Valentina ripetizioni 16

Scritto da , il 2019-11-05, genere dominazione

Valentina 16

il regalo tanto atteso di Angela in attesa del bukkake.......
Un oretta di macchina ed arriviamo al centro spa, parchegiammo, entrammo.
Il centro era davvero bello, elegante ed accogliente. Appena rinnovato era un misto di tradizione ed innovazione, ci presentammo alla reception, una ragazza ci chiede i documenti, ci registra ci da la chiave e un altra ragazza ci accompagna nella stanza, davvero bella spaziosa, luminosa, con un letto matrimoniale, appoggiamo i trolley per terra, e finalmente sole.... ci guardiamo negli occhi per un po senza dire niente e i nostro sguardo sfocia in tenerissimo abbraccio, restiamo abbracciati per un po, ma veniamo interrotte dal bussare della porta, Angela va ad aprire e di nuovo la ragazza che ci aveva accompagnata. E consegna asciugamani, accappatoio, e ciabatte, “SIGNORA PER LEI E PER SUA FIGLIA....” Angela mi guarda e teneramente mi sorride, “FRAGOLINA HAI SENTITO? SIAMO MAMMA E FIGLIA.” Angela quasi si commuove a pronuciare quelle parole... ha gli occhi lucidi, si avvicina a me. “VALENTINA HAI SENTITO SEI MIA FIGLIA” subito le sue labbra erano sulle mie, morbide calde delicate che mi sfioravano e accarezzavano, risposi al bacio e lentamente le nostre lingue iniziarono a cercarsi ci stringemmo in un abbraccio come a diventare un unica persona. Senza mai smettere di baciare quelle labbra meravigliose.... ci avvicinammo al letto e ci stendemmo una sopra l'altra come se le nostre bocche non fossero materialmente in grado di staccarsi, le mie mani iniziarono lentamente ad esplorare quel fisico straordinario, mi piaceva e non avrei voluto smettere mai, senti la sua pelle cotto le mie mani morbida e liscia salii lungo la schiena sino alle spalle quando improvvisamente si fermo e si stacco da me mi guardava era seduta a cavalcioni su di me continuava a fissarmi e senza dire nulla si sbottona la camicetta mostrandomi in suo seno abbondante una quarta circa ma sodo stretto in un reggiseno semplice ma che pareva soffocarlo, si tolse anche quello e si chinò di nuovo in avanti sopra me, sentivo il suo seno contro il mio, lo accarezzai mentre avevamo ricominciato a baciarci, sembravo in trance impazzita e l'unica cosa che volevo era baciare quelle tette meravigliose mi sentivo come una bimba di due anni, gli chiesi quello che volevo e me lo porse proprio in bocca, iniziai a succhiare e leccare lentamente tutto il seno tenendolo tra le mani prima uno poi l'altro i capezzoli erano duri come noccioline sempre piu in fuori quasi a implorare di essere succhiati e non mi sono fatta pregare li succhiavo e mordevo e leccavo come non immagiavo nemmeno si potesse fare, di tanto in tanto guardavo il suo viso estasiato da cio che stavo facendo per un attimo mi sono fermata e mi sono tolta camicetta e reggiseno anche io per poi tornare a baciarla prima sulle labbra poi sul collo e giu lentamente di nuovo sul suo seno mentre le mie mani accarezzavano tutto il suo corpo. Iniziò anche lei interropendomi a baciare il mio seno abbondante anche il mio... mentre io la baciavo sul collo sentivo le sue mani sul mio corpo e mi sentivo bruciare quando con una mano mi sbottonò la gonna, e ricominciò a baciarmi mentre la sua mano si infila lentamente dentro gli slip. Non capivo nulla e sentii esplodere il primo orgasmo mentre mi accarezzava e mi baciava, sono certa se ne accorse perfettamente perché si fermo e mi sfilò gli slip, e si avvicinò con la bocca al mio monte lo bacia poi nell'interno coscia poi sulle labbra, ho sentito