Valentina ripetizioni 7

Scritto da , il 2019-10-08, genere dominazione

Valentina 7
La mia prima doppia penetrazione...
Le mie "RIPETIZIONI" andavano a gonfie vele... sia nel'ambito sessuale... sia al liceo perché il mio padrone conoscieva il mio prof di matematica, e sulle mie lacune della materia avrebbe chiuso un occhio... oltre al mio nuovo percorso da schiavetta... anche la mia vita sessuale con il mio ragazzo e non... andava a gonfie vele. Ero diventata proprio una vera troietta con sempre tanta voglia... diciamo che non mi facevo scappare le occasioni... prendevo subito la palla al balzo.
Ero a casa di mio fratello aveva appena portorito la moglie, e nel occasione c'erano altri famigliari. Notai subito il cugino di mia cognata un bel ragazzo sulla trentina, un po per la mia sfacciataggine un po per la mia troiagine mi avvicinai e attaccai bottone... parlammo del più e meno senza volerlo li versai un bicchiere di cola sui pantaloni, mi scusai, prontamente feci il gesto di pulirlo, lui mi blocco dolcemente la mano e mi disse che non era il caso di pulirlo, però continuava a tenere dolcemte la mia mano lella sua... se n'era accorto della mia presenza, continuiamo a ridere e a scherzare, poi a una certa ora dove andare via ma mio fratello ancora non rincasava e data l'ora mia cognata mi disse data la mia età, all'epoca avevo ancora diciassette anni, che non era il caso che io rientravo da sola dovevo aspettare mio fratello. Il cugino prese subito la palla al balzo e disse che siccome doveva andare via anche lui si offriva per darmi un passaggio. Mia cognata acconsenti, io accettai il passaggio, dopotutto gli uomini molto più grandi di me mi attiravano... durante il tragitto siccome avevo un vestitino leggero e causa il finestrino tutto aperto, il mio vestitino leggerissimo svolazzava come un aquilone. per la mia intenzione e la mia troiagine... non facevo nulla per trattenerllo, sempre più frequentemente le sue occhiate sulle mie gambe si fecero più profonde, tanto da dirmi, sono sbarazzini i tuo slip a righe colorate. Sarà stato un po il prosecco che ho bevuto a casa di mio fratello, un po la mia troiagine che spudoratamente, gli dissi a me non interessa il tuo colore degli slip, interessa il contenuto... gli fiondai la mano sul pacco, una notevole consistenza già mezzo in tiro, la mia mano si fece piu audace gli abbassai la zip e c'intrufolai la mano dentro, lui non era da meno iniziò ad acarezzarmi le gambe fino ad arrivare a costatare che i collant e gli slip erano già umidicci... glilo tirai fuori e incominciai a farli una deliziosa sega, ormai il cazzo aveva preso tutto il suo vigore bello duro... le sue dita incominciava a scavare tra i collant e gli slip e la mia fighetta, i movimenti si facevano sempre più veloci, mi buco' i collant con le dita e mi masturbava con la stoffa degli slip nella mia figa, ormai ero un lago... mi abbassò alle ginocchia i collant e gli slip e con tre dita espolorava la mia caverna e bastato che il pollice sfiorasse il clitoride che ebbi un succolento orgasmo... lo volli premiare per l'orgasmo che mi aveva procurato, mi chinai e incominciai con la lingua a lavorare l'asta in piena erezione... me lo infilai tutto in bocca fino a farmi accarazzare la gola con la cappella, mi mise la mano sulla testa e dettava lui il movimento, quattro cinque colpi più profondi che sentii degli spruzzi di spema calda invadere la mia gola... prosciugai tutto fino a l'ultima goccia, dopo averlo pulito delicatamente con la mia lingua la cappella fradicia di sperma e di saliva, mi disse sei bravissima chissà a letto come sei brava... se vuoi possiamo andare a casa, io divido l'appartamento con due miei amici ma stasera non ci sono, ho l'appartamento libero li staremo più comodi... l'idea era accomodante avevo voglia, però non potevo dovevo