Tra moglie e marito, non mettere il cazzo

Scritto da , il 2019-11-08, genere bisex


Adoro i fine settimana nelle capitali europee, sono piccole pause dalla routine quotidiana, familiare e lavorativa.
L’ultimo è stato a Berlino, capitale che io e mio marito conosciamo benissimo per esserci stati decine di volte, con grande piacere. Stavolta ci torniamo con la mia amichetta del cuore Anna e suo marito, Fulvio. Se vi ricordate, siamo stati insieme in vacanza questa estate e mentre io e Anna scopavamo sia insieme che con qualche bagnino e animatore, mio marito e Fulvio si sono a loro volta divertiti alle nostre spalle. Mio marito mi ha confessato le scappatelle con Fulvio, che si è rivelato un omosessuale dormiente, e non ho potuto dire nulla alla mia amica, che sospetta le tendenze gay del marito ma non ha ancora avuto conferme.
Non dormo serena da agosto…che faccio? Glielo dico che suo marito è frocio e che il mio se l’è scopato in vacanza? Dubbi atroci, potrebbe essere in pericolo anche la nostra amicizia!
Comunque a Berlino decidiamo di andarci insieme. Tra me e mio marito la tensione si taglio col coltello…l’imbarazzo è palese. Anche Fulvio è vistosamente imbarazzato, non sa che mio marito mi ha confessato tutto, ma è una checca isterica e se lo immagina.
Prendiamo un lussuoso hotel in centro, ad Alexander Platz, un 5 stelle con spa annessa. Appena arriviamo nella nostra suite, mio marito mi scopa come un toro, senza neanche posare le valigie per terra! Tutta vestita, mi butta per terra, su un bellissimo tappeto persiano, mi alza il cappotto, la gonna e mi strappa letteralmente le mutandine e mi fionda in fica il suo enorme tarallo e mi da una decina di botte, violente, secche, profonde per poi sborrarmi nella vagina con un urlo disumano! Come suo solito, esce da dentro di me, va in bagno a lavarsi e poi pretende di uscire subito per visitare la città, lasciandomi mezza nuda e piena di seme tra le cosce, ovvero usata e abusata come una vacca da monta…ma lo amo anche per questo!
Nel pomeriggio, lui e Fulvio vanno per musei, io e Anna rimaniamo in albergo nella spa a rilassarci. Inutile dire che siamo rimaste per due ore buone in camera sua a scopare come troie…non vedevamo l’ora. Appena ho chiuso la porta, ci siamo fatte la doccia insieme, masturbandoci con i nostri vibratori, poi con le spazzole del kit del bagno, poi con le bottiglie di shampoo infilate nel culo…insomma, un gran bel divertimento! In ginocchio, sotto l’acqua calda, ci siamo leccate la fica a vicenda, raggiungendo orgasmi mai provati con le bocche maschili…mentre ci lecchiamo i clitoridi ci stupriamo con le dita i nostri culetti morbidi e sodi, nonostante i quasi 50 anni…ci lecchiamo le dita dal sapore gustoso del profumo di femmina…assaporando i rispettivi umori vaginali che ci scendono copiosi dalla fica! Poi passiamo in camera da letto, sopra il bel tappeto che arreda anche la loro suite, un persiano fantastico, ci sdraiamo nude, profumate, incremate per bene…lì ci rotoliamo una avvinghiata all'altra, facendo aderire i nostri corpi uno all'altro, i rispettivi seni piccoli ma sodi a dispetto dell’età, sussurrandoci i nostri nomi e le porcate preferite. Annina è tremenda, è l’unica donna capace di farmi venire un orgasmo dietro l’altro, senza interruzione, con qualsiasi parte del suo corpo. Mi apre letteralmente in due le cosce e si fagocita la mia fica, lappandola come una troia da strada…una lesbica navigata…una puttana d’alto bordo. Anna è capace di tutto! Ricambio, leccandole però il culo all’infinito, finchè non mi gode in bocca…ci masturbiamo sia delicatamente che violentemente, con le dita, i dildo, qualsiasi cosa…abbiamo fame di cazzo, qualcosa che ci riempia la fica…ma anche della nostra sessualità femminile, raffinata, selvaggia, calda. Siamo sfinite, esauste anche del tempo passato a scopare nel lettone caldo e avvolgente, come i piumini tedeschi sanno essere.
