Vacanza bollente, con amici sperimentatori!

Scritto da , il 2019-08-13, genere scambio di coppia

Sapete quando la vita ti mette davanti delle sorprese?
Un’estate di qualche anno fa, con mio marito non avevano programmato nessuna vacanza, a causa di impegni di lavoro. La mia amica Gloria, una stupenda signora milanese mia coetanea con la quale andiamo insieme in palestra, ci offre ospitalità insieme al marito nella loro casa al mare, a Varazze. Accettiamo entusiasti, l’occasione è veramente ghiotta per il posto e per la compagnia. Loro due sono una coppia stupenda, stimati professionisti della tipica borghesia milanese (lui medico oculista al S. Raffaele, lei commercialista), molto simpatici e affabili. Sono entrambi splendidi anche fisicamente, lei super tirata e tonica come me, lui è un affascinante 50enne palestrato e abbronzato, proprio come mio marito. Entrambi molto appetibili sessualmente ed anche molto attivi da quello che mi racconta lei, nelle classiche chiacchiere da spogliatoio femminile. Andiamo nella loro splendida villetta sul mare, arredata con gusto minimale e raffinato, un bellissimo porticato e giardino, dove prendiamo ottimi apritivi preparati da lui...molto, molto alcolici. L’atmosfera si scalda già dal terzo giorno, con battute sessuali da entrambe le coppie, occhiate fugaci e galeotte, le notti i rispettivi gemiti di godimento delle due coppie attraversano la villetta. Mi guardo lui, Luca, ed è proprio un bel tipo, colto e bello...mi eccita. Mio marito si squadra spesso Gloria, capisco subito che è attratto dalla mia amica, ricambiato dalla zoccola. I giorni passano e la noia del mare prende il sopravvento, non siamo troppo coppie da spiaggia. Un pomeriggio Luca organizza una aperi-cena sotto il porticato, a base di sangria e spritz abbondanti, finger-food raffinato e gustoso, musica jazz in sottofondo…
L’ambiente si scalda, siamo tutti in costume, accaldati dal sole e dal mare, stanchissimi ma rilassati…i fiumi di alcool cominciano a fare effetto e i nostri corpi abbronzati e bollenti iniziano a strusciarsi l’uno con l’altra, io e Luca, mio marito e Gloria, io e Gloria…noi donne vediamo subito i costumi dei maschi gonfiarsi dai membri eccitati, ci scambiamo un’occhiata di ammiccamento…noi due siamo d’accordo sul da farsi! So bene che loro due non hanno mai fatto scambio di coppia, ma Gloria mi ha confessato spesso che sarebbe un suo sogno erotico farlo, insieme al marito. Procediamo con l'esperimento!
Gloria si avvicina al marito, lo abbraccia focosa e lo bacia in un turbinio di lingue che entrano e escono dalla bocca, le mani di lui vanno sulle tettone di lei, sul culo sodo e perfetto, le vogliono quasi strappare la pelle…la mano di lei scivola lungo il suo petto depilato, entra nel boxer e carezza il pisello che sembra enorme…lui ansima, ci guarda eccitato, sorride a mio marito…io e lui allora facciamo lo stesso, ci sdraiamo sul divano in vimini e cominciamo a pomiciare come adolescenti infoiati…le sue belle e forti mani vanno subito tra le mie cosce, si infilano nella micetta e iniziano a solleticarla, io impazzisco e senza remore gli vado a prendere il grosso cazzo nello slip e lo tiro fuori, masturbandolo di fronte ai due amici, ancora timidamente ai baci! Entrambi ci guardano sorridendo un po’ storditi…l’alcool fa effetto su tutti, siamo felicemente ubriachi e disinibiti dalle canne che ci siamo fumati! Gloria credo che si sia sentita surclassata dalla mia iniziativa, come donna, allora si inginocchia ai piedi del marito, gli abbassa il boxer e in un boccone solo gli prende tutto il pisellone in bocca, iniziando un fantastico pompino! Mentre masturbo mio marito e lo bacio languidamente, guardo il cazzo di Luca e ne rimango affascinata: è enorme, quasi quanto quello del mio amore, durissimo, grosso e con una cappella gigantesca…però! Gloria è timidamente scatenata, si prende il cazzo del marito sino in gola, lo succhia e lo masturba con frenesia…mi sembra un po’ forzata, ma mi eccita da morire…vedo che anche mio marito se li guarda, il suo cazzo mi freme in mano…mi abbasso e glielo prendo in bocca, spompinandolo con la mia somma maestria! Noto che gli uomini si guardano compiaciuti, noi donne lo facciamo orgogliose del nostro classico ruolo di “serve e puttane”. Luca tiene per i capelli Gloria, guidandola nel pompino, e mi guarda provocatorio…mio marito vede tutto, gli sorride complice, poi mi stacca dal cazzo e mi spinge verso i due amici…mi avvicino sorniona e mi inginocchio accanto a Gloria, che mi guarda quasi sorpresa…carezzo il corpo di suo marito, lo bacio, gli carezzo il culo, le cosce depilate…le palle penzolanti…Gloria esita, ha il suo cazzone in bocca da ciucciare, glielo sfilo quasi di forza e me lo ingoio come una pitonessa! Lei sorride amaramente, sa bene che sono molto più esperta di lei…mi lavoro l’uccello del marito con impareggiabile maestria, lo masturbo con amore, lo succhio avida, lo lecco come una cagna…Luca geme di piacere, mi strizza i capelli eccitato “…cazzo Marinella come sei brava…Cristo che bocca, sei una troia stupenda…amore mio guarda e impara…” sento che Gloria ingoia amaro il complimento, allora gli passo il cazzo del marito, lei lo stringe forte quasi per vendetta poi però inizia un pompino fenomenale imitando le mie tecniche, il marito se la gode tutta!

