La squadra di nuoto

Scritto da , il 2019-09-09, genere prime esperienze

Anno 2000.
Sono al quarto anno dell'istituto tecnico e quattro pomeriggi alla settimana vado ad allenarmi in piscina, nell'ultimo turno, quello riservato agli agonisti. Pratico nuoto "agonistico" insieme a quattro amici ormai di lunga data. Metto "agonistico" tra virgolette perché non siamo proprio degli atleti... non siamo molto seri nell'allenamento né tantomeno nella dieta, e infatti nessuno di noi ha mai vinto nemmeno una gara locale. A dire il vero non proprio nessuno, perché c'è una ragazza che si allena con noi che è al contrario molto seria e appassionata, e ha avuto buoni risultati anche a livello regionale. Si chiama Sara ed è una spilungona, alta sicuramente oltre il metro e 75 ed è una persona molto schiva e riservata, anche per questo non è veramente parte del gruppo. Si allena con noi perché non ci sono ragazze al suo livello, ma non abbiamo rapporti con lei al di fuori della piscina.
In realtà, uno dei grandi stimoli a continuare l'attività è la nostra allenatrice Eliana, nonché il sogno erotico di tutti noi. Eliana ha 25 anni o poco più ed è una fica d'eccezione: occhioni verdi da cerbiatta, labbra carnose, seni grandi e sodi, gambe perfette. Quando la incontriamo, in piscina, appare relativamente trasandata: ha i capelli legati, niente trucco, e un costume intero coperto da una maglietta della federazione. Le magliette della federazione sono tutte larghissime per qualche motivo, comprese le nostre, e larghe sono anche quelle della Eliana. Nonostante ciò non riescono a contenere le sue tette fenomenali che puntualmente ne mettono alla prova il tessuto.
Come vi ho già detto, tutti noi eravamo pazzi per lei. Nicola, il più audace del gruppo, le faceva spesso battutine e le chiedeva se avesse o no il fidanzato. Lei, gran donna, rispondeva sempre con garbata ironia. Mariuccio invece, il più arrapato di tutti, non aveva altri mezzi e pregava ogni sera Padre Pio perché gli facesse trombare la Eliana. Marcello raccontava sempre dell'unica volta in cui aveva visto la Eliana al di fuori della piscina, una sera in cui era riuscito non so come a intrufolarsi nella discoteca del paese (alla quale non ci fanno mai entrare). Diceva che l'aveva vista a ballare con le amiche, tutte delle grandissime fiche, ma che lei, truccata, pettinata, con canotta scollata, minigonna e tacchi, era di gran lunga la più fica della discoteca.
La verità, però, è che noi eravamo tutti dei poveri ragazzini segaioli, e non avendo alcun modo di avvicinarla ci rimanevano solo i sogni e le erezioni inopportune fortunatamente nascoste dall'acqua.
Un giorno come tanti, io e Marcello ci dirigiamo verso lo spogliatoio dopo la fine del turno e notiamo in fondo al corridoio in alto una finestra aperta di cui nemmeno sapevamo l'esistenza. Rapidamente ci rendiamo conto che la finestra dà sullo spogliatoio femminile e subito ci viene l'idea. Andiamo sotto la finestra e Marcello mi carica sulle spalle, io riesco appena a vedere ma riconosco subito il locale delle docce. Scendo e spiego tutto a Marcello e lui, eccitatissimo, mi propone di rimanere lì in attesa che la Eliana entri nella doccia e goderci lo spettacolo. Io naturalmente, arrapato come sono, accetto e carico Marcello sulle mie spalle per il suo turno. Poco dopo, Marcello mi indica con un cenno che qualcosa stava succedendo, allora io lo lascio guardare un altro po' e poi lo faccio scendere, pensando che fosse il mio turno di ammirare quel pezzo di fica della Eliana. Invece mi dice sottovoce che a fare la doccia c'è la Sara. Il mio entusiasmo cala, la Sara non è certo bella come le donne che vediamo nei giornaletti, ma la curiosità maschile ha comunque il sopravvento e quindi salgo anch'io a vedere. La Sara si sta insaponando le braccia, ha il pube coperto da una foresta di peli ed è piatta proprio come sembra ma ha i capezzoli grossi e scuri, comunque non mi dispiace di certo continuare a guardare. Poco dopo sento dei passi, e capisco che sta per entrare la Eliana ma mi concentro per fare finta di niente temendo che Marcello esiga subito il suo turno di vedetta. Giusto qualche secondo ed ecco entrare la Eliana tutta nuda in tutto il suo splendore, tette enormi, culo rotondo e fica completamente rasata. Sento il cazzo indurirsi e sono costretto a fare un saltello all'indietro con le cosce, dato che non sarebbe carino appoggiare il cazzo duro sulla nuca del povero Marcello...
Poco dopo, succede l'impensabile: la Eliana si avvicina alla Sara, sorridendo. La Sara le prende le guance e la tira a sé, baciandola sulle labbra. La mia erezione è ormai fuori controllo. Il bacio si trasforma in limone duro, poi la Sara comincia a baciare la Eliana sul collo e a sussurrarle qualcosa all'orecchio, poi le lecca le tette e succhia i capezzoli. La Sara stringe a sé la Eliana, e lei comincia a fare lo stesso con le sue mentre le palpa il culo. Entrambe sono in calore come mai nella vita avrei pensato di vedere... la Sara comincia a strofinare un dito sul clitoride della Eliana che ha qualche tremore. Le due continuano a masturbarsi a vicenda con le dita mentre le loro lingue si intrecciano. Poi la Eliana si inginocchia, e la sua lingua va in esplorazione della foresta selvaggia, mentre la Sara le accarezza la testa. Nel frattempo Marcello si insospettisce, e reclama sempre più insistentemente il suo turno. Sono costretto a mollare e a lasciare a lui il resto dello spettacolo, e alla fine è giusto così. Peccato per lui che dopo una decina di secondi la Sara chiude l'acqua e tira via la Eliana fuori dalle docce, e il nostro spettacolo finisce (verosimilmente non il loro...).
Mi piacerebbe adesso raccontarvi di come io e Marcello siamo entrati nello spogliatoio femminile, e loro anziché gridarci contro siano state disponibili a proseguire con una cosa a quattro. Questo è effettivamente successo, più volte, ma purtroppo solo nei miei sogni.
Oggi, 19 anni dopo, quel ricordo è per me ancora lucidissimo... non ho mai visto nella mia vita una donna nuda più fica della Eliana (mi dispiace per la mia cara moglie, che amo, ma è così...) e se può interessarvi aggiungo anche la Eliana e la Sara sono entrambe sposate e con figli, e di questa storia non sa nessuno in paese tranne me e Marcellino. Naturalmente tutti i nomi reali sono stati sostituiti da nomi di fantasia.

