Cam erotica

Scritto da , il 2019-09-12, genere incesti

Qualche giorno fa mi sono iscritto per curiosità su un sito di cam erotiche.
L'iscrizione gratuita permetteva molto poco, a volte addirittura non si poteva nemmeno parlare in chat con la ragazza.
Frequentandola ho preso dimestichezza con i vari comandi e le varie opzioni selezionabili senza comunque mai spendere 1 centesimo.
Trovato la funzione per selezionare le ragazze per paese comincio a sfogliare quelle italiane, ce n'ermo diverse e alcune veramente molto belle, chi più vestita, chi più disinibita, ma ad attirare la mia attenzione è Stellina23 non mostrava mai il viso, non era nuda ma vestita con biancheria intima trasparente, Si spogliava solo in privato ma quello che indossava permetteva di vedere cosa c'era sotto quei sottili strati di tessuto.
Non so spiegarmi il motivo ma ero rapito dalle movenze e dal fisico di quella ragazza, aveva qualcosa di magnetico ed ogni volta che mi collegavo alla sua room bastavano pochi movimenti perché mi si scatenasse l'erezione.
Scoprii che nei privè non mostrava il viso agli italiani mentre si mostrava completamente agli stranieri, questo perché non voleva rischiare di essere riconosciuta per strada ed essere additata come prostituta o simile, quindi creai un account fasullo nel quale risultavo essere di Kiev, acquistai dei token e le chiesi di fare un privè lei mi chiese quanto volevo durasse, se doveva solo spogliarsi, se doveva masturbarsi, se volessi dei video e tutta una serie di opzioni che neanche ricordo tutte.
Io le dissi che avremmo valutato in itere e che inizialmente avrei solo voluto vederla completamente e che mi facesse uno strep tease, mi diede l'ok e disse id contattarla in privato, pagare i primi 50 token.
La finestra della room pubblica diventò nera e mi si aprì una nuova finestra nella quale lei stava in piedi e ballava in modo sensuale e pe nulla volgare dandomi le spalle, si slaccio il reggiseno e lo fece cadere, si piegò e fece scendere il perizoma prendendolo con 2 dita dai fianchi, si drizzo e ricominciò a muoversi sempre dandomi le spalle.
Il mio pene stava per esplodere nei boxer e la mia mente era offuscata al punto che riconobbi il tattoo che aveva sul fondoschiena ma senza collegarlo alla proprietaria, lentamente e sempre ballando si girò a favore della cam fino a mostrarsi in tutto il suo splendore.
La squadrai dal basso verso l'alto mentre lei continuava a ballare e a parlarmi in inglese, mi disse che avrei potuto parlare con lei senza dover scrivere e mi spiegò come farlo mentre io percorrevo il suo corpo con lo sguardo, piedi piccoli e ben curati con le unghie smaltate di rosso, gambe affusolate e muscolose come se fosse una sportiva, fianchi stretti e pube depilato alla perfezione, come se in realtà non avesse mai avuto peli, mentre ballava divaricava appena le gambe ma mi permetteva di vedere le piccole labbra pronunciateche uscivano dalle grandi labbra, mentre piatto e muscoloso come le gambe, una terza di seno soda e rotonda con l'areola non troppo grande ed il capezzolo duro come quando una donna è eccitata, collo lungo impreziosito da un collarino di pizzo nero, il viso ............
"Martina ????" dissi a voce abbastanza alta con tono di stupore
Lei si bloccò poi si mosse velocemente verso la cam e la oscurò con un indumento
"Stronzo tu non sei russo, sei un italiano, chi cazzo sei???" mi coprì di insulti
io smisi di parlare e le scrissi sempre in inglese, "sono di Kiev, ho detto quel nome perché assomigli ad una ragazza che ho conosciuto anni fa a Roma"
"No, tu sei italiano, e ti con!!"
Chiuse il collegamento e nonostante ci riprovassi non riuscivo a connettermi a lei.