la sua lingua calda disegnare tutto il contorno delle mie labbra in quel momento ho avuto una altro orgasmo mi sentivo stupita come non ne avessi mai provato uno, sconvolta e sfinita ma non volevo si fermasse non avevo mai provato nulla del genere, non si fermò sentii lentamente la sua lingua insinuarsi tra le labbra a cercare il mio clitoride, lo massaggiò e succhiò prima delicatamente e poi piu pesantemente ha allargato le mie labbra con le dita ed ha iniziato a leccare il clitoride piu pesantemente salendo e scendendo dal buco sino al clitoride sempre più pesantemente e velocemente non ci volle molto a farmi impazzire e a farmi godere come non mai bevve tutto fino l'ultima goccia e risalii a baciarmi. “ UNA VERA MAESTRA DEL SESSO” Ero esausta e sfinita ma la volevo piu di ogni altra cosa e mentre mi baciava iniziai a toglierli la gonna e slip, la stesi sul letto e mi abbassai fino a trovarmi di fronte al suo monte lo guardai e mi parve anche bello per un secondo mi sono chiesta cosa stavo facendo ma la risposta non era di mio interesse e ho iniziato a baciare lentamente quella bella figha la baciavo lentamente... solo dopo averla baciata tutta inizia ad accarezzarla con la lingua con la punta solo in esterno e sentivo il suo respiro sempre più pesante e mentre con la lingua l'accarezzavo la sentii godere contrarsi e pregarmi di non smettere, e non lo feci inizi a a raccogliere con la lingua il suo succo che colava abbondante lentamente, dopo averla pulita bene fuori lasciai scivolare la lingua tra le labbra fino ad incontrare il suo clitoride duro e gonfio... mi sembro un altra lingua che sembrava rispondere al vorticoso movimento della mia. Il suo sapore era fantastico e mi piaceva da impazzire giocare con il suo clitoride le allargai le labbra con due dita e lo vidi li di un roseo vivo che spuntava gonfio e pronunciato lo presi in bocca mentre con un dito iniziai a masturbarla si contorceva ad ogni mio movimento e più si agitava più mi faceva impazzire continuai a succhiarle il clitoride e a masturbarla ancora sempre più forte iniziando a leccarla dal suo buco a su sino al clitoride, quando sentii il suo piacere arrivare alle mie dita scesi e misi la mia bocca sul suo buco cercando di raccogliere quanto piu potevo del suo piacere lo succhiai mentre usciva direttamente dal buco era buonissimo.... un miele dolcissimo.... Risalii sino a lei la baciai e e ci stringemmo in un lungo abbraccio tenerissimo.... stordite da quel meraviglioso amplesso, Angela mi sussuro nell'orecchio. “FRAGOLINA TUTTO QUESTO E' SEMPLICEMENTE SUBLIME.... CON TE E SEMPRE COME FOSSE LA PRIMA VOLTA, PERO' ADESSO DOBBIAMO FESTEGGIARE IL TUO COMPLEANNO.” Apri il suo trolley e tirò fuori un pacco regalo, una bottiglia di champagne e due flut, ci sedemmo sul letto, mi baciò teneramente sulle labbra e mi consegnò il regalo. “TANTISSIMI AUGURI AMORE MIO.... FRAGOLINA STAPPA PRIMA LA BOTTIGLIA E POI APRI IL REGALO”
Cosi feci stappai la bottiglia versai lo champagne nei flut e brindammo, curiosa come una bambina, e con le lacrime a gli occhi scartai il regalo, mi asciugò le lacrime dolcemente Con le labbra. “FRAGOLINA CHE C'E' NON TI PIACE IL REGALO?” gli dissi piango per la felicità, perche tutto questo che mi sta succedendo è meraviglioso...... mi strinse di nuovo a se e mi disse dai provalo, finii di scartare il regalo, un bustino di pelle, con reggicalze un mini perizoma di pelle, calze, e un frustino. Tutto riorosamente neri. Indossai il bustino bellissimo, mi teneva il seno su, ed arrivava all'altezza dei capezzoloni, il capezzolo e