rincasare, mi venni l'idea di telefonare a mia cognata e dirle di mentire a miei genitori che la notte sarei rimasta a dormire da loro, lei mia complice accettò, telefonai subito ai miei genitori per dirli che sarei rimasta a dormire da marco mio fratello. Arrivammo a destinazione Entrati nell'appartamento mi fece accomodare sul divano e mi offrii da bere altro prosecco... si sedette accanto a me, e il cugino di mia cognata andò subito al sodo... infilandomi la mano sotto il vestitino e palpandomi il seno, mi sfilò il vestito e rimasi con i collant slip e reggiseno, le sue labbra sembravano infocate mi baciava dapertutto... mi tolse il reggiseno e rimase sbalordito dei miei capezzoloni, si stampò sopra la sua bocca come una ventosa... intanto con le mani frugava tra i collant e gli slip, io gli avevo tirato fuori il cazzo e dolcemente lo segavo, lui voleva di più con la mano prese la mia testa e l'avvicinò al cazzo era in piena erezione, iniziai una inesorabile leccata di cazzo,era proprio duro lo volevo sentire dentro di me... staccai la bocca dal totem... mi abbassai i collant mi spostai gli slip e ci cavalcai sopra a smorzacandela la mia fighetta non trovò nessuna difficoltà inghiottire la mazza anche facilitata dall'abbondanza di nettare che eruttava la mia figa. Godevamo tantissimo tutte e due, che non ci arcorgemmo che erano entrati i suoi amici... lui continuava a pomparmi io sobbalzai e d'istinto mi coprii il seno, si giustificavano che per un imprevisto erono costretti a rientrare prima, ci dissero di continuare perche dovevano andare via, sentii Fabio dirmi e un peccato mandarli via io con i miei amici condivido tutto, Valentina che dici si possono unire a noi, esitai un poco ma poi risposi si dai abbiamo tutta la notte davanti a noi... gli amici non se lo fecero ripetere che velocemente mi trovai con i due cazzi di fronte al viso e Fabio che continuava a pomparmi in figa. Non persi tempo volevo assaggiare il sapore degli altri cazzi, uno era lungo ma sottile l'altro bello e massiccio, me li gustavo che un piacere... le mani perlustravano ogni parte del mio corpo, Fabio continuava a stantuffarmi la figa e io avidamente spompinavo i suoi amici sono riuscita a mettermeli tutte e due in bocca, la prima volta che prendevo due cazzi in bocca... uno m'infilò in dito nel culo visto che entrò facilmente né infilò il secondo... disse e bella larga la tua amichetta, non ci pensò due volte sputo' sul mio buchetto e me lo infilò tutto dentro, ero piena in tutti i buchi... si davano il cambio a provare tutti i buchi, io ero in estasi godevo come una cagna... mi pompavano in tutti i buchi per un bel po di tempo, erano giovani e resistenti... Fabio disse che dite se la facciamo fare una bella doccia di sborra, mi fecero inginocchiare davanti a loro a turno li spompinavo li segavo dopo un po incominciai a sentire i primi schizzi di sperma caldo sul viso sul seno, sui capelli, a turno uno dopo l'altro scaricava su di me tanta di quella sborra... il viso e il seno era pieno di sperma, io avidamente prima pulii i cazzi con la lingua poi con le dita raccoglievo la sborra che avevo addosso e me la portavo in bocca... eravamo solo all'inzio... perché Fabio disse agli amici "LA CARA VALENTINA CI FARÀ COMPAGNIA PER TUTTA LA NOTTE"