Con la coda dell’occhio vedo mio marito che si masturba beatamente a cosce larghe sul divano di vimini, il suo cazzo è enorme, dritto, bello…e ci sorride beffardo!
Luca gode come un porco, ci passiamo di mano e bocca il suo cazzo tra me e Gloria…mentre Gloria lo succhia, gli infilo delicatamente un dito in culo (non sai mai se l’uomo gradisce o meno…) e noto che Luca apprezza volentieri, mi guarda e mi sorride. Lo inculo col medio, la moglie lo spompina a dovere sino a quando Luca emette un gemito sordo, gutturale “ggghhhhh…oddio amore vengo, vengo…sborro ragazze…!” io e Gloria ci mettiamo a bocca aperta come due uccelline davanti alla cappella di Luca, lei lo masturba forte e io lo inculo ancora col dito, fino a quando dalla cappella non esplodono fiotti di sperma grumosi, densi, violenti…ci annaffia letteralmente, il dott. Luca F.! Lui è bravo a sborrarci a entrambe, con maestria dirige il cazzo a me e alla moglie, ma lascio a lei il piacere di succhiarlo e pulirlo. Luca è sazio, ci fa i complimenti a entrambe…siamo storditi, l’aria pesante del tardo pomeriggio e l’alcool con il fumo rendono tutto più eccitante e lento…prendo Gloria per la testa e la bacio in bocca, lei esita, si discosta ma io insisto e le nostre labbra e le lingue si scambiano la sborra del marito! Le piace, continuo a baciarla safficamente, le lecco tutto lo sperma dal viso dolce e minuto, da brava donnina milanese, poi la prendo per mano e la porto da mio marito, ci accosciamo tra le sue gambe pelose e muscolose, lui ci lascia il suo enorme cazzo e io glielo porgo a lei. Gloria, esitante, lo mette in bocca e inizia il pompino, mio marito la guarda eccitato, io mi masturbo e partecipo alla pompa, il cazzo di mio marito è eccezionale…duro come il marmo…ce lo passiamo come un oggetto prezioso…lui geme e fa i complimenti a Gloria…lecchiamo insieme le palle e la cappella, alternate…poi prendo il dito medio di Gloria, lo succhio bagnandolo e lo dirigo il buco del culo di lui, spingendoglielo dentro. Dalla reazione di