Rivelazioni sessuali di una moglie (Parte Prima - Maurizio)

Scritto da , il 2019-08-19, genere tradimenti

Mi chiamo Giada, ho cinquant'anni, e sono sposata da ventuno; le storie che vi andrò a raccontare, a puntate, sono naturalmente tutte vere, sono le mie esperienze ed avventure (purtroppo anche qualche disavventura) sessuali. Ho conosciuto mio marito quando avevo vent'anni, e lui diciannove. Anche se non me l`ha mai confessato, io sono sicura che lui fosse ancora vergine quando ci siamo messi insieme, più avanti vi spiegherò perché penso questo; io non lo ero più ovviamente, gli raccontai, mentendo spudoratamente, che avevo avuto solo due storie poco importanti di pochi mesi ognuna prima di lui, ed era vero, ma prima di quelle, che erano le ultime cronologicamente, ce n'erano state parecchie altre di cui mi guardai bene di parlargli. Persi la verginità nel periodo in un cui frequentavo la scuola da parrucchiera, avevo diciotto anni compiuti a gennaio di quell'anno, il 1987. Nel corso con me c'era un ragazzo molto bello, Maurizio, di cui mi ero perdutamente invaghita, era più grande di me, aveva venticinque anni ed era già fidanzato, ma si accorse del mio interessamento per lui, è una sera, era inverno, fine gennaio (il corso si svolgeva dalle 19.00 alle 22.00) si offrì di accompagnarmi a casa con la sua auto, una fiat ritmo abarth. Accettai, ma invece di andare verso casa si diresse verso la pineta, quando fummo ben dentro nascosti, mi disse, "allora Giada, scopiamo?" "Maurizio,sono ancora vergine, ma se vuoi ti faccio un pompino", "Ok, disse lui", e tirò fuori il cazzo dai pantaloni già bello in tiro, aveva un bel cazzo, non molto lungo, ma cicciotto, "sai come si fa?" "Certo, i pompini li ho già fatti", "allora inizia, stasera sarai la mia puttana", a quell'insulto mi eccitai, sentivo già la figa tutta bagnata e chinandomi su di lui cominciai a leccarglielo, prima la cappella, bella grossa, e poi giù su tutta la lunghezza dell`asta, fino alle palle, lui cominciava a gemere, ad apprezzare il servizio, allora cominciai a pompare su e giù prendendo il giusto ritmo. Lui intanto mi aveva sollevato gonna fino alla schiena e scostando le mutandine di lato, dopo averlo inumidito con la saliva, mi infilò il dito medio nel culo, tutto, fino in fondo, mi fece male perché anche lì ero ancora vergine, "mi fai male..." "il sesso è piacevolmente doloroso Giada, questo è solo un dito, pensa a quando dovrai ospitarci un cazzo? Comincio a preparare la strada, eppoi un pompino ben fatto in macchina prevede sempre un dito in culo..." cominciai a pompargli il cazzo sempre più forte, ma non voleva venire, aveva una bella resistenza, il suo dito in culo intanto cominciava a piacermi, tanto che cominciai a godere fino a raggiungere un orgasmo, "mi hai allagato la mano Giada, sei vergine ma schizzi come una fontana..." il mio ritmo sul suo cazzo diventò parossistico, pompavo come una forsennata, finché lo sentii irrigidirsi tutto "siiii Giada, vengo, vengo, ingoialo tutto, dai, godo, godo, godo..." e un fiume di sborra calda mi inondò la gola, riempiendomi la bocca fino a farlo tracimare sui suoi coglioni, era troppo, non ce l`avevo fatta ad ingoiarlo tutto "Te li fa dei pompini così la tua Tiziana?" "Che troia che sei Giada... voglio essere io il primo a sverginarti" "Contaci Maurizio, prima della fine del corso te la darò e gli farai il primo servizio di una lunga serie..." "Giada a te non mancheranno i cazzi, sei una di quelle donne che li attirerà a se come una calamita, sei una troia dentro..." " stronzo! portami a casa adesso, e poi vallo a ficcare ancora col sapore della mia saliva dentro la figa della tua Tiziana..." dissi sghignazzando. Ci risistemammo i vestiti e mi portò fin sotto casa. Andammo avanti così per circa quattro mesi, tutte le sere dal lunedì al venerdì mi accompagnava a casa, ma prima passavamo per la pineta e gli facevo il solito pompino, e lui mi sditalinava il culo, ormai a parte il mignolo le altre dita lo conoscevano perfettamente tutte, il pollice più delle altre, le dita dentro al mio culo con il tempo diventarono sempre di più, contemporaneamente, fino ad arrivare a tre (indice/medio/anulare), insomma un po' alla volta gli diede una bella slargata in quei mesi, ma non mi feci mai inculare, avevo deciso che lui con il suo cazzo mi avrebbe sverginato la figa, ma non il culo, il culo lo avrei concesso a qualche altro uomo, non mi sembrava giusto dare tutto a lui, per di più pure felicemente fidanzato, no, il culo non l`avrebbe avuto, e non l`ebbe; anche se continuò a chiedermelo praticamente ogni sera. Gli permisi di leccarmelo, insieme alla figa, il 69 divenne la nostra posizione preferita, e gli piaceva anche montarmi sopra ed infilarmelo in mezzo alle tette (porto una quarta e si prestano bene a quell'uso) fino a sborrarmi sui capezzoli e in bocca, la sua Tiziana aveva solo una seconda scarsa è non riusciva a fare bene certi giochini, povero Maurizio... ma c`ero io a stringere le tette intorno al suo cazzo... Verso fine maggio il corso stava per terminare, mancavano solo due settimane, ed era arrivato il momento di farmi sverginare da Maurizio, ma questa è un'altra storia... della prossima puntata. (prosegue...)

Questo racconto di è stato letto 8 5 3 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


raconti erotici 69racconti ragazzi gayracconti di mamme incestuoseraccontie roticiracconti zoofilistorie cuckloderotici raccoracconti porno prima voltaraccontia69www.eroticiracconti.itporno racconti eroticiracconti fratello sorellastorierotichesesso incestracco.ti eroticiracconto scambio di coppiamaurizio maurizio che non diventi un vizioracconti porno recentistorie di mogli puttaneracconti sesso animaliracco.ti eroticiracconti gay maturiracconti erotici analiwww iomilui piedi di mia cognataracconti porno con animaliracconti lesbo bdsmracconti cazzo grossoracconti erotici 69.iti racconti erotici di miluconti eroticiracconti doggingsesso porno raccontiracconti culo rottodoppia penetrazione raccontiscambio copiaracconti erotici dominazione femminilemariti cornuti e mogli puttaneracconti tradimenti eroticiracconti erotici adultimilf raccontiraccont miluracconti gay giovanimia sorella mi provocaracconti hard moglieracconti erotici prime esperienzezia e nipote racconti eroticiracconti eoticistorie di solletico eroticoacconti pornoerotiraccontiraccontieroracconti erotici con anzianiracconti erotici di donne matureracconti erotici caneracconti erotici con la cognataracconti erotici padre e figlioraccontiardracconti erotiviracconti sexla dea del pompinoracconti lesbirac eroti raccconti di milusottomessa raccontiracconti pornograficizia porconasito racconti eroticiracconti sentimentaliracconti feetmilùraccontiho inculato mia madre