Rientrano i mariti, andiamo tutti a cena fuori, io e mio marito ci guardiamo i nostri due amici, tutto sembra normale, Anna è bellissima nel suo provocante vestitino rosso fuoco e le scarpe nere con tacco 12, lui è molto brillante e simpatico…appare una bella coppia, da fuori! Io mi eccito a guardare Anna, la scoperei nel cesso del ristorante, ma ho voglia anche del mio succulento maritino, elegante e affascinante come pochi uomini, ma soprattutto con un cazzo meraviglioso e enorme!
Torniamo in albergo tardissimo e ubriachi…ovviamente il mio consorte mi stupra senza pietà appena entrati in camera, strappandomi via tutto, lasciandomi nuda e solo con i gioielli addosso. Mi lega alla testiera del letto con la mia sciarpa di seta, mi scopa senza ritegno, mi sfonda il culo senza alcuna remora, sono nelle sue mani forti, senza scampo, una preda da sesso…mi gira come un animale allo spiedo, intorno al sua lunghissimo pisellone…forti dell’alcool che abbiamo in corpo gridiamo il nostro piacere e credo che tutto l’albergo lo senta! Mi eccita da morire la situazione nella quale sono impotente, legata, in preda al maschio che abusa di me…finalmente non deve fare tutto la femmina…Lui mi sborra dentro, ovunque, almeno 4 volte…sono imbottita di sperma coniugale! Dall’altra parte del muro, nella stanza attigua di Anna e Fulvio, solo qualche tiepido gemito, breve, e poi basta! Povera Annina, meno male che ha fatto scorta di sesso con me prima…
Il pomeriggio dopo, io e Annina andiamo a fare shopping, i mariti dicono che andranno a fare una corsa e poi ad allenarsi nella palestra in hotel. Noi due rientriamo in anticipo, stanche morte, gli uomini sono ancora fuori, quindi io e lei scopiamo un po’ in camera sua, un paio di orgasmi con i nostri vibratori, giusto per rilassarci, poi Anna si addormenta ed io torno nella mia camera. Lui ancora non è rientrato, ovviamente. Per caso noto che nel trolley manca il nostro gel lubrificante, e l’accappatoio per la spa: mi viene un atroce dubbio!
Scendo nella spa dell’albergo, nell’area riservata ai clienti, alla quale si accede solo su prenotazione, c’è un silenzio quasi tombale, il profumo d’incenso nell’aria, una fitta nebbiolina per i vapori delle varie saune…cammino senza far rumore, passo davanti alla cabina della sauna finlandese ed è vuota, anche quella della doccia emozionale è vuota…in quella del bagno turco intravedo delle ombre. Ho il cuore in gola, mi avvicino di soppiatto, le due ombre si muovono lentamente, sono attaccate, mi nascondo dietro una paratia e osservo la nebbiolina diradarsi, temo…!
Nel bagno turco riconosco, purtroppo, mio marito in piedi, completamente nudo, e Fulvio, il marito di Anna, in ginocchio che gli succhia il cazzo!
Sono sconvolta! Sgrano gli occhi cercando di capire se mi sto sbagliando…ma sono loro due, non ci sono dubbi. Fulvio è impegnato a spompinare il mio dolce maritino, l’enorme cazzo entra e esce dalle sue labbra e lui lo masturba anche con foga, mio marito ha una mano sulla sua testa e lo guida nel ritmo e nei movimenti, schiacciandolo contro il suo pube, quasi soffocandolo col pisellone, come piace fare tanto a lui…
Premessa; so bene dei gusti bisex di mio marito e insieme abbiamo scopato decine di volte con uomini e donne…so anche dei suoi tradimenti con ragazzi giovanissimi della squadra di basket che allena e con i suoi colleghi di lavoro, ma sono storielle estemporanee, scoperte “dopo” e compensate dalle mie scappatelle. Ma qui l’ho sorpreso sul fatto, di fronte ai miei occhi, di nascosto da me…anche se già mi ha confessato che con Fulvio hanno scopato in Sardegna questa estate in vacanza. Ed è vero che io ed Annina scopiamo da anni alle loro spalle…Insomma, però mi brucia il culo e basta sentirmi le corna così!!!
Comunque, mentre penso a tutto questo, mi sto guardando mio marito che si fa succhiare il pisello dal marito della mia migliore amica e mi piace vederli!
