lussuria, mi fa indossare due polsiere e due cavigliere che stringe ai miei arti. Le polsiere vengono agganciate ad una sbarra orizzontale, che può essere alzata o fatta calare dal soffitto tramite un attrezzo meccanico. Le cavigliere vengono legate a due anelli lontani due metri l'uno dall'altro. Ora sono legata ai quattro angoli, le braccia e le gambe del mio corpo sono tesi ancor più di quando ero sulla tavola di tortura, e il mio corpo ha la forma di una X.. Anche stavolta posso guardare ogni dettaglio delle torture che subirò perchè un altro grosso specchio si trova di fronte a me! Mi guardo.... e mi ammiro: sono nuda, eccitata dall'attesa, fremente, sento già il mio ventre sussultare per il desiderio di essere umiliata, seviziata, costretta ad ogni perversione. Lo sceicco mi si avvicina, mi schiaffeggia con violenzai Il culo, i seni, la fica: ad ogni colpo sussulto e gemo. Mi si avvivina, mi prende i capezzoli, li stringe, li torce, li tira fino a farmi mugolare di dolore, mi sussurra: mi piace farti provare piacere... e dolore... e so che piace anche a te! Si gira verso il boia e gli fa un cenno: vengo tirata in alto dalla sbarra collegata all'attrezzo meccanico, e ora non tocco più terra: sono appesa! guardo lo specchio e mi vedo di nuovo: la fica è divaricata ai limiti di sopportazione, i miei seni sodi restano dritti, il mio corpo, come ieri, suda di dolore e di eccitazione! Ben dà l'ordine: frustala! Sento schioccare la frusta ... e urlo! mi ha colpito i seni... mi guardo allo specchio e vedo che la frusta è composta di molte cordelle di cuoio che pur facendo soffrire non lasciano segni sulla pelle! Il boia continua: mi colpisce i capezzoli, la fica... poi i glutei, il ventre, le ascelle! io grido ad ogni frustata e attendo la successiva con lussuria... per sussultatre e gemere! guardo lo specchio, vedo arrivare la frustata e ....aaahh! emetto un gemito di piacere più che di dolore! Il supplizio continua a lungo, e lo sceicco mi guarda con piacere, si avvicina e sussurra: stai godendo... lo vedo dalla tua reazione ad ogni colpo: diventa tutto troppo facile... per te... e io voglio vincere la nostra sfida. Mi arriva una frustata mentre lo ascolto... sussulto ed emetto un altro gemito di piacere! Ben Halaima guarda il boia: basta così, ora preparala per farla saltare! Il boia mi viene vicino e mi applica, su ogni capezzolo, una pinza collegata da un filo d'acciao ad una batteria elettrica, ripete l'operazione collegando due fili alle grandi labbra, e mi infila nel culo un piccolo dildo di acciaio, che collega alla batteria. Io guardo perplessa i lavoro fatto dal boia, e no so cosa mi faranno... Ben Halaima mi viene vicino: tu mi piaci molto... e io non voglio farti superare le soglie del dolore, che finora ho evitato di farti provare... ma mi hai sfidato ed io, anche se vengo sfidato da una bella donna, non ammetto di perdere... Quello che subirai è previsto dal contratto... ma non è indicato il livello del voltaggio! ti avverto: resisti ancora per qualche minuto, ma poi usa la safe word! Lo guardo con lussuria: non conosco la tortura che mi farai subire... ma la voglio scoprire per provare altre libidini... altri piaceri! Ti ringrazio... ma voglio resistere! Ben Halaima prende in mano la batteria a cui il boia ha collegato il mio corpo, guardo perplessa tutti i fili collegati ai miei punti più intimi e sensibili,,,, e attendo di subire… qualcosa! Lui ordina al boia: al mio "via!" frustala… poi mi guarda... e grida: via! la frustata mi colpisce.. gemo...aaahh! ma gemo di nuovo: aaaahh! ha