Simone: la nascita si Sissy Aurora

Scritto da , il 2019-12-01, genere dominazione

Ormai da qualche anno mi ero trasferito in Olanda, precisamente ad Amsterdam. La vita procedeva in molto lento e noiso; avevo trovato un buon lavoro e di conseguenza mi potevo permettere una casa spaziosa in una posizione invidiabile ma, vuoi perche’ sono sempre stato un tipo scostante e introverso, vuoi per lo shock culturale, non ero riuscito ad integrarmi e le mie giornate non erano che casa, lavoro e poco altro. Non ero riuscito a farmi alcun amico, se non superficiali conoscenze sul luogo di lavoro. Per intrattenermi nei lunghi weekend, complice il pessimo clima del luogo, ero dedito darmi alla passione piu’ grande che nutro da qualdo ho memoria: il travestitismo.
Sin da piccolo sono sempre stato attratto dal trucco, dai vestiti e dagli accessori femminili. Ricordo ancora l’ emozione, un misto di paura e eccitazione, provata la prima volta che provai il rossetto di mia madre. Sin dalle mie prime fantasie sessuali, nei miei piu’ segreti sogni, ho sempre desiderato essere il classico cliche’ di schiavo sissy che tutti i racconti descivono cosi minuziosamente.
Nel tempo ero riuscito a farmi un modesto guardaroba; un paio di corsetti , un paio di scarpe con i tacchi, una piccola collezione di cosmetici e alcuni vibratori di svariate forme e misure rappresentavano il mio tesoro che custodivo gelosamente.
I weekend avevano tutti sempre lo stesso copione; Il Sabato era il giorno delle pulizie. Al mattino mi sbarbavo e depilavo con cura, mi stringevo nel corsetto in modo meticoloso, mi truccavo e fingevo di essere una donna delle pulizie. Pulivo casa da cima a fondo tra la mattina e il pomeriggio. La sera di solito mi masturbavo con vibratori vari navigando su internet tra video e racconti porno. La Domenica invece era dedicata al miglioramento delle mie doti femminili. La mattina era tutta dedicata al trucco, la cosa che piu’ mi appassiona del mondo femminile. MI truccavo dalle 8:00 alle 13:00 in sessioni da un’ora. L’obiettivo era quello di copiare il trucco di diverse youtuber avendo a disposizione un’ora per comlpletare il makeup. Ogni volta sceglievo dei trucchi molto elaborati, di cui sono grande estimatore, con risultati purtroppo di solito mediocri. Il pomeriggio l’attivita’ variava a seconda del mio umore. Ad esempio, ogni tanto era il ballo ad essere il tema del pomeriggio, per cui ballavo eseguendo diverse coreografie nel modo piu’ femminile possibile, sempre prendendo spunto dal web. La sera invece era d’obbligo l’allenamento anale. Partendo da vibratori di modesta grandezza, nel giro di qualche tempo riuscivo comodamente ad accogliere falli di oltre 20 cm, ricavandone un piacere immenso.
Ricordo come se fosse ieri quando durante uno di questi Sabato sera trascorsi navigando sul web, mi sono imbattuto nel sito di un servizio di trasformazione da uomo a donna ad Amsterdam. Con un contributo economico di 300 euro Simone, cosi si chiamava la ragazza, prometteva 4 ore tra trucco, vestizione e servizio fotografico. Con un extra di 200 euro c’era anche la possibbilita di fare una uscita en-famme in compagnia di Simone. Il sito era davvero ben fatto con diverse foto dei servizi fotografici realizzati con vari clienti, completi di parrucca e seno finto. L’idea mi stizzucava particolarmente, specie perche’ io non avendo tutti gli accessori per completare la trasformazione restavo sempre insoddisfatto del risultato finale; preso dall’eccitazione del momento scrissi una mail a Simone chiedendo un appuntamento per il weekend successivo.
Simone si e’ dimostrata sin da subito una persona estremamente gentile e disponibile e dopo un breve scambio di email mi invio’ l’indirizzo per recarmi a casa sua il Sabato successivo. Con mio grande stupore e sorpresa notai che Simone abitava a 5 minuti a piedi da casa mia, cosa che mi faceva un gran piacere considerando la comodita’ e i vantaggi che ne derivavano.
Il Sabato mattina successivo, dopo una meticolosa depilazione e una barba se possibile ancor piu’ curata del solito, mi recai a casa di Simone all’orario prestabilito. La prima impressione che ho avuto appena incontrata Simone ha immediatamente confermato la mia sensazione iniziale. Era una persona molto gentile, accogliente e attenta in quello che piu’ che un lavoro era una passione per lei. Come ho scoperto piu’ tardi infatti Simone si era avvicinata al mondo del travestimento perche un suo ex era un travestito. Lei amandolo era sempre piu’ entrata in questo mondo finendo per apprezzarlo. Sin dal primo monento Simone mi ha messo a mio agio chiamandomi Aurora, il mio nome femminile che si era preoccupata di chidermi durante il nostro scambio di emai. Dopo i primi convenevoli, mi fece accomodare in un vasto salone dove c’era un’enorme collezione di accessori per la trasformazione con cose che io avevo solo sognato di indossare fino a quel momento. Seni finti di ogni forma e misura, parrucche, orecchini e vestiti, trucchi di ogni genere. Dopo aver provato un paio di outfit e parrucche differenti, la decisione era presa: vestito a fiori corto, 3 di seno, tacco a spillo e chiama folta rossa mogano. Mancava solo il trucco. Simone si prese una buona ora per completare l’opera.
Il risultato non e’ stato certamente come avevo sempre sognato o visto in internet. Probabilemnte per colpa delle mie folte sopracciglia e della mia barba marcata, nonche’ delle non eccelse doti da truccatrice di Simone, il risultato non e’ stato dei migliori. Pero’ per me l’esperienza si e’ rivelata ugualmente incredibilmente divertente ed eccitante.
Nei giorni successivi non riuscivo a smettere di pensare a quanto meravigliosa l’esperienza con Simone fosse stata e a quanta voglia avevo di rivivere quelle emozioni piu’ che sporadicamente come mi sarei potuto permettere. Certo non potevo spendere quella cifra ogni settiana. Per cui il Giovedi, in un momento di follia, decisi di porporre a Simone quello che ritenevo di poter essere uno scambio che avrebbe potuto avvantaggiare entrambi: Io avrei fatto le pulizie a casa di sua e lei in cambio mi avrebbe fatto usare la sua collezione e fatto trasformare in una sissy ogni volta.
Simone non rispose alla mia mail fino al mercoledi successivo. Quando arrivo’ la mail il cuore mi batteva all’impazzata nel leggere la risposta. Aveva accettato. Ero strafelice tanto da non riusciire a contenere le lacrime dall’emozione. Anche le clausole che Simone riteneva necessarie non riuscirono a diminuire la mia gioia e decisi di accettare scrivendole di getto, concordando di recarmi da lei il Sabato successivo.
Dopo pochi altri minuti di felicità però, il panico si impadronì di me rileggendo le clausole che Simone mi aveva imposto e che io avevo accettato. Per prima cosa essendomi io proposto per fare le pulizie, Simone mi avrebbe trattato come tale: non sarei stato piu’ che una cameriera. Era stata molto chiara nel sottolineare come ci sarebbero state delle regole e che lei considerava questa cosa un impegno serio che entrambi stavamo prendendo l’uno con l’altro. Questo per me non rappresentava affatto un problema ma anzi amplificava la mia eccitazione e voglia di buttarmi in questa avventura o almeno cosi all’ epoca credevo. La seconda clausola era molto piu’ umiliante e rappresentava la prima vera fonte di panico: mi avrebbe depilato le sopracciglia in modo molto femminile per usare le sue parole. Neanche lei era rimasta soddisfatta del risultato della trasformazione durante la mia prima visita, imputando quello che definiva un mezzo fallimento principalmente alla mie sopracciglia troppo mascoline e folte e che coperte davano una sensazione di travestito da strada degli anni 70. Essendo calvo per me questo rappresentava un problema ancora piu’ grande, poiche’ non avendo capelli o barba, le sopracciglia sono la cosa piu’ evidente nel mio volto e non volevo gridare al mondo il mio essere sissy. Inoltre gia’ immaginavo domande e battutine a lavoro da parte dei colleghi piu maliziosi. Infine la terza richiesta era che, almeno una volta al mese sarei dovuto uscire en-femme con uno dei suoi clienti (cosa che veniva pagata extra e molto richiesta). Questa era la cosa piu imbarazzante di tutte. Sin da sempre sognavo di uscire enfamme, ma mai avrei osato tanto. L’umiliazione di essere scoperto avrebbe potuto uccidermi, ma orai avevo accettato ed ero deciso ad andare fino in fondo.

