Operaio eccitato - parte 5

Scritto da , il 2019-10-10, genere gay

Fausto constatò, quella sera a casa, che l'orgasmo avuto nell'ufficio del presidente l'aveva in effetti abbastanza "saziato", ma quando fu a letto constatò che la cintura di castità lasciava libero accesso all'ano e subito gli venne l'idea di "masturbarsi" stimolando la prostata. Prese un cetriolo ricurvo, lo coprì con un preservativo, lo cosparse di lubrificante e iniziò ad autopenetrarsi. Immediatamente il pensiero gli andò a cosa sarebbe successo l'indomani. Si eccitò notevolmente; sentiva il cazzo premere sulle pareti metalliche della cintura di castità e sentì chiaramente di secernere un grande quantità di liquido trasparente, ma non riuscì a raggiungere l'orgasmo.
La mattina successiva, mentre si recava all'ufficio del presidente, sentì che gli stava tornando durissimo.
"Chiudi la porta a chiave" gli ordinò il presidente appena ebbe varcato la soglia.
"Adesso spogliati e avvicinati che ti tolgo la cintura"
Appena liberato, il fallo di Fausto scattò verso l'alto.
"Ah! Il serbatoio del pre-sperma è ricolmo... Scommetto che ti sei infilato qualcosa nel culo. Ho indovinato?"
"Sì, signor presidente"
"Sei di nuovo così eccitato che l'unico modo per metterti in condizione di lavorare è una bella dose di cazzo... "
Fausto sentì una fitta alla gola, si accorse che il suo ano si stava contraendo e rilassando in maniera del tutto impulsiva, fuori controllo.
"Appoggia il busto e le mani sulla scrivania"
In quella posizione Fausto esponeva il culo verso il presidente, mentre il fallo eretto veniva piegato verso il basso, premuto contro la scrivania.
Il presidente lubrificò abbondantemente il retto di Fausto, approfittando dei momenti in cui il buco si dilatava spontaneamente.
Fausto sentì poco dopo che il presidente appoggiava la cappella sul bordo del suo orifizio anale. Sentì il calore e il peso di quel fallo appoggiato, pronto a farsi strada nel suo culo. Gli venne spontaneo dare una spinta indietro per farlo entrare, e così iniziò a prendersi il cazzo del presidente da solo, spingendosi sempre più indietro col culo, fino a sentire che ce l'aveva tutto dentro.
Il presidente lo lasciò fare, limitandosi a dirgli, alla fine:
"Hai una voglia di cazzo che ti porta via, vero?? Adesso te la faccio passare io."
Iniziarono le spinte del presidente, che colpivano proprio sul punto più sensibile della prostata di Fausto. L'operaio sentiva il piacere interno crescere costantemente e propagarsi dalla radice del fallo verso la cappella. Avrebbe voluto restare così, impalato e fottuto brutalmente, per tutto il resto della vita... con pochi attimi di preavviso sentì un'impennata di piacere e iniziò a sborrare copiosamente sul pavimento. Gli schizzi di sperma uscivano dal suo cazzo come fossero stati getti di latte munto da una mammella di vacca. A ripetizione, per più di due minuti, Fausto continuò a eiaculare provando orgasmi multipli. Il presidente gli tappò la bocca con una mano quando stava cominciando a urlare di piacere, e su quella mano Fausto continuò a mugolare per tutta la durata dei suoi orgasmi. Alla fine sentì che il culo si stava riempiendo di liquido caldo. Il presidente stava sborrando, mentre mormorava "Cazzo, sei un vero maiale... e hai un culo da sballo".

Fausto, nei mesi seguenti, diventò un perfetto schiavo sessuale al totale servizio del presidente. Arrivarono al punto che il presidente lo faceva stare per tutta la giornata accovacciato sotto la scrivania, invisibile dall'esterno, a succhiargli il cazzo mentre lui telefonava, riceveva clienti, parlava con la segretaria... a fine giornata lo fotteva per bene, spremendogli fuori dai coglioni tutto lo sperma accumulato nella giornata, e lo costringeva a leccare via tutto il pre-sperma colato sul pavimento nelle ore precedenti. Qualche volta se lo portava anche a casa, per poter dormire col cazzo ficcato nel suo culo per tutta la notte.

FINE

Questo racconto di è stato letto 1 1 0 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti moglie scopatatacconti eroticierotico raccontotroie suocereracconti feticismoracconti erotici tra suocera e generoracconti travestitimadre padronanonna pompami fotto mia cuginaracconti amatoriali per adulti in famigliastorie vere hardstorie erotiche italianewww.incesti.comracconti piediniracconti erpticiracconti erotici mracconti bollentiracconti eroiticiracconti erotici i generiracconti ewriterstorie porno italianeracconti moglie cinemaraccotni eroticiracconti porno illustratiraccontidiincestiracconti di fantasie erotichestorie di straponracconti eroserotici racconti miluracconti di pornoi piedi di mia ziaeroriciraccontiracconti erotici porcastorie di tradimenti pornoannunci69.iyracconti porno con animaliracxonti eroticiracconti erotci 69mature racconti eroticimia suocera è una troiaracconti sesso con animaliseghe raccontiracconti 69 eroticiracconti di sesso gratisracconti sexa mia moglie piace farsi guardareracconti di sottomissioneracconti prima esperienza gaystorie eriticheracconti eroti ciracconti sesso genivracconti porno tettoneracconti erotici vereclistere erotico raccontiracconti di sesso con caniracconti ricattoconfessionale eroticoracconti erotici i generieroticaraccontieracconti eroticiracconti giochi eroticiracconti reali di incestiracconti veri di sessoracconti padrona schiavoporno incesti raccontiracconti di cuckoldracconti erotici sui piediracconti amatoriali hardho scopato la nonnaorgia raccontoracconti erotici tettoneracconti feetveri racconti pornoracconti porno incintaerotici raccmoglie raccontiracconti veri incestiracconti di sesso gratisravconti eroticiracconti erotici lesbicacollant raccontistorie travestitiracconti di incesti gayla monta delle vacche gayracconti roticistorie di coppiastorie di coppie scambisteracconti sesso animaliraconti hot