Ero sicuro che fosse Martina, il tatuaggio, il fisico scolpito, il viso e poi la sua reazione non mi lasciava dubbi, era proprio lei, mia cugina.
La mia e la sua famiglia insieme ad altre 4 dei fratelli dei nostri padri abitano tutte in un borgo, quasi come fosse un unica casa ed un unica famiglia, siamo cresciuti insieme con gli altri nostri 5 cugini ma io e lei essendo quasi coetanei abbiamo sempre avuto un rapporto diverso, praticamente come fratelli.
Nella settimana seguente Martina non si è più collegata, e non l'ho neanche vista in giro per il borgo, nonostante adesso siamo cresciuti ed ognuno fa la propria vita ci capita spesso di incontrarci mentre rincasiamo e di fermarci a parlare raccontandoci le nostre esperienze anche per ore.
Decido di mandale un messaggio per sapere se è a casa ... "Ciao tata dove sei finita??? è da una settimana che non ci vediamo....."
Passa più di un ora prima che mi risponda "Ciao tato, sono in vacanza da un amica ma domani torno, avevo bisogno di staccare un pò... forse ho fatto un casino e quando torno te ne vorrei parlare"
"Certo Marti ... quando vuoi tanto io adesso non sono neanche sotto esame"
Due giorni dopo la mattina presto mi arriva un messaggio "Ciao dato sono a casa passi di qua verso le 9 ??"
"Certo faccio colazione mi preparo e arrivo"
Non sto più nella pelle, dopo averla vista completamente nuda temo di non riuscire più a guardarla come una sorella, anche perché penso che si sia palesato in me il vero sentimento che provo nei suoi confronti, non è amore fraterno ma da qualche. giorno ho iniziato ad accettare il fatto che sono innamorato di lei.
Suono il campanello e lei viene ad aprire, la vedo seria e non raggiante come è sempre "Ciao tata" e mi avvicino per abbracciarla come faccio sempre, entro e ci dirigiamo in soggiorno, in casa siamo soli.
"Hei che c'è che non va??? sei stranamente seria e pensierosa... su racconta che ti succede" la incalzo
"Non so come dirtelo Luca, penso di essermi messa in un pasticcio e ho bisogno delle tue abilità informatiche per capire se lo è davvero o no."
"Ok quello che posso lo faccio volentieri lo sai, ma di cosa si tratta??"
"Me ne vergono un pò Luca, ma devo essere sincera con te lasciami parlare fino a quando ho finito senza interrompermi altrimenti non ce la faccio a finire"
"Va bene sarò muto come un pesce, promesso"
"Qualche tempo fa dietro consiglio di un' amica mi sono iscritta in una cam chat erotica per guadagnare qualche soldino, niente di porno e che, mi limitavo a mostrarmi in cam in lingerie o al massimo nuda ballando e flirtando con gli utenti, sempre stando attenta a non farlo con italiani, ma l'ultima volta che mi sono connessa qualcuno si è spacciato per straniero e sono sicura mi abbia riconosciuto anche se ha tentato di negarlo, ora viene il tuo compito, ho bisogno che mi trovi chi era per poter capire se posso stare tranquilla o meno."
Mi disse tutto senza mai rivolgermi alo sguardo, io non potevo credere alle mie orecchie, avrei voluto dirgli che ero io nei giorni scorsi dopo essermi reso conto dei miei sentimenti ma non sapevo come fare ed ora lei mi porgeva l'occasione su un piatto d'argento.
Lei mi guardò con occhi supplicanti e pieni di vergogna dicendomi "Pensi di poterlo fare?"
Allargai le bracci per richiamarla a me per coccolarla e rassicurarla, Martina si appoggiò col viso sul mio petto, io le baciai la testa e sussurrai "Puoi stare tranquilla tesoro nessuno verrà mai a saperlo"
Lei mi guardò negli occhi e mi chiese come facevo ad essere sicuro senza neanche aver messo le mani sul suo pc, allora io le dissi che anche io dovevo raccontarle qualcosa che mi turbava da qualche giorno, Martina stupita mi chiese di cosa si trattava.