metà areola, uscivano fuori,le calze non avevano la fascia di pizzo, ma di pelle, le abbottonai al reggicalze e per ultimo indossai il mini perizoma.... Angela mi guardava dalla testa ai piedi."AMORE MIO SEI UNA FAVOLA TI STA A PENNELLO QUESTO COMPLETINO, UNA VERA PADRONA... FRAGOLINA SEI UNO SPLENDORE, ANZI MISTRESS VALENTINA... AMORE OGGI E DOMANI SARÒ LA TUA SCHIAVA, PUOI FARMI QUELLO CHE VUOI, NEL MIO TROLLEY C'È UNA BORSETTA E CI SONO ALCUNI OGGETTINI CHE PUOI USARE SU DI ME, PUOI FARMI DI TUTTO, MI PUOI DIRE ANCHE COME MI DEVO VESTIRE, MI PUOI ANCHE INSULTARE, IN QUESTI DUE GIORNI TI È PERMESSO TUTTO, IO ACCETTERÒ QUALSIASI COSA CHE TU VORRAI, OSA AMORE OSA, E MI RACCOMANDO NON INTIMIDIRE E NON TI DISPIACERE E SOPRATUTTO NON FARTI INTENERIRE DALLA MIA SOFFERENZA... SONO LA TUA SCHIAVA... IL FRUSTINO E IL TUO STRUMENTO PER FARTI UBBIDIRE..." mi disse aspetta un po' prese il suo smartphone e abbiamo incominciato a guardare insieme video di femdom, maledom, sculacciate, frustate, tortura dei capezzoli e negazione dell’orgasmo. Erano cose nuove per me e le trovai fortemente erotiche ed eccitanti. Ero un po titubante, però questo nuovo ruolo m'intrigava tantissimo.... mi sedetti sulla poltrona con il frustino in mano, e la chiamai, schiava vieni vicino a me, lei rispose si padrona con il frustino iniziai ad accarezzarla, partii dalle labbra, fino a scendere piano sul seno e con la punta del frustino gli stuzzicavo i capezzoli, più gli stuzzicavo e più s'ingrossavano, pian pian scesi sempre più giù fino ad arrivare sul pelo ci giocai un po... mentre succedeva tutto questo la mia figa incominciava a inumidirsi.... feci passare la punta del frustino dentro la fessura e aprendole le grandi labbra della figa si vedeva che già era bagnata, gli stimolai il clitoride e vidi che ebbe un sussulto, e le gambe le incominciavano a tremare, allora insistetti a stimolarle il clitoride, angela inizio a lanciare dei piccoli gridolini segno che stava godendo.... vidi i capezzoli diventare neri e appuntiti come un grosso chiodo, ollora risalii con la punta del frustino fino ad arrivare al seno, ci giocherellai un po nel frattempo gli infilai due dita nella figa e la stantuffavo dolcemente, avevo le dita intrisi del suo dolce nettare. Gli tirai fuori, Schiava puliscimi le dita, adesso girati. "si padrona" gli accarezzai tutta la schiena con il frustino fino a scendere sul sedere, gli infila la punta nel solco del fondoschiena fino ad arrivare sul fiorellino rosa.. intinsi due dita nella figa allagata e presi un po di dolce nettare e lo spalmai sulla rosellina del culo, e con un colpo deciso gli feci entrare le due dita nel culo... glielo stanruffai per un po di tempo, incominciai a prenderci gusto nel mio nuovo ruolo... spalancai le gambe e gli ordinai. Schiava inginocchiato e prosciugami la figa con la lingua, la lingua di Angela sembrava un velluto, godevo come un cagna in calore... Schiava alzati e appoggia le mani sulla poltrona la feci sporgere un po il culo e inizia legermente a frustarla il culo, più i colpi aumentavano, più diventavano più forti, sentii Angela lamentarsi un po di più, e vidii il sedere arrossarsi un po mi bloccai. schiava per adesso ci fermiamo facciamo pausa..."FRAGOLINA MIA SEI STATA MERAVIGLIOSAMENTE BRAVA, NON AVEVO DUBBI CHE SARESTI STATA ALL'ALTEZZA." Ci sedemmo sul letto e sorseggiammo un altro buon bicchiere di champagne, mi chiese se volevo uscire per fare due passi, gli dissi che era troppo bello stare insieme a lei in camera.... gli chiesi se avevo sbagliato qualcosa nel mio nuovo ruolo da