III°-Red candy e il set insanguinato 3 - Grossi calibri, ipotesi e passere fumanti

Scritto da , il 2019-11-29, genere pulp

III°-RED CANDY E IL SET INSANGUINATO 3 - GROSSI CALIBRI, IPOTESI E PASSERE FUMANTI.

Jeff non è ancora venuto. Sono lì da un po'’, mentre lui si sta facendo un mega segone, senza risultati. Ancora un po'’ che sfrega, si accende come un fiammifero. Già la faccia non è uno spettacolo.
“Ok, stop” la voce di Norman è un misto di irritazione svogliatezza “Jeffrey, che cazzo hai oggi?”
“Non lo so Norm, non riesco a sborrare” quasi piagnucola
Mi alzo e mi allontano in direzione bar. Non mi preoccupo di rivestirmi. C’è Gregor che sta facendo un fuori programma con Lavinia “Sempre tenersi in allenamento” dico
“Già finito?” chiede Gregor, mentre Lavinia si alza con aria soddisfatta
“Jeff ha fatto cilecca” mi siedo sul trespolo e ordino un caffè
“Jeff è fuffa” dice Lavinia “Tutto quel fare e dire e invece..” fa no con la mano usando pollice e indice “Credo soffra di impotenza”
“Come fai a dirlo?”
“Una volta ho fatto un fuori programma con lui” risponde Lavinia. Poi, guardando Gregor aggiunge “Non fare il geloso”
“Chi, io?”
“Beh, dovevamo girare una scena di lì a poco e lui era un po'’, agitato”
“Perché?”
“Boh. Fatto sta che, sul momento, ho pensato di rilassarlo con un pompino. Lui è rimasto un po'’ di sasso. Poi è schizzato all’indietro come una molla neanche gli avessi morso la cappella”
“Come si è giustificato?”
“Ha balbettato il fatto che non fosse pronto e si è allontanato verso il suo camerino. Ma, una cosa posso dirtela: anche se il contatto è durato solo tre secondi, ho capito che aveva il cazzo non fortemente all’ apice. Era duro, questo sì ma, non era quel tipo di durezza che ci si aspetta su questi tipi di set”
“Credi faccia uso di qualche medicinale?” chiedo
“Può essere”
“mmm”
“Cosa?” chiede Lavinia
“Nulla. Ho la testa un po'’..”
“Sono passati due giorni da quando hanno arrestato Jessica, sai qualcosa?” chiede Gregor
“Lei continua a professare la sua innocenza ma la Bontempi ha in mano il colpevole del secolo. Poi, le prove sono contro di lei”
“Ma, qualsiasi giuria non approverebbe la fragilità degli indizi” commenta Lavinia “In fondo cos’hanno i tuoi amici sbirri? Solo un colpevole di comodo, null’altro”
“Ho visto che andavi a curiosare nel camerino di Clodia” dice Gregor “Cos’hai scoperto?”
“Per prima cosa, gli schizzi di sangue. Se lo sparo fosse avvenuto dalla parete confinante di Jessica, allora la posizione del corpo combacerebbe con quanto rinvenuto. E dico SE, perché, il fatto sarebbe comprovato dalla presenza degli schizzi di sangue posti di fronte al corpo, sul pavimento” mi indico il centro del petto “Sparano, ferita, schizzo di sangue in avanti. Gocce sul pavimento. Capite?”