"Devo dirti 2 cose, collegate tra loro e per me molto importanti" e lei di tutta risposta disse "Che aspetti, racconta racconta"
"Allora la prima è che mi sono reso conto di essere innamorato di una ragazza che conosco da sempre" lei mi interruppe e disse con un velo di tristezza sul viso "E chi sarebbe la fortunata?"
"Lasciami finire Marti"
"Ok Luca, scusami, continua pure"
"La seconda è che mi sono reso conto di amarla da sempre e di desiderarla tantissimo solo qualche giorno fa, quando per caso l'ho vista in cam"
Martina sbiancò, poi divenne rossa di rabbia, mi tirò un sonoro schiaffone alzandosi in piedi e inveendomi contro come fece qualche giorno prima in cam.
"Stronzo, allora sei tu quel bastardo che mi ha riconosciuta in cam, lo sapevi gà che ero io, probabilmente mi hai spiata attraverso il wi-fi"
Mi alzai e andai verso di lei, Martina provare a darmi un altro ceffone ma questa volta lo bloccai, la presi per le braccia "Calmati un attimo Marti, lasciami spiegare" lei si calmò ed io ripresi il racconto
"Mi sono iscritto per caso a questa cam chat, e cercando tra gli utenti sono stato attratto da te, per qualche giorno ho osservato questa ragazza bellissima in intimo, non so spiegarti ma era magnetica, aveva su di me effetti devastanti, non riuscivo a smettere di guardarla e di masturbarmi guardandola" Martina provo a parlare ma io le tappai la bocca.
"Solo dopo aver scoperto che non mostrava il viso agli italiani decisi di fingermi straniero, la contattai e ci entrai in privè, ti giuro che il mio stupore è stato pari al tuo di poco fa sapendo che dall'altra parte c'ero io.
"E' la verità Luca?
"Certo Marti che è la verità, ti ho mai mentito prima?"
"Cazzo Luca mi hai vista nuda e io cercavo di eccitarti, come faccio adesso a guardarti in viso come prima?"
"Marti ma tu hai capito cosa ho detto all'inizio del mio racconto?"
"Certo che ho capito Luca, ma cosa vuoi che ti dica? sei mio cugino, e sei come un fratello, pensavi forse che dopo questo tuo racconto ci saremmo messi a scopare?"
"Non so cosa mi aspettassi, non avevo neanche intenzione di dirtelo oggi, però non immaginavo questa tua freddezza nei miei confronti"
"Sai... forse il fatto che tu mi abbia vista nuda e io no mi mette su un piano di inferiorità...."
"Cosa vuoi che faccia Marti ? ti devo mandare un video di me che ballo nudo?"
"Ahahahah potrebbe essere carino, però l'intimo te lo scelgo io dal mio cassetto"
"Stai scherzando vero?"
"Sul video e sulla biancheria certo che scherzo, ma intanto spogliati ..."
"mah ..."
"Ho detto di spogliarti Luca"
Io iniziai a spogliarmi, maglietta, scarpe, pantaloni, calzini ..... "Hei, guarda qua che fisico" disse Martina mentre mi girava intorno prima poggiando la mano sul petto, poi strinse il bicipite,
poi girò dietro e mi cinse con entrambe le braccia poggiandole sul mio petto, poi proseguì il giro sculacciandomi "Uhmmm che culetto sodo, si vede proprio che fai sport, ora via anche gli slip"
Senza fiatare feci scivolare lungo le gambe gli slip, mentre lei finiva di girarmi intorno guardando il mio pene che ormai era in completa erezione.