mistress, mi disse. "NO AMORE MIO SEI STATA MERAVIGLIOSAMENTE PERFETTA,DEVI SOLO CAMBIARE UN PO IL TONO DI VOCE DEVI AVERE UNA VOCE PIU' AUTORITARIA, E DEVI ESSERE PIU' VOLGARE CON LA TUA SCHIAVA, IL RESTO E PERFETTO. ADESSO POSSIAMO FARE ANCHE UN BRINDISI ALLA NUOVA NATA... MISTRESS VALENTINA..." lo champagne incominciava a fare il suo effetto... che scherzosamente dissi ad Angela, schiava leccami I piedi, si padrona, si chino e inizio a leccarmi I piedi, iniziai a bagnarmi di nuovo... incominciai a prenderci gusto.... e rincasai la dose. Schiava vai a prendere nel trolley la borsa dei giochini e portala da me. Nella borsa c'erano dei bei giochini sfiziosi, due vibratori di metallo, due plug anali, morsetti per capezzoli, palline anali, due strapon, gel lubrificante aroma vaniglia, due collari e delle fasce di raso nere. Gli chiesi quale preferiva. "PADRONA LI PREFERISCO TUTTI, L'IMPORTANTE CHE MI PROVOCANO PIACERE E SOFFERENZA..." Schiava adesso ti devi vestire come una puttana total white, devi indossare per me, collant bianco con l'apertura al cavallo, perizoma e reggiseno di velo trasparente bianco, gonna corta, e camicetta bianca. Puttana vieni da me la prima cosa devi indossare e il collare. "SI PADRONE" gli indossai il collare e gli sbottonai la camicetta, gli tirai fuori il seno dal reggiseno, per applicarli i morsetti ai capezzoli, ma erano troppo invitanti per non farmi una ciucciata, ci giocai un po con la lingua e con i denti mordicchiandoli... gli applicai i morsetti e iniziai a schiaffeggiarli le tette, più glieli schiaffegiavo e più stringevo i morsetti... Angela gemeva come una cagna... gli infilai la mano sotto la gonna era un lago, "puttana hai il perizoma nuovo, zuppo di umori, per qesto meriti una punizione girati e alzati la gonna" "SI PADRONA" si girò spostai il perizoma e gli infilai due dita nella figa allagata, presi un po di miele dalla figa e le lubrificai il buco del culo e dolcemente gli infilai a una a una tutte sei le palline nel culo, poi pian piano gliele sfilai. Ripetei questa operazione per quattro cinque volte. Presi il plug e ci spalmai sopra del gel lubrificante, e giocai un po con il buchetto già dilatato dalle palline, e in un battibaleno venne risucchiato dal buco del culo... gemeva sembre di più Angela, e continuava a dirmi “GRAZIE PADRONA”, con il vibratore alla massima velocità gli solleticavo il bottoncino del clitoride, e incominciai a vedere dei rivoli di miele che scendevano dall'interno delle cosce.... anchio godevo tantissimo mi masturbavo con la mano, “puttana che ne dici se facciamo una pausa e beviamo un altro bicchiere di champagne? “SI PADRONA” bevemmo un altro po di champagne. poi mi venne in mente la prima volta che avevo lesbicato con una mia amica, che ci siamo masturbate a vicenda con il collo di una bottiglia di prosecco..... lo volli rifare con Angela, “puttana mettiti a pecora voglio scoparti con la bottiglia di champagne, Angela ubbidii imediatamente, presi la bottiglia e feci cadere un po di champagne sul solco del sedere, sfilai il plug e avvicinai la bottiglia al buco del culo pian piano la introducevo dentro che goduria.... la facevo entrare ed uscire, Angela continuava a godere come una vacca... perchè continuava a dire “GRAZIE PADRONA” sfilai la bottiglia da culo e ci infilai di nuovo il plug, “puttana voi lo champagne nella figa?” “SI PADRONA” e pian piano infilai il collo della bottiglia nella figa simulando una scopata nella figa.... Angela dal godimento si dimenava come una matta, gli sfilai la bottiglia e gli chiese se gli era piaciuto, “SI