Paola la mia Dea 2

Scritto da , il 2019-11-07, genere dominazione

Come ordinatomi alle 20 sono sotto casa sua, citofono, si fa attendere come sempre. Uff che sofferenza.
Finalmente mi apre, corro al portone, sento la chiave che gira nella serratura, la porta si schiude appena, faccio un balzo in avanti , appena metto un piede nel suo regno, mi appare dinnanzi. Oggi è ancora più bella di ieri .
Come mi ha insegnato faccio un genuflessione ,porto anche l’altra gamba impari e mi inginocchio. Lei si avvicina mi permette di baciare le sue mani.
Profumano di di crema , sono morbidissime, non vorrei lasciarle ma lei fa uno scatto indietro mi prende per la nuca e mi porta la testa al suo centro. Mi schiaccia la testa sulla sua pancia . Rimango sorpreso , non capisco cosa devo fare. Mi domando cosa stia per succedere.
Alza il suo vestito , lungo , verde, attillato .
Bacia mi dice . Resto così, inebriato del suo profumo meraviglioso.
Le pressione sulla mia testa aumenta a dismisura . Mi schiaccia sempre più giu.
Senza rendermene conto ho le labbra sulle sua vagina. Ha le mutandine umide.
Annusa mi ordina In modo secco.
Non so quanto tempo passi, ho perso la cognizione del tempo.
Ma quando mi dice basta così, spogliati e seguimi , capisco che indipendentemente da quanto tempo sia passato, non è stato abbastanza.
Mi metto nudo, lei si siede sul divano, accavalla le gambe .
La vedo da distanza proibitiva, troppa per non soffrirne .
Mi ordina di raggiungerla, ma non a quattro zampe come sempre.
Striscia qui ai miei piedi . Metti le mani dietro la schiena .
Mi stendo sul pavimento , fortunatamente non è gelido .
Inizio a muovermi goffamente.
Basculo con le spalle, ondeggio con le anche, ma avanzo pochissimo .
Lei ride di gusto, quando sono ai suoi piedi , mi deride .
“ c’è ne hai messo di tempo mio verme. Ne devo dedurre che non sei abbastanza motivato ?”.
Ovviamente no Padrona , le rispondo. Un nodo mi stringe lo stomaco.
Per cercare di scusarmi provo a baciare le sue scarpe, ma le mi stoppa.
“ non ti ho detto di farlo.” Sento un suono e poi un bruciore lancinante sul gluteo destro.
È arrivata una scudisciata terrificante .
Mi contraggo e rimango immobile. Non respiro per qualche secondo .
Lei mi accarezza la testa, “bravo vedo che impari in fretta .”
“ ora inginocchiati , posizione 2 “
La posizione due è sinonimo di restare in ginocchio, schiena eretta, testa bassa e soprattutto tenere le gambe aperte al massimo possibile .
Eseguo.
Mi porge la scarpa destra, la sfilo, con la mano destra appoggio la delicatamente la pianta del suo piede sulla mia mano.
Con la sinistra porgo la scarpa, affianco al divano , posta in modo che quando andrò a riperderla potrò calzare direttamente il piede .
Faccio lo stesso con la sinistra .
Lei scruta ogni mio singolo gesto. È soddisfatta, mi mette il frustino sul mento mi alza la testa e mi sorride.
Si rilassa sul divano e mi ordina di annusarle i piedi.
Mantengo la posizione due, metto il palmo della mia mano sotto il suo tallone , senza forza , senza sollevare la sua gamba
I suoi collant sono umidicci. Annuso annuso annuso.
Mi inebrio, mi perdo nel suo profumo.
Ho una erezione spaventosa. Sono in castità da dieci giorni.
Gli unici momenti in cui posso avere una erezione è appunto quando sono in contatto con il suo corpo.
Alterno il piede destro e sinistro.
Sposto le calza per non perdermi nessun tratto del piede.
Lei è molto rilassata, quasi si addormenta.
Ho la malcapitata idea di alzare la testa per vedere la sua espressione rilassata .
Mi scorge subito . Di scatto si alza .
“ brutto imbecille, somaro, chi ti ha detto di alzare la testa . Lo sai che non transigo sulle posture da mantenere , dopo ti punirò , ora massaggiami i piedi e vedi di farmi tornare a rilassarmi , oppure la punizione sarà ancora Più pesante “.....
Sono mortificato, massaggio i suoi piedi in assoluto silenzio, quasi non respiro per non muovermi, passano minuti di cui non tengo conto .Le mie gambe sono indolenzite.
Non riuscirò ad alzarmi.
Un calcio sulla bocca mi sprona a cogliere che la padrona è sveglia , si alza , le rimetto le scarpe .
“ seguimi somaro” mi ordina.
Non è esattamente facile, non riesco a distendere le gambe .
“ allora ci senti” mi rimprovera.
“Padrona non riesco a muovermi “
Mi viene incontro , mi prende la testa mi schiaccia per terra.
“ allora striscia ebete” . La seguo verso la camera.
Solitamente li vengo punito, infatti non mi sbaglio.
Mi ordina di mettermi in piedi. È leggermente più facile di prima .
Mi sforzo mi alzo in piedi.
Mi mette le polsiere e porta le mie braccia in alto.
Tira la corda passata sulle polsiere . Sono legato modello carrucola . Tocco appena con le dita dei piedi.
Mi guarda, sogghigna : “ ora ti faccio capire chi comanda e cosa succede a non fare quello che dico .”
Deglutisco , mi fanno già male i piedi.
“ ah dimenticavo “ aggiunge lei: “ vedi di tenere a bada il verme , non voglio vedere erezioni. Ti appendo per il cazzo, lo sai che sono capace di farlo.”
Mi passa dietro la schiena . Si avvinghia sulle mie spalle e scende fino ai capezzoli, li sfiora , li stringe infine li torce.......
Un urlo più forte di me si diffonde nella stanza.



