L'amore di F. e la sua voglia di uccidere. 1.

Scritto da , il 2019-09-10, genere tradimenti

Breve premessa.
Questo racconto è datato, iniziato e mai finito, questa cosa mi ha sempre urtato per la mia incapacità di finirlo in maniera coerente, ora... nei giorni scorsi l'ho terminato e lo propongo.

"E’ proprio vero che le disgrazie non capitano mai sole! Vengono a
grappolo, una tira l’altra come le ciliegie! Ma guarda che troia!”

E’ questa l’amara constatazione mentre percorre il solito tratto che
usa per fare jogging.

“Basta! E’ il momento di mostrare la mia capacità di analizzare
freddamente i problemi! Freddamente, hai capito, coglione? Senza
lasciarti prendere dalla rabbia!”

Primo guaio: il piccolo guaio!
L’azienda per la quale lavora, no... lavorava, ha ritenuto... che
termine ha usato? “...di dover fare a meno della Sua preziosa
collaborazione...”!
E lui? E’ senza lavoro, se non alza il culo e non si da una mossa fra
poco mangerà alla Caritas!

Secondo guaio: il GRANDE guaio!
La moglie lo tradisce!
Lo tradisce con la persona più gretta e stupida che mai ha
conosciuto, il suo principale! Un grasso lumacone ottuso e
arrogante.
Arturo!
Come si fa a chiamarsi così? Persino il nome è ridicolo! Da quando
la scopa non lo sa. Non aveva su di lei il minimo sospetto, finché...
per caso, nel portatile personale della moglie ha trovato una foto
che lei probabilmente ha scordato di eliminare o nascondere.
Lei, la cagna... è a pecora con la testa a terra, con una faccia da
troia sotto orgasmo e lui, grasso e viscido, è dietro di lei che la
scopa.
In figa? No... nel culo!
E’ in questo buco che la fotte, lei con le due mani che si apre le
chiappe e leggendo la frase che accompagna la foto se ne ha la
certezza:
“Ricordi puttana come ti ho sfondato il culo? Urlavi dal piacere come
la troia che sei! Saluti al cornuto!
Ecco! Evidentemente il cornuto è lui!
La cosa gli è particolarmente dolorosa, proprio ora che avrebbe più
bisogno di lei, del suo appoggio morale e lei lo tradisce!
Dio! La rabbia!
Metterla di fronte alla sua colpa?

No! Non subito almeno! Il gioco lo vuole condurre diversamente.
Intanto ha fatto copia della foto e del testo. Deve solo cercare di
controllarsi per aspettare il momento giusto!
Ma che voglia di ucciderli! Lei e il viscido lumacone!
Quando entra sudato fradicio sente lo scrosciare della doccia... è lei!
Mentre correva, nei suoi pensieri li ha uccisi in mille modi diversi!
Vedeva il loro sangue scorrere come un fiume in piena, per poi
sentirsi... senza lei, come un naufrago su una zattera alla deriva!
Lui l’ama questa puttana traditrice! Se pensa ad una vita senza lei
si sente morire!
E’ bella la puttana! Belle tette, bel culo, è anche tanto troia ma solo
con il suo amante! Certamente una parte di colpa del suo
tradimento è anche sua, preso dai suoi problemi di lavoro la sua
virilità è sparita chissà dove e da tempo!
Ma adesso? Saranno le corna ma si sente un toro!
Si spoglia velocemente ed entra nell'angusto box doccia, le si
strofina addosso, le fa sentire la sua eccitazione.
Lei si schermisce.
Non ha voglia di lui questa troia!
-Amore... no. Sono sfinita! E’ stata una giornata massacrante...-
-Amore... una sveltina! Non vorrai lasciarmi così... senti come mi
tira!-
E’ vero! E’ da un tempo infinito che non gli tira il cazzo così!
E’ grosso e duro come una spranga di ferro!
-Va bene... ma una veloce, eh?-
La tira fuori dalla doccia, non ha molta delicatezza e così grondante
la costringe con il busto sul lavabo. La tiene forte mentre la cerca.
La infila di colpo, inizia a penetrarla forte e veloce, la tiene chinata
con una mano sulla nuca.
-Oh... amore! Ma come sei larga, ci nuoto nella tua figa! Ma sei
larghissima come se ti avesse scopato un toro! Ma hai scopato,
amore?-
Lei...
-Scemo! Dai dai... vieni... che ora ho tanta voglia! Voglia del tuo
cazzo... ma quanto sei duro...

“Puttana...” pensa lui... “ora mi voglio divertire...”

-Si che vengo... lo sai quanto ti desidero, ma ora su... da brava...
girati... fammela leccare...
La fa ruotare a forza, le apre le gambe, le si inginocchia davanti.
-Ma guarda te! Sei tutta rossa e infiammata! Ti fa male...?
-Si... conseguenze del ciclo... sai... i tampax...

“Si!” pensa sempre lui... “il ciclo e i tampax di stò cazzo! Ti sei
fatta fottere... troia! Anche oggi!”

-Aspetta che ora te la lecco, voglio darti sollievo con la mia
lingua...
Intanto oltre alla lingua mette in azione le dita, le entra prepotente
dentro e inizia a ravanarla forte nel suo interno.
-Caro... mi fai male... smetti dai...