PADRONA” “sei una puttana stai godendo come una vacca da monta...” puttana voglio concludere in bellezza, mi venne in mente una scena che avevo visto prima sul suo smartphone, una donna veniva legata mani e piedi sul letto,e con un cuscino sotto la pancia, veniva scopata figa e culo da un altra donna con un strapon. “Puttana vai sul letto che ho una voglia matta di scoparti”, Angela ubbidii immediatamente la feci mettere a pancia in giù li posizionai un cuscino sotto la pancia, gli divaricai le gambe e li legai ai piedi del letto con le fasce di raso nero che aveva portato, la stessa cosa feci con le braccia le legai alla testa del letto, indossai lo strapon e salii sul letto mi posizionai dietro e mi chinai per assaporare il dolce miele che usciva dalla figa allagata di Angela, gli sfilai il plug e c'infilai la mia lingua, dopo una bella slinguata di figa e culo gli puntai la capella dello strapon sulle labbra della figa, e lo infilai piano piano tutto dentro e incominciai a pomparla prima piano e poi sempre più veloce la pompavo di brutto, dopo un po volli cambiare buco il tragitto fu breve che Angela si trovò piantato lo strapon nel culo, la stantuffavo per bene nel culo i colpi erano più forti e più lenti, adesso Angela gemeva sempre più forte la volli ricompensare con quattro dita a mò di cucchiaio nella figa, le mie dita si muovevano sempre più velocemente, sentii un lungo rantolo di liberazione e goduria... la mia mano e le mie gambe vennero raggiunti da una spaventosa eruzione di lava incandescente..... Angela aveva squirtato.... eravamo sfinite, mi accasciai a fianco a lei e ci guardavamo negli occhi, e Angela con la voce flebile mi disse “FRAGOLINA SEI STATA MAGNIFICA BRAVA!” La slegai e ci abbbracciammo, “AMORE CHE NE DICI SE ADESSO CI RIPOSIAMO UN PO? CHE DOMANI CI ASPETTA UN BEL TOUR DI CAZZI, E QUALCHE LITRO DI SPERMA....” L'ultimo bacio tenerissimo sulle labbra, spegnemmo la luce e dormimmo abbracciati per tutta la notte........

Questo racconto di è stato letto 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti erotici casalinghemoglie inculata prima voltaeroticiracracconti di clisterestorie potnostorie erotiche piedipiringeoracconti mamme incestiracconti erotici famigliai generi dei racconti gayi generi racconti eroticiracconti milunudastorie hot gratisracco ti eroticigeniv storiei pompini di mia madreracconti erotici gay prima voltalibri erotici lesboculi rotti raccontiracconto primo pompinostoriedi sessostorie feticismo piedi69 racconti eroticimio marito bisexracconti erotcistorie eroticracconti/eroticistorie di erotismoracconti troiaracconti erotici superdotatoschiava aziendale 7racconti fayracconti picantizoofilia raccontiracconti suocera generoracconti erotici moglie scopatasex storieliberaevaracconti erotici caccaio milùracconti di zoofiliamoglie esibizionista in vacanzaracconti sesso incestimia cognata e una troiaracconti erotstorie zoofiliaracconti incestracconti di sesso veroracconti maritoracconti porchiraccontu eroticiracconti hard nonneracconti feticismodonne mature raccontiracconti erotici cuginaracconti di masturbazione femminileracconti di sesso con superdotatiracconti gay italianiracconti di sesso con superdotatiracconti pornpracconti erotici suppostaorge raccontisexo con animalimogli puttane raccontiracconti moglie al cinemaincesto con la nonnaracconti erotici suppostastorie porniblog marito cornutoerotico raccontiracconti minuracconti erotciracconti di slaveracconti cucklodle tette di mia cuginapiedi maschili raccontistorie porno sorellaracconto erostorie erotiche vere