"Hei c'è qualcuno sveglio qua"
"Già... mi fai questo effetto"
"Ora Luca puoi rivestirti e andartene, penso che tra di noi da oggi le cose cambieranno, e sappi che se dirai a qualcuno il mio segreto io metterò in internet il video che ti ho appena girato nel quale ovviamente la mia faccia non si vedrà mai ....
"Marti ma credi veramente che potrei fare qualcosa per ferirti ?"
"Credo di no Luca ma non avrei neanche mai pensato potessi vedermi in chat nuda ..."
Luca si rivesti e se ne andò, per un paio di giorni non ebbe più notizie dalla cugina, poi arrivò un messaggio
"Sai Luca hai davvero un bel fisico, e in piazza sei anche attrezzato bene, sono sicura he fai la felicità di molte..."
"Stai guardando il mio video? comunque sei tu ad essere stupenda, anche con i vestiti addosso, per favore fidati fi me e cancella quel video"
"No che non lo cancello, poi come faccio? mica mi serve per ricattarti ..."
"E allora a cosa ti serve?"
Arriva un immagine della sua fica gocciolante con io messaggio che dice "Ecco a cosa serve, mi basta guardarlo per avere un orgasmo, non devo neanche toccarmi"
"Però così non vale, tu poi vedermi e io devo solo immaginarti"
"E se invece di usare sotterfugi ci trovassimo cosa ne sarebbe di noi??"
"Marti cosa ne sarebbe non lo so ma so per certo che finiremmo a fare l'amore e sono sicuro sarebbe meraviglioso"
"Ah si? ne sei certo?"
"Si ... io ti amo e sono quasi sicuro che anche tu ami me, quindi non potrebbe che essere stupendo fare l'amore con te"
"Aprimi ... sono qua fuori.... ti voglio!!! Ora o mai più"
Luca corse ad aprire la porta, Martina entrò le saltò al collo, mentre si baciavano lui la condusse in camera e la spogliò, sotto al vestitino lei indossava il completino intimo della chat.
Fecero l'amore 4 volte quel pomeriggio, lei bevve di lui, lui bevve di lei, fu dolce, romantico, selvaggio, irruenti, lei concesse tutto quello che Luca chiedeva, lui fece di tutto per mostrare il proprio amore a Martina.
Poco prima del ritorno di genitori Martina tornò a casa sua salutando il cugino con un bacio che ancora sapeva dei rispettivi orgasmi "Ci vediamo presto amore mio"

Questo racconto di è stato letto 7 4 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


cuckold felicestorie di chiavateracconti di moglie troia69 racconti eroticimamme racconti eroticilesbo raccontiincesto gifstorie fetish piediesperienze sessuali a treracconti erooticiracconti scambio di coppieracconti casalinghicugina racconti eroticiracconti sexy gratisracconti moglie sottomessaracconti porno sadomasoracconti porno suoceraraccontierotracconti erotic istorie erotiche piediracconti doppia penetrazioneracconti interrazialiracconti erotici clistereho ingravidato mia madrestorie di sesso con animalistorie sesso gratisracconti erotici per adultiracconto moglie troiaracconti piccanti gratisstorie di sissy maidracconti hot lesbofeticismo raccontiracc gayracconti erotici nonniracconti erotici baby sittererotici racconti 69racconti sadomaso gaycuckold sottomessostorie eriticheporno mogli al cinemaracconti zia e nipotesex raccontiracconti gay scuolaerotici radonna scopata da animalimogli troie in spiaggiaracconti erotici gratisstotie pornostorie porno analeracconti sesso con animaliracconti porno orgeracconti anonimiracconti sesso matureraccontiermariti cornuti e mogli puttaneracconti porostorie femdomeros raccontiiraccontidimilustorie feticismoracconti erotici di sessorqcconti eroticiraccpnti pornoracconti gay prime esperienzesuocera raccontistorie matureerotici racvontivisita ginecologica eroticaracconti particolarierotici raccontiracconti gay nero