“Sì, ho visto abbastanza Csi per farmi un’idea” annuisce Gregor
“Ecco. Allora perché gli schizzi di sangue sono perpendicolari al corpo di Clodie e alla parete presunta dello sparo?”
“Cioè, era alla sua destra?” chiede Lavinia
“Sì, dietro la sedia della consolle”
“Quindi, la parete smontata è quella opposta?” chiede Gregor
“Ho controllato. Uno dei foulard appesi alla parete, uno con le frangette, era bruciacchiato. Sapete cosa c’è dietro le pareti dei nostri camerini?”
“Non me lo sono mai chiesto” risponde Gregor
“C’è un corridoio largo poco più di un metro e poi la parete di cemento degli studi. Ho chiesto a Tracy se sapesse di questa cosa e lui mi ha detto che, il corridoio è stato fatto per evitare che le pareti fossero a contatto con il cemento, umidità etc. E per fare passare i cavi elettrici per l’illuminazione” finisco il mio caffè “Me lo sono fatto aprire e ci ho fatto un giro dentro. Non il massimo del comfort ma, sono convinta che il nostro sparatore sia passato da lì. Ha smontato i listelli della parete dall’esterno, rimanendo coperto dai foulard. Poi ha scostato di poco il telo e ha sparato. Il fuoco di fiamma ha bruciacchiato le frangette. Clodie ha ruotato il proprio corpo di circa 45° ed è finita di schiena contro la consolle per poi scivolare a terra”
“Ma Clodie aveva un foro di proiettili. E i colpi erano due” fa notare Lavinia
“Sì. Ehi Zeke” richiamo l’attenzione del barista “Mi dai quel sacchettino che ti ho detto di tenermi?” Zeke mi passa un sacchettino blu, come quello che hanno i gioiellieri, sfilo la cordicina e mi faccio scivolare nel palmo della mano un oggetto. Mi guardo in giro e, poi, con fare cospiratorio, apro le dita e mostro l’oggetto
“Un proiettile” fa stupita Lavinia
“Il primo proiettile?”chiede Gregor “O il secondo. Dov’era?”
“Dentro il ‘cuscino della suocera’ che Clodia tiene in camerino” rispondo con un sorriso “Ora, la Colt calibro 45 è un’arma piuttosto grande da tenere in mano. E, una ragazza come Jessica, farebbe fatica a reggerla, anche con due mani”
“Quindi, chi l’ha impugnata era un uomo” annuisce Gregor “Di una certa corporatura”
“Come lo puoi essere tu, Karistos, o Simar”
“MA noi avevamo un alibi chiamato red Candy” sorride Gregor
“Tutti avevano un alibi ma …”
“Ma?” chiede Lavinia
L’urlo di Norman attraverso il megafono mi distoglie dalla mia rivelazione “tutti in scena, si ricomincia!”
“Ma c’è qualcuno che mente” rimetto il proiettile nel sacchetto e lo riaffido a Zeke