Continua

Questo racconto di è stato letto 1 0 7 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti porno freeracconti a69raconti erosstorie cornutoraccobti eroticiraconti miluraccontizoofiliaracconti di milfracconti di inculateeritici raccontiracconti erotici con animaliho scopato mia ziasesso hard con animaliracconti oseracconti ingoioracconti erotici mareracconti incesti suocereracconti erotici di donne anzianestorie fetish piediracconti hard incestonel culo di mia suoceraracconti spankingracconti icestostorie di donne maturestorie hotricatto racconti eroticiracconti orgiaracconti erotici nel culoho inculato mia madreracconti sesso sfrenatowww racconti gay comclistere storiestorie spinteracconti erotici di mogliestorie di solletico eroticoracconti erotici donne matureracconti brevi di sessoraconti sexracconto bdsmlesbicareraccontieroticoerotico storiestrapon raccontiil cazzo di mio nipoteracconti ginecologoracconti eritrocitiwww.eroticiracconti.itmoglie esibizionista raccontierotici raccontoracconti erotici violentataracconti di sesso al cinemasi fa scopare dal caneerotici racconti.comraccinti eroticiracconti grannypaola travti sborro dentroracconti porno pretimariti cornuti e umiliatiracconto lesbichescambio coppiaracconti eorticiracconti erotici sissystorie feticismo piedira cconti eroticisuocera eroticamoglie infedele raccontinuora porcaracconti porno analincesto madre figlio raccontitacconti pornostorie vere eroticheracconti porno estremiracconti di mamme incestuoseracconti erotici annuncio 69racconti sottomissioneraccont69racconti erotici con suoceraraconti eroticoracconti gay annunciracconti erotici con cognataacconti eroticicconti pornoculi rotti raccontiracconti reali incestiracconti scopateraccconti eroticirqcconti eroticiracconti massaggistorie ertichelibri erotici onlineraccontierotracconti di zoofiliaracconti erotici prima voltaracconti erotici pissing