Mi fai un caffè speciale?

Scritto da , il 2019-11-28, genere masturbazione

Pomeriggio agli sgoccioli, i corrieri sono già tutti passati e noi siamo qui a pettinare le bambole, a cazzeggiare come gli scolaretti che attendono il suono della campanella per la ricreazione.

Giornata stressante chiama obbligatoriamente youporn. Sono al solito alla mia scrivania, oggi ho deciso di non mettere jeans ma un semplice pantalone, quindi l'erezione è ancora più visibile rispetto agli altri giorni.

Oggi seguo il genere fake taxi. Non è un gran che i primi del genere erano più carini in quanto sembravano più spontanei. Ma pazienza. Proseguo nel seguire i video, quando la mia collega, mi interrompe chiedendomi se posso farle un caffè in quanto lei non può fermarsi perchè ancora indietro con il lavoro.

Ovviamente mi offro di farle la cortesia, mi alzo non facendomi mancare di mostrare l'erezione viva e presente.

Arrivo alla porta e la mia collega mi ferma - me lo fai macchiato come l'ultima volta? - Certo rispondo io. Lascio la porta socchiusa, e arrivo alla macchinetta, mi abbasso i pantaloni (siamo al solito soli in magazzino) e mi sego violentemente. I miei ormoni drogati da youporn hanno estasiato il mio cervello, il sangue affluisce pressante sul pisello che è bello duro con le vene spesse, che me lo abbracciano tutto. Mi sego senza ritegno, senza imbarazzo, senza pudore, emetto mugolii di eccitazione con la volontà di farmi sentire dalla collega. Mi tiro le palle, quanto vorrei proprio oggi averle legate, per aumentare ancor di più l'affluenza del sangue al pisello. Sento la cappella umida, sono pronto per venire, quindi decido che è il momento di prendere il caffè. Continuo a segarmi mentre con l'altra mano infilo i soldi e seleziono il caffè e lo zucchero. La macchinetta finisce di erogare, prendo il bicchiere e lo avvicino alla cappella, in modo da erogare pure io...

Vengo e anche copiosamente, emetto un gemito di godimento. Quando tutto lo sperma è nel bicchiere, mi pulisco la cappella con le dita, me le lecco per pulirle, poi mi risistemo e porto il caffè alla mia collega, che la trovo in piedi accanto alla mia scrivania.

Le porgo il caffè, e lei nel ringraziarmi mi dice che mi ha restituito l'evidenziatore che le avevo prestato, io lo prendo, sento che è umido, la guardo e sorrido, poi porto l'evidenziatore al naso e mi tolgo il dubbio rimasto: sa di umori. Guardo la mia collega, mi porto l'evidenziatore alle labbra e dopo averle donato un nuovo sorriso le propongo una pizza.

Questa serata non può finire così.

********************************

Per info e condivisioni:

Blog: / />
Mail:

Telegram:

********************************

Questo racconto di è stato letto 2 5 9 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti di tradimentierotciracconti erotici mogliemia mamma è una troiastorie pirnoperetta raccontiinculata involontariaracconti erotici vecchioracconti sesso gratisracconto di un pompinoraconti picantiraconti pornoracconti erotici segaraccontierotracconti erotici caniracconti bsdmracconti erotici tetteracc lesbomio marito e cornutostorie cucklodracc sexerotici raccoerotica raccontiracconti erotici gay & bisexracconti animal sexfisting estremiraqcconti eroticiracconti incetoracconti erotici anzianosesso trioracconti erotici porcaracconti erotici in ufficiostorie transninfomane raccontierotiche storiewww.racconti-erotici.itincesto confessionipompino sotto tavoloracconti erotici forum al femminileracconti di escortracoonti eroticiracconto porno gratisraccpnti pornoracconti erotici mamma e figlioracconti erotici scuola mediaracconti erotici proibitierotica raccontiracconto erotico professoressastorie milfraconti erotici 69i racconti del clistereracconto erotraccontieroticcornuto raccontoracconti porno donneraacconti eroticierotic raccontistorie porcornuti raccontigeneri eroticisuocere troieracconti di miluracconti eoriticiracconti rtoticigay inculato da cavallostorie etoticheracconti hard con animaliracconti pornograficiracconti pprnoracconto lesbiche