Questo racconto di è stato letto 2 2 0 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


incesti tra cuginistorie scabroseracconti gay prima voltaracconi pornoracconti piedi femminilistorie porno incestiporno racconti eroticiracconti/eroticiracconti rroticiracconti erotici annuncio69storie di sesso con la cognatastorie di sesso gratiserotico storiestorie erotiche pornoracconti eeoticiraccontierostorie di sesso con la ziastorie porno annuncistorie di scambio di coppiaa69 racceroticiracconyiracconti di clistereracconti erotici prime esperienzeacconti miluracconti erotici casalingheiomilùcuckold incestigeniv racconti eroticiracconti nudismoracconti erotici scatstorie erotiche suocerastorie di sesso estremoerotici raccoracconti erotici romanticiracconti zia e nipotel'amica di mia ziaraccobti eroticiracconti storie gayinculate atrociracconti erotici ricattataracconti porno zooerotici racconti gratisraconti sessotroioeracconti rtoticiracconti eroticeracconti erotici con anzianistorie di mariti guardoniraccontihotracconti erotici italianoerotici racconti 69storie di cornutitorie pornoracconti erotici nuoreraccont gayracconti zoofiliastorie eroticeeros free on lineracconti erotici generoracconti erotici straponstorie hot gratisracconti donne matureracconti figaeacconti eroticisuocere porconeracconti di culi rottistorie erticheracconti suppostaerotiraccontia69 raccstorie porno incestiracconti erotici gatmoglie troia storieracconti di sesso incestoracconti erotici gay prima voltaracconti sesso gratisculo di mia suocerastorielle eroticheracconti di donne lesbicheraccontimilu.comtrasgredire xvideosinculata dal caneracconti erotici vedovaracconti donne sottomessestorie di sottomesseracconti erotici di dominazioneracconti eoriticiraccontu eroticiracconti porno al cinemascopare la moglie del caporacconti di sesso spintoracconti picantieroticiracconti gratisracconti piediniracconti cuckholdracconti pornpracconti porno milfracconti cinema porno