Decidemmo di rifocillarci un po', Fabio ordinò delle pizze andammo in cucina ad aspettare che arrivarsero le pizze, nel frattempo mi piazzò a novanta gradi sul tavolo e giù di nuovo a pomparmi la figa e gli amici a scoparmi la bocca... di nuovo a turno a trombarmi il culo, quello di Fabio lo sentivo di più era il più grosso... poi come una fabbrica di montaggio a turno svuotavano le palle piene di sperma nella mia bocca, una goduria infinita io che mi masturbavo con la mano, e loro che mi schizzavano in gola. Godevo proprio come cagna in calore... appena svotate le palle arrivò la pizza, ma io ero sazia di cazzi. Approfittai per darmi una rinfrescata ma appena finii di farmi la doccia vidi l'amico di Fabio già fi nuovo in tiro, mi fece appoggiare le mani sul lavandino e di nuovo iniziò a stantuffarmi prima la figa e poi in culo a turno mi possedettero anche in bagno... ero in balia di tre ragazzi instancabili e a me non dispiaceva anzi piu prendevo cazzi e più ne volevo di più, una goduria continua e infinita... mi portarono in camera per stare più comodi, e in un battibaleno mi ritrovai con i buchi di nuovo pieni dei loro cazzi... e di nuovo giù con orgasmi multiplici... dalla goduria non capivo più niente sentivo cazzi dapertutto, sentii Fabio che mi disse "TROIA TI PIACCIONO DUE CAZZI IN FIGA"Sinceramente non ricordo più quanti pompini, cazzi in culo e pecorine feci quella notte. Ero in balia di tre stalloni, di colpo uscirono I cazzi dai mei buchi e vennero quasi simultaneamente riempiendo nuovamente il mio corpo di caldo e viscido sperma. Ci buttammo tutti e quattro sfiniti sul letto, ma dopo dieci minuti vidi l'amico di Fabio che si menava il cazzo, con una mano si segava e con l'altra scavava nella mia figa e nel mio culo... appena aveva preso una buona consistenza mi mise due cuscini sotto la pancia con il culo bene in mostra, mi allargo' le natiche e con un colpo secco me lo pianto tutto nel culo, si sentiva solo il rumore delle palle che sbattevano contro il mio sedere, Fabio e l'altro si misero di fronte a me con i cazzi un po mollicci e io con tanta maestria e con la bocca li feci invigorire di nuovo... intanto l'altro mi aveva gia schizzato tutta la schiena di sperma, appena finito di spremere la sborra dalla cappella, Fabio si piazzo' dietro di me e giu a pomparmi prima la figa e poi il culo con relativa sborrata sulla schiena, la stessa cosa fece l'altro amico, e di nuovo per l'ennesima volta venni ricoperta di sperma... a Fabio venne l'idea di andare in cucina e prendere un cucchiaio, raccolse tutta la sborra sulla schiena e me la fece bere tutta non ne'ando persa neanche una goccia... “CHE NOTTATA BELLISSIMA DI SESSO SFRENATO”
dopo tutta questa baraonda il tempo era passato, tanto che si erano fatte le otto, mi rivestii e Fabio mi accompagno' a casa. Salutandomi mi disse la prossima volta facciamo un “BUKKAKE” e io semplicemente li risposi “IO SONO PRONTA”

P.S. Scusate per I mie erroracci

Questo racconto di è stato letto 3 7 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti erotici di zoofiliastorie di sottomissionestorie di sesso gaypompino racconti eroticistorie pompiniracconti lauraxstorie donne maturegenere dei racconti eroticierotoci raccontiraconti eroticoracconti libidinosicome scoparsi la vicinasempretibetracconto sessomi inculo la suocerami chiavo mia cognatanonno scopa nipote gayinculatinestorie vere sexporno racconti animaldonne che scopano con il caneracconti di mogli inculatei racconti eroticiporno racontiraconti sexraccinti pornogenere dei racconti eroticiracconti erroticiporn raccontiracconti sadomasiracconti erotici i generiracconti erotici nipotedonne che si fanno inculare dai caniracconti erotici la vicinar acconti eroticiracconti di sesso in vacanzaracconti erotici estetistaracconti porno 69raccontitradimentiracco ti eroticiracconti ricattomarito bsxstorielle erotichesito racconti eroticistorie sensualiraccont pornoracconti erotici fratello e sorellaracconti cinema pornoracconto incestoeroticracconticornuto raccontiraccontierotici gratisracconti eroiticiracconti zozzistorie di cazziuomo bifallicostorie pornpracconti porbomoglie esibizionista in vacanzaeracconti eroticiraccont eroticiincesto gifracconti sesso scuolaracconti erotici donna maturastorie etoticheraccinti pornoporno gay treninostorie pormoconti eroticiracconti incesto padre e figliaracconti erracconti lesbici