Jeff ha una sbarra di ferro al posto del cazzo. Quasi mi fa male ad ingoiarlo tutto. Lo sento grosso e gonfio più del necessario. Le parole di Lavinia acquisiscono peso e spessore. Jeff ha problemi con le erezioni e prende qualcosa(forse Viagra, forse no) per farselo venire duro.
L’orgasmo arriva con potenza e schizza sulle mie tette esposte e sulla faccia. Lecco avidamente e mi lascio cadere a terra, fintamente spossata da quella dimostrazione di virilità. Ho un’idea che mi frulla in testa e lo sperma di Jeff me la farà sopire.
“Ok gente, per oggi basta!” grida Norman nel megafono “Ottimo lavoro ragazzi! Jeff”
Jeff, felice e gocciolante, segue Norman nel camerino di quest’ultimo
Mi allontano ma non mi pulisco subito. Nel mio camerino uso un tampone, come quelli che usano nella scientifica e prelevo lo sperma di Jeff. Lo infilo in una provetta e metto tutto in borsa.

Clodie è in coma farmacologico. I medici dicono che la sua situazione è stabile e non in pericolo di vita “Ha avuto fortuna” ha detto uno dei dottori “Non fosse stato per quella placca di metallo che ha nella spina dorsale” Clodie, quando era piccola, aveva avuto un incidente grave con la moto. Un tizio in auto, si era fumato uno stop e l’aveva colpita in pieno. Il suo ragazzo guidava la moto. Furono sbalzati in alto e a parecchi metri di distanza, schiantandosi sull’asfalto entrambi. Il risultato fu che, il suo ragazzo era finito contro un paracarro di granito e si era rotto l’osso del collo. Lei ci aveva rimesso la spina dorsale. Ma non in maniera grave da rimanere paralizzata. Le misero una barra di titanio, come quella che usano per operare chi soffre di scogliosi “Il proiettile non ha leso organi fatali e si è frantumato contro la barra di titanio. Abbiamo levato i frammenti. Ora dobbiamo aspettare che si risvegli”
“Si risveglierà?”
“Dipende da lei e dalla voglia che ha di combattere” aveva risposto il dottore “E’ sopravvissuta una volta. Sembra che la cattiva sorte si accanisca su questa ragazza”

“Ehi là, guarda chi c’è? La superstar del momento” esulta una ragazza piccola e occhialuta alzando la testa da un microscopio “
“Ciao Patty” la saluto “Hai novità per me?”
“Intendi lo sperma che mi hai portato tre giorni fa? Lo sai meglio di me che ci vuole tempo per l’analisi del DNA”
“A me non interessa il DNA, so a chi appartiene. Interessa sapere se hai trovato sostanze estranee”
“Sì, ho trovato un paio di tracce chimiche di farmaci non legali. Sono simili al viagra ma, molto più deleteri. Ci sono anche tracce di LSD. E, indovina un po'’, questo tipo di droga ha una certa affinità con un’altra denuncia simile avvenuta quattro anni fa. Non sono sicuro del DNA ma, ad un primo esame con i referti che ho recuperato, si direbbe sia lo stesso”
“Quattro anni fa in merito a cosa?”
“Un incidente stradale con vittima”
“La vittima si chiamava Claudio Sanferro?”
“Sì, come lo sai?”
“Era il fidanzato della mia collega ricoverata qui al Policlinico da quasi una settimana: Clodie Ferrante. A chi appartiene il DNA infetto?”
“Ad un certo Leandro Macchè. Pare che l’incidente sia stato una conseguenza ad una masturbazione mentre guidava ad alta velocità” Patty rabbrividisce disgustata “Schifoso pervertito. Si è fatto un anno di carcere e poi è stato scarcerato. Di lui non si è saputo più nulla”
“Perché ha cambiato nome e lavoro. Ora si fa chiamare Jeffrey “Jeff” Northstar, porno attore”

=Fine parte 3 =

Questo racconto di è stato letto 1 4 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


visita ginecologica eroticaracconti erotici sui piediracconti:eroticiporno gay treninoracconto oseracconti casalingheracconti sadomaso gayracconti eroticviracconti porno 69raacconti eroticistorie erticheerotici raccsesso safficoracconti erotici anzianoracconti perversiraccinti eroticiracconti di sesso incestostotie pornoracconti di donne inculateracconti oornoracconti piedinisottomesso alla moglieporno video raccontistorie gay 69storie gay romanticheprime inculateeriticiraccontizoofilia cavallistorie porno realiracconti erotici di zoofiliastoriw pornomia madre mi masturbaracconti erotici diincesti proibitisesso gay storieraccolta racconti eroticiraccpnti pornopornoinfamigliaracconti incesti eroticiraccontifetishdonne che scopano con i caniracconti erotici nudaracconti prime seghesesso anale racconti eroticipompini storiecrossdresser raccontiracconti con la suoceraracconti gay cinemaracconti xxstorue pornoracconti veri di incestiraccontierotlibri erotici gratiswww.raccontimiluraccontizoofiliaracconti erotici il vecchioacconti gayinculate raccontiracconti erotici travracconti saffowww.eroticiracconti.iterotici taccontistorie hot gratisracconti por noracconti gratis eroticiracconti erotici suocerascambisti storiestorie pornracconti porno ricattomia suocera troiaracconyi pornoracconti erotici gratisracconti storie erotichestore pornoracconti erotici gratiszoofilia raccontiracconti zia troiaracconti porno ita