“Troia...” pensa lui... “ora passo al tuo culo...”-

-Oh... mi dispiace cara... sai... è la passione, l’amore che mi fa
essere così violento...
La rigira, la spinge stavolta con maggior forza sul lavabo, stavolta
è il suo culo ad interessarlo.
-Si, povero amore mio... ho visto che hai la micia infiammata,
perché così larga poi?? Come se ti avesse scopato uno con un cazzo
enorme! Non è che sia successo davvero? Ah ah! Sicura amore
che non mi hai tradito?
-Ma che dici? Lo sai che non mi piace scherzare su queste cose!
-Scusami amore... era solo una battuta...
Intanto le apre le natiche, il buco del culo è nelle stesse condizioni
della figa, rosso sangue, gonfio.

“L’hai preso ancora nel culo... cazzo...! Ma che puttana sei?”
Pensa... mentre le mette dentro un dito e le provoca un grido di
dolore.

-Oh... amore che bel culo hai! Ora... ti inculo sai? Qui non sarai larga
come in figa...
-Mi fai male... fai piano...
La donna non vuole incrementare eventuali dubbi del marito,
stringe i denti mentre il cazzo entra e sforza!

“Ma quanto sei larga anche qui? Ma quanto ti ha scopato?” pensa
lui mentre spinge la verga a fondo.

-Oh amore... sei larga anche qui! Larga... larga! Pensa che non ho
fatto nessuna fatica ad entrarti dentro... proprio come se fossi
l’ultimo della serie di cazzi che hai preso oggi...!
-Ma quanto sei scemo! Dai dai... vieni dentro che piace anche a
me...

“Ti piace? Stronza e bugiarda! Ora devi sopportare... ti voglio far
male, puttana”
si dice mentalmente mentre la monta con violenza.
Dura tantissimo e infine le sborra dentro. Si stacca, la bacia e senza
una parola entra in doccia, si lava.

Lei... passa al bidet.
-Caro... cosa hai deciso per il nuovo lavoro? Se accetti, sarai solo e
distante... io non posso certo lasciare il mio...

“Certamente...! Il tuo lavoro e quel grasso porco del tuo amante! Ti
andrebbe da dio mandarmi il più lontano possibile!” pensa lui.

-Ho preso tempo... magari trovo qualcosa di più vicino...
-Sai? Ma non so se vorrai abbassarti ma al mio capo, servirebbe
uno che aiutasse il figlio nel prepararsi ai test per l’università, sei
laureato in chimica, ti darebbe il compenso di un professore che da
lezioni private.

“Ma quanto sei presa... troia? E da un lumacone che si chiama
Arturo?”
Pensa mentre dentro gli monta la rabbia ma subito la
vince. Deve avere il tempo per agire.

-Lo farei volentieri! Ma ha due figli, no? Un maschio e una
femmina...
-Si, sono gemelli... la loro mamma vive lontano, sono separati...

“Come no! Per fortuna che ha te che gli soddisfi la voglia di
scopare! Puttana...!”
Se la ride lui.

-Va bene allora, gli dico che sei disponibile e che inizi subito...
-Ma certo! Grazie, cara di aver pensato a me...

“Ti odio, troia...” pensa invece.

Ma il sesso fatto in maniera violenta gli ha allontanato
momentaneamente la voglia di ucciderla...

Questo racconto di è stato letto 1 6 4 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


ravconti eroticiracconti molto eroticiracc inceststrorie pornoracconti erotici in famigliamarito e moglie bisexracconti/eroticistorie di sesso amatorialieracconti eroticistorie porracconti erotci 69letture erotiche gratisstorie eoticheracconti erotici scambio di coppiaracconti reoticiracconti eritrocitiracc lesbowww.eroticiracconti.itrita gaudenteeros raccontiliberaevaracconti erotici itaracconti erotici seghemogli al cinema pornoracconti wroticiracconti moglie condivisarqcconti pornostorie milùracconti trasgressioniracconti erotiiracconti porno prime esperienzeracconti trioho messo incinta mia cognataracconti erotici suoreracconti porno orgeerotici racontiracconti incesroracconti cuckold italianicane inculatole seghe di mia moglieincesti materniannunci 69 incestoracconri eroticiracconto cuckraacconti eroticiracconti prnostorie di sesso con suoceraracconti erroticiwww.raccontimilu.comracconti sadomaso gaystorie pronotracconti eroticistorie vere cuckoldgodemichèraccontieroticconti eroticiracconti di donne porcheconti eroticiracconti di suocere troieacconti eroticiincesti zieracconti hard mammeeritici raccontiracconti xxracconti eroticvistorie di pornostarracconti hard con animalistorie erotracconti molustorie vere pornoporno racconti realiporno storimia moglie racconti eroticimadre padronascritti pornoracconti lesblibri erotici lesboracconti eros incestistorie di adultiraccontierracconto cuckracconti per adulti gratisorsi italiani raccontiraccomti eroticiuna zia porcastorie mariti cornutiracconti hard gratisstorie erotiche piediracconti scopateracconti porno sorellastorie reali di sessoracconti sesso animalilesbiche storieracconti ragazzeracconti eoriticeroticiracconti.itracconti pole storie di milùraccinti porno