Fulvio è abbastanza bravo, devo ammetterlo, solo a vederlo come spompina mi fa venire voglia…si ingoia l’enorme cazzo di mio marito senza difficoltà, lo masturba in tutta la sua lunghezza e gli massaggia anche le grosse palle…si vede che non ha molta esperienza, ha scoperto la sua omosessualità solo da poco mi ha detto mio marito, ma promette bene!
Ogni tanto Fulvio si guarda mio marito col cazzo in bocca e si sorridono entrambi, contenti della loro scenetta…ed io mi incazzo!
Mio marito sta godendo, lo capisco da come si muove, gli mette entrambi le mani sulla nuca e se lo spinge a se, so bene che sta per venire, ho la gola secca dall’emozione…Fulvio accelera il bocchino, mio marito grugnisce…Fulvio diventa rosso in viso…sembra soffocare…mio marito gli ha sborrato in gola!!
Fulvio estrae il cazzo e se lo sega in faccia, mio marito finisce di sborrargli sul viso, due o tre fiotti di sperma gli allagano il muso. E’ uno spettacolo eccitante, la mia mano mi finisce naturalmente sotto l’accappatoio, tra le cosce, dentro la fica umida, e mi masturbo lentamente!
Mio marito poi si inginocchia sua volta davanti a Fulvio, gli toglie l’asciugamano dalla vita, gli prende l’uccello (bello grosso anche quello di Fulvio…) e prende a masturbarlo sorridendo come uno scemo…
Il cazzo gli cresce in mano, poi se lo mette in bocca e inizia uno splendido pompino! Mio marito fa pompini ai maschi da quando aveva 25 anni…è bravissimo…e con me ha migliorato la tecnica! Fulvio gode da impazzire, lo vedo e lo sento gemere…accarezza le testa di mio marito…il frocio bastardo…se lo schiaccia contro il cazzo, mio marito non si fa soffocare e gestisce il pompino da maestro! Bastano pochi minuti della sua fantastica bocca e Fulvio gode in un urlo soffocato e lascia andare una lunga serie di spruzzi di sborra, che mio marito si prende in faccia e sul petto! Mi rendo conto che ho tre dita infilate nella fica, naturalmente entrate mentre mi godevo la scena, e mi parte un orgasmo stupendo che mi tremano pure le gambe…devo appoggiarmi alla paratia per non cadere…sto sudando freddo…respiro anche a fatica con tutti quei vapori!
I due uomini sono tutti nudi, si siedono sulla panchina di legno, parlottano un po’, sembrano due teneri amanti, poi Fulvio si china nuovamente sul cazzo di mio marito, mezzo duro e mezzo moscio, per masturbarlo e succhiarlo ancora, e ogni tanto gli succhia anche i capezzoli…Vedo l’uccello del consorte impennarsi, diventare duro, la cappella gonfiarsi…mio marito prende da un beauty il nostro gel lubrificante (orrore…!!!), fa girare Fulvio sulla panca e lo mette a pecorina, cospargendo il gel tra le chiappe e nel buco del culo dell’amichetto…Fulvio è teso, guarda mio marito con occhi supplichevoli mentre col dito medio spinge il gel nel culo…il cazzone del mio consorte fa paura a uomini e donne!
Poi mio marito si piazza dietro Fulvio, la cappella presa con due dita, l’appoggia nell’ano e lo spinge piano ma determinato, senza pietà come è tipico di lui quando m’incula! Fulvio lancia un gridolino da frocetto…geme…starnazza…il cazzo è entrato tutto, l’ha sfondato…mio marito ha un sorriso diabolico in faccia…lo penetra tutto, Fulvio contrae il viso…gli ha rotto il culo!
La mia mano è praticamente dentro tutta la fica, l’altra solletica i capezzoli induriti…sento quasi lo sfintere di Fulvio spanarsi…e anche il mio! Sto impazzendo di gelosia e di eccitazione…
Mio marito inizia a incularsi Fulvio come un treno, avanti e indietro e avanti e indietro, come un pistone…tenendolo fermo per i fianchi, poi per le spalle…continue botte di cazzo scuotono il corpo del povero Fulvio…entrambi godono come porci…mio marito sorride sarcastico, si gode la scopata dell’amico, mentre Fulvio strilla e geme come una puttanella, masturbandosi sotto la pancia…leccando l’aria con la lingua come un frocio qualsiasi…se avesse un altro cazzo davanti lo spompinerebbe subito!
