Di nuovo il cinquantenne e poi la sorpresa pt2

Scritto da , il 2019-09-12, genere dominazione

Ora mai ero entrata nel tunnel e non riuscivo più ad uscire, quel giorno ho goduto come non godevo da tanto tempo.
Fu così che mi ricapitò l'occasione di scopare con il viscido, il suo nome è Gianni, e tutto successe una settimana dopo nella villetta di sua proprietà.
Arrivammo con i miei amici proprio nella sua villetta, visto che era pure la villetta della figlia, lui era già arrivato con la moglie da qualche ora, lo trovai che era disteso sul divano, come entrai, mi fece uno squardo di quelli provocatori, io feci finta di niente, ma sotto nelle mutandine provai un brivido.
La giornata andò avanti e tutti un po' stanchi andammo a letto, mi addormentai, ma un certo punto della notte mi svegliai, mi venne sete e decisi di scendere giù, avevo un pantaloncino corto e una maglietta, senza reggiseno , feci le scale e vidi che ci fu la luce accesa, scesi ancora un po' e vidi Gianni che era seduto sul divano con una bottiglia di whisky affianco, mi vide e mi chiese come mai ero scesa , io in modo sbrigativo gli dissi che ero scesa a bere, mi diressi verso il frigorifero, presi l'acqua, presi un bicchiere, mi versai l'acqua e dopo aver bevuto andai verso il frigorifero a riportare la bottiglia, mentre chiudevo il frigorifero sentì una presenza alle spalle, una puzza di alcool e poi sentì una roba dura che mi premeva nel sedere, era il suo cazzo in tutta la sua potenza, mi percosse un brivido lungo la schiena, ma poi presa dalla ragione cercai di divincolarmi visto che in casa, nelle camere di su, c'era la moglie e i miei amici, ma lui non mollava la presa, anzi, mi tolse la maglietta e incomincio a leccarmi e a mordermi collo, schiena, spalle, era inferocito, io incominciai a bagnarmi, ma non volevo prendermi il rischio di essere scoperti dagli altri, quindi a un certo punto lo convinsi a spostarci in uno stanzino lì vicino, lo buttai nel lettino, gli tolsi la maglietta e incominciai a leccarli collo e tutto il petto, i capezzoli, lui godeva come un maiale, finché scesi giù, gli abbassai i pantaloni, poi le mutande e liberai il cazzo. Me lo trovai difronte alla mia faccia, io non resistetti e incominciai a succhiarlo, muovevo la lingua in tutta la sua lunghezza, gli leccavo le palle, le imboccavo, lui mi mise una mano nella testa e mi diede il ritmo, ma non durò tanto, mi sborrò in bocca senza preavviso e sentì gli schizzi caldi nella mia gola.
Presa dall'eccitazione ricominciai a ciucciarlo e lo sent di nuovo duro in bocca, avevo una voglia di quel cazzo, smisi di ciucciarlo, mi tolsi i pantaloncini, mi tolsi il perizoma e mi misi di spalle a lui mi abbassi con il culo, mi indirizzai il cazzo nella figa e mi lasciai penetrare, lui inizialmente era ancora scosso dalla sborrata, ma poi prese l'iniziativa e mi prese nei fianchi e incominciò a darmi dei colpi secchi di cazzo nella mia figa quanto stavo godendo, mi martellava così bene, incominciai a urlare, non me ne fregava più niente, lui allora decisi di mettermi le mani nelle tette e di darmi colpi ancora più decisi.
Dopo che mi stantuffo per 10 minuti, estrassi il cazzo e mi misi nella posizione del 69, gli succhiai l'uccello per bene, mentre lui mi leccava il culo e la figa.
Ad un certo punto si alzo in piedi, mi girò a culo all'insù, impugnò il suo cazzo, sputò un po sopra la cappella e mi entrò in culo, mi mancò il respiro, lo portò fuori e poi dentro varie volte, poi lo lasciò dentro e incominciò a scoparmi, sentivo le palle nel buco del culo, erano grosse e belle piene.
Mi distrusse, avevo il culo in fiamme, però godetti tantissimo, alla fine sentivo che stava per arrivare, il cazzo si gonfiò e mi sborrò due litri di sborra nel culo, nel mentre che gridava il mio nome.

Il suo cazzo si ammosciò e io mi tolsi, la sborra cadde tutta nel lenzuolo, avevo bisogno di lavarmi, lui rimase disteso sul letto, esausto.

Io decisi di entrare in bagno, per lavarmi un po', vidi la porta aperta ed entrai, ma quando entrai in bagno, ebbi una sorpresa, uno dei miei amici, un amico maschio il quale non faceva neanche a guardarlo da quanto era brutto, era lì, mi guardò e mi disse che aveva visto e sentito tutto, io mi ghiacciai per un attimo, mi disse pure che avrebbe ridetto a tutti quello che aveva visto, a meno che non gli avessi fatto un pompino.
Allora io decisi di accontentarlo, si calò pantaloni e mutande e portò un cazzo di tutto rispetto, bello grosso e abbastanza lungo, mi inginocchiai e incominciai a ciucciarlo, era salato, sicuramente si era masturbato mentre ci guardava, dopo due minuti sentì che stava per venire, mi indirizzò il cazzo in faccia e mi sborrò, me ne arrivò anche vicino alla bocca, con la lingua la raccolsi e me la gustai per bene, me ne andai dal bagno e andai a dormire con ancora il culo con residui di sborra e il sapore di sborra in bocca del mio amico.

Questo racconto di è stato letto 2 2 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


sesso a tre storieraconti sessostori pornostorie erotichedonne che fanno seghe ai cavallistorie di milùracconti osènonno scopa nipote gayracconti club privèracconti erosracconti moglie ninfomanestorie incestistorie vere lesboracconti veri di sessoracconti sadomasiracconti porno freestorie eroticeracconti hard al cinemastorie di sesso in ufficioracconti aroticiracconti visita ginecologicasensualissima passioneracconti erotracconti padrona schiavoracconti triosex done con animaliracconti hard incestoraccontisessoracconti erotici zoofiliracconti porno incestracconti erotici in palestraracconti erotici con ziaracconti cucklodracconti erostorie poenoeroticiracconyiracconti sottomessostorie eroticeracconti:eroticiho chiavato mia madreraconti eroticiracconti erotici 2017racconti erotici supposteracconti porno segheamatoriali raccontistorie si sessoracconti incesti eroticiracconti erotici prima esperienzastorie hard gratisracconti pronostorie di sesso incestoracconti erotici realiracconti incesti annunci 69racconti di sesso gratisracconti padre figliaracconti per adulti gratisstorie eoticheracconti erotici la mia prima voltaraccontizoofiliapompino sotto al tavoloeroticaraccontiracconti erotiiciracconti gay al cinemaraccont eroticeroticiracontiginecologo raccontii racconti eroticiracconti erotici schiavamia moglie si esibisceraconti69scambisti storie