Questo racconto di è stato letto 4 0 9 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti di sesso incestistorie sexracconti collantracconti erotici travestitoracconti erotixiracconti erotici la prima voltaracconti erotici 69.itracconti aroticiraccontieroracconti bullracconti eraticiracconti erotici zoofiliamia cugina vanessaeroticiraccontistorie ornoraconti eroticofoto storie pornoracconti erotici cuginettaracconti porno moglie troiamia nipote mi fa una segarocconti eroticiracconti eeroticiracconti eoritcieroticiracontiannunci 69 racconti gaystorie travestitiracconti prima volta analeracconti incrstosi scopa un cavalloio milùraccondi eroticiragazza si fa scopare dal suo canescopata in viaggio di nozzeracconti porno dominazioneracconti 69.itannunci69 storieracconti erotici fratelloporno italiani storiela moglie eroticaracconti porno gratisracconti di milfracconti erotici famigliadonna sodomizzataerotivi raccontimi chiavo mia mammastorie ponoracconi pornosexy raccontiorgia incestoincesti sexracxonti eroticiracconti eeoticierotici racconti 69racconti erotici matrimonioracconti di massaggistorie eroticimeccanico gayracconti incesto mamma e figlioracconti suocereracconti erotici a69storie mariti cornutidonna inculata da un cavalloracconti eritici gayracconti di troieracconti piccanti gratiscuckold sottomessistorie di sesso tra cuginiracconti erotici cuckiraccontidimilustprie pornoleccasuoleracconti erotici ricattomassaggi raccontierotivi raccontiracconto oseracconti etoticiracconti erorticiracconti erotici blog