Io ho l’ennesimo orgasmo, la fica mi pulsa all’impazzata, non so più come godere ancora…mi lecco le dita impregnate di umori vaginali…sono buona!
Mio marito si sfila dal culo di Fulvio, lo gira a gambe in aria sulla panca di legno, lo incula alla missionaria, afferrando le sue caviglia e tenendole sollevate…sembra scoparsi una femmina! Rientra nel culo con violenza, Fulvio strilla il suo dolore/piacere e continua a masturbarsi come un pazzo…mio marito è scatenato, sta godendo come un maiale...lo vedo…lo sento…non so che darei per essere al posto di Fulvio, o insieme a loro in quel bagno turco. Mio marito prosegue con l’inculata, poi diventa paonazzo, affonda sempre di più il suo bastone nel corpo dell’amico, poi gli afferra il cazzo e lo masturba finché dalla cappella di Fulvio non sgorga un fiume di sborra incredibile, copiosa, violenta…lui strozza un urlo…sgrana gli occhi guardando mio marito, che continua a segarlo sino all'ultima goccia. Poi gli allarga di più le cosce e lo scopa sino a sborrargli nel culo a sua volta…lo sbatte con violenza, Fulvio quasi sviene per l’emozione…lo sta riempiendo di sperma come un cannolo siciliano!
Mio marito si sfila e finisce di masturbarsi sopra il cazzo e le palle dell’amico…Fulvio poi lentamente si solleva e inchinato si ingoia il cazzo sporco del mio consorte, pulendolo per bene. Hai capito il frocetto!
Io sono sconvolta, dalla visione di quella scena e dagli orgasmi che ho avuto…per un attimo mi sono trovata anche due dita nel culo e due in fica…assaporando con l’immaginazione la penetrazione anale di mio marito!
I due maschi si lasciano andare sulla panca, il vapore li avvolge e quasi scompaiono nella nebbiolina. Mi chiudo l’accappatoio e mi allontano in silenzio dalla “scena del crimine”…ho il cuore in gola, il respiro corto…salgo in ascensore verso la nostra camera quasi piangendo. Scoprire le corna del marito, e poi con un altro uomo, non fa mai bene. Per qualsiasi motivo…
L’istinto è andare da Annina e raccontarle tutto, e poi scoparla! Ma mi blocco, non saprei cosa dirle…passo davanti alla loro camera in punta di piedi, entro nella nostra e mi faccio una doccia, sono piena fradicia di umori vaginali e anali. Sotto la doccia sento mio marito che rientro fischiettando, lo stronzo…
Il seguito sono fatti tra moglie e marito…

Questo racconto di è stato letto 4 4 9 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


storie porno cuckoldracconti ragazzeculo rottracconti prnostorie poenoscoparsi la vicina di casafeticismo raccontirqcconti eroticiracconti erotici incesto padre figliaracconti feticistierticiraccontiracconti porno ginecologola zia eroticaracconti porrnoracconi pornoscambio di coppiemia zia è una porcamoglie puttana raccontisottomessa racconto di una segretariaporno racconti eroticimia moglie in toplessracconti roticiil cazzo di mio cognatoraccontiincestiracconti scandalosiracconti erotici di tradimentoracconti di piedihot raccontiracconti donne sposatestorie erotiche cuckoldracconti di sesso con animaliannunci 69 racconti eroticiraccontifetishracconti erotici amatorialistori pornoracconti erotici.itracconti lesbo verisesso porno raccontiannunci racconti 69raconto pornomia cugina vanessaracconti erotici gratisracconti erotici vissutiracconti incesto lesbicoracconti erotici cugineraxconti eroticiputtanonaraccomti eroticirscconti eroticistorie hard gratismamma eroticaeroticiraccracconti porno italiaracconti poenoi piedi di mia suoceraerotici racconti i generistorie di coppiegeneri dei racconti eroticiracconti ertoticipiedi femminili raccontiracconri eroticircconti pornoracconti etoticinuda per scommessaracconti porno cornutostorie transexracconti 69 gaystorie di straponstorie erotichstorie mogli troieracconti porno incestgeneri dei racconti eroticimigliori racconti eroticinonna eroticaorgia incestoracconti erotici caniracconti erotici con caneracconti transessualigay al cinema pornoracconti softracconti zozzierotici rccontiracconti erotici di coppieracconto erracconti erotici.racconti di moglie troiaracconti erotici culo rottoraccinti erotici