Me lo ha messo nel culo 2

Scritto da , il 2019-09-09, genere gay

Mi torno'il desiderio del cazzo di Adolfo(si chiamava cosi'quello che mi aveva rotto il culo), lo chiamai chiedendo se potevo andare lui,acconsenti' e poco dopo ero a casa sua.
Ciao, ho voglia,dissi,mi sorrise e mi tocco il culo.
Un attimo e mi ritrovai nudo col suo cazzo in mano e lui che mi infilava un dito nel culo..... mmmmm.
Andammo a letto io disteso lui messo a cavalcioni su di me mi infilo'il cazzo in bocca. Ero bloccato lui inizio' a scoparmi la bocca prima lentamente, poi dando delle spinte veloci e mi riempi'la bocca col suo seme.
Si tolse dalla posizione e mi disse di girarmi.
Preparati ad essere inculato disse e sì posiziono'davanti a me con il cazzo puntato sulle mie labbra.
Dai zoccoletta, succhialo, non melo feci dire due volte, mi misi carponi e inglobai il cazzo succhiando avidamente. D'improvviso qualcosa di caldo e duro comincio'a forzarmi il buco del culo, prima che mi rendessi conto
mi ritrovai un grosso cazzo dentro che senza tanti complimenti mi sfondava il culo, passato il primo momento di sorpresa, iniziai ad assecondare la penetrazione e contemporaneamente sbocchinavo Adolfo.
Succhiavo e lo prendevo nel culo, la cosa ando' avanti un bel po, fin quando godettero contemporaneamente, riempiendomi la bocca e il culo di sborra.
Chiesi chi fosse il tizio, mi rispose lui stesso, sono Davide il cugino di Adolfo.
Bella accoppiata mmmmmmm due cugini che mi avevano sbattuto a dovere, mi piacque.
Mi rivolsi ad Adolfo, sei un grande, grazie per la sorpresa mmmmm.
Pensavo ti arrabbiassi disse.
Arrabbiarmi per che cosa?, per aver goduto di due bei cazzoni?
Sei proprio una troia disse ridendo, si,risposi, sono la tua puttana, la tua scrofa, la tua zoccola libidinosa.
Davide chiesi, quanto ti trattieni?
Mi rispose Adolfo, adesso abita qui' per qualche tempo per me può restare se vuole e' tornato dall'estero e si stabilisce in citta'.
Il che vuol dire cazzo a volonta'per me.
Quanto ne vuoi, tutte le volte che lo desideri.
Prima di andarmene presi entrambi i cazzi in bocca e li feci sborrare nella mia gola.

Questo racconto di è stato letto 4 2 1 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


storie poenoincesti sessoraccontierticiracconti incesto madre e figliostorir pornoracconti porno annunci 69sorelle porcelleracconti di bondagetettona raccontichiavo mia mammastorie erotiche incestoracconti culo rottostorie zoofiliasuocere scopate dai generianimali eroticiracconto pornoracconti erotici piscinaracconti scambiosesso donna e cavalloi racconri di miluschiavo cornutoracconto erotico pompinomilù racconti eroticitacconti pornoracconti hot gayracconti eraticimoglie racconti eroticiracconti gauracconti suppostazoofilia raccontiracconti tradimentiracconti porno trenostorie di zoofiliaracconti erotici adultizia raccontiracconti porno+stprie pornostirie pornomoglie esibizionista raccontistorie eotichecornuto umiliatofemdom raccontiracconti zozziracconti di bullstorie di tradimenti veriracconti erotuicisex done con animaliracconti incesti pornoracconti porno ragazziracconti erotici ninfomaneracconti incentuosiraccontii eroticieroticaraccontiracconti erotici prima volta gayracc erotracconti porno amicaracconti sesso transraconti lesboracconti erotivnuora porcaincesti sicilianiracconti eroticviracconti di storie di sessomarito cornuto sottomessoracconti erotici donna maturastorie mistressracconti xxracconti erotivcigay racconti eroticiracconto xxxracconti di trombatescovolinaracconti guzzon59sesso sadoracconti hard moglieraccontidi milusottomesso da mia mogliestorie poenoracconti erotici moglie troiaavventure eroticheaspirante cornutoracconti porno mamma e figlioschiava aziendalestorie eritiche