girato la manopola della batteria e ho fatto un altro gemito: ho sentito una lieve scossa elettrica nella fica,... sui capezzoli.. nel culo! Ben grida: via! aaahhhh! Stavolta il dolore della frustata si è unito ad un scossa più forte... e il mio grido è di dolore per la scudisciata.., e di un altro dolore: la corrente mi ha colpita nei punti collegati alla batteria! Lui mi guarda e grida di nuovo: via! aaaahhhaaahhaahhh : salto legata alle corde.. mi torco: la scudisciarta si unisce alla scossa elettrica che mi tortura facendomi sentire un dolore più forte in tutto il mio corpo, e facendomi sussultare di nuovo! Lui mi grida: dì la safe word! Io scuoto la testa: no! Lui: via! la frustata mi colpisce la fica e stavolta urlo come un'ossessa: aaaaaaaaahhhhhhhh Sto saltando appesa alle corde e sobbalzo come una marionetta: la tortura elettrica mi ha colpito con violenza, contemporaneamente, nella fica, nel culo, sui capezzoli, e si sta distribuendo in tutto il mio corpo! Salto, mi dibatto, e dalla fica spruzzo orina senza riuscire più a controllarmi! quando la corrente cessa io crollo appesa alle corde, semisvenuta.. mugolo di dolore e continuo a orinare ! Erica urla: smetti: hai superato i limiti! Lui grida: avreste dovuto leggere meglio il contratto! e tu, Milena: non farmi andare avanti: dì la safe word e arrenditi a me! Sussurro: No.... Lui gida : via! io urlo di nuovo: no, ti supplico.. non torturarmi ancora con quello strumento... ti supplico... e piango abbandonata alle corde! Lui si ferma, non dà l'ordine al boia e sussurra; dimmi la safeword! io rantolo: sono la tua schiava! Lo sceicco mi fa sciogliere dalle corde e mi porta in braccio fino alla camera da letto. Mi stende sul letto, mi guarda: perdonami... il mio sadismo e la mia abitudine a volere sottomettere le donne mi hanno portato a volerti dominare... ad ogni costo! non lo meritavi perchè sei una splendida ragazza e diventerai una gran donna... ma devi imparare a non volere vincere.. sempre! Gli sorrido ancora inebetita dal dolore, e rispondo... un pò seriamente, un pò con ironia: si... padrone!..Lui mi sorride: ora dormi. Domani sarai ancora per contratto totalmente disponibile ad ogni mio volere! Dormici su: domani ne parleremo!
Mi risveglio ancora spossata... e umiliata.. dalla notte scorsa. Faccio colazione a letto. Ben Halaima mi raggiunge, mi guarda: come vuoi passare l'ultima giornata? Non so cosa rispondere… sono stata troppo distrutta e umiliata al punto di pisciarmi addosso per il dolore! Ben capisce a volo: io ho pensato che sarà molto bello scopare per tutta la giornata, con una o due donne a farci godere tutte le perversioni che decideremo! Accetto con gioia, lo guardo, e sussurro: sai capire molto bene i desideri delle donne: sei sadico... ma sai farci godere tanto!

LA TARIFFA
Sono passate 24 ore, Erica ed io siamo pronte a salire sull'auto che ci riporterà a casa. Ben Halaima mi porge una busta: qui c'è il compenso che ho deciso di darti. Sussulto: come: "deciso" ?.... abbiamo stilato un contratto! Lui mi guarda sornione: beh, guarda la busta, analizza i contenuti, rifletti in base al tuo diploma in ragioneria... e se non accetti... mi farai causa! Sussulto: ma che modo è questo di trattare? Mi fai sentire ancora più puttana di quello che sono! Apro la busta e grido! C'è un assegno di 20.000 euro! Mi avvicino, mi stringo a lui, lo bacio con dolcezza: mi hai trattato da donna, non da puttana... grazie Ben! Lui sorride: ma se ti vorrò ancora... che tariffa mi farai? Rido; la deciderai tu! Lo bacio di nuovo e partiamo!

FINALE DELLA FAVOLA
Sono passati più di 10 mesi da quando avevo lasciato il lavoro con il porco… Erica ed io entriamo nell'osteria: indossiamo vestiti consunti… siamo imbarazzate e guardiamo il padrone e i sue amici con umiltà! Lui ci vede, ci scruta, e quando ci riconosce comincia a sorridere lascivo e trionfante. Chiama i suoi amici e, quando lo raggiungono, ci addita a loro: guardate queste due puttanelle... che ne dite? Tutti ridono, e lui continua: allora, stronze... volete di nuovo lavorare per me? Se è così ora verrete con me nel retro della cucina: tu, Erica, farai un bocchino ai miei amici, mentre tu Milena: mi darai fica e culo... finchè non ne avrò abbastanza! Se sarò soddisfatto vi farò tornare a lavorare con me...puttanelle! Due uomini alti quasi due metri.. di peso superiore ai 100 kili, entrano nell'osteria... uno di loro si avvicina al porco: "tu". scapaccione, "non". schiaffo. "puoi". ceffone. "parlare cosi". calcio. "alla signora"! Il porco inebetito mugola quasi in lacrime: ma chi siete voi! L'altro sta prendendo per la collottola uno degli amici del porco e lo sta schiaffeggiando... si gira e risponde: stronzo, noi siamo le guardie del corpo delle due signore, che lavorano come escort in una delle più importanti case di tolleranza della regione: d'ora in poi se avrete l'onore di vederle vi inchinerete e le saluterete con la deferenza dovuta!.... I due si rivolgono alle altre sguattere dell'osteria: voi... signore... se sarete infastidite da questi maiali, farete un colpo di telefono alla signora Milena... e noi provvederemo! Guardo il porco che mi scruta inebetito dai ceffoni: tu mi fai profondamente schifo! sei un rimasuglio dell'umanità... ora ripeti: signora, sono un porco! lui mi guarda: ma non... io grido: ti ho detto di ripetere! Lui sottomersso mugola: signora, sono un porco! Lo scruto: ora grufola, porco! Lui fa il verso del porco... io mi avvicino, con velocità gli prendo i coglioni nel vestito... e li stringo facendolo urlarec di dolore: questo è per resituirti i pizzichi, le porcate, gli schifi che mi hai fatto subire! Erica ed io usciamo seguite dai due marcantoni! La guardo con affetto: Erica.. lo meritavano, non ti pare? Lei mi sorride, mi bacia
dolcemente e sussurra: si, Milena... lo meritavano, Entriamo in auto e torniamo alla casa di piacere di Carmen!, dove sono attesa da Ben Halami che vuole invitarmi nella sua splendida villa, per farmi... Chissà? ... cosa?


Questo racconto di è stato letto 3 3 1 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti di enemaracconti ereoticivoyeur camerinistirie pornoracconti erotici cuginofilm scambio di mogliracconti rtoticiracconti/eroticiwww.racconti-erotici.ittettone bondagestorie erotichestorielle pornoracconti erotici harry potterraccconti pornostorie di sesso con la ziavogliadipornoa 69 racconti eroticisottomesso alla moglieracconti erotici a treletture hardi generi dei racconti gayla cognata vogliosaracconti porno di donnerotta in culo raccontiracconti veri di incestola troia di mia cuginastorie porno gratisraccomti eroticiracconti veri incestibdsm pissingporno italiano raccontistorie eroticheracconti porno amatorialiracconto erotico gayertici raccontiracconti cucholdracconti erotici distorie incestuoseracconti fratelli gayracconti erotici on linesegarsi in compagniaracconti di giovani moglizia sporcaccionaracconti incestuosi realiraxconti eroticierotici racconti gratisstorie di milfmettimi incintawww.racconti-erotici.itvoyeur camerinistorie feticisteracconti erotici in barcaracconto sesso a treorgia scolasticaeritici raccontiracconti porbomia zia e una porcastorue pornostorie fetishstorie di sesso lesbosculacciate storieracconti gay prima esperienzastorie hot verestorie porno incestoracconti reoticidonna caga in boccaannunci69 gaystorie porniracconti di segheracconti erotici campeggioracconti hot gratisrac erotracc er 69racconti maritoracconti porno piedigeneri dei racconti eroticierotiche storieraccontieroticoracconti erotici cuckrcconti gaystorie di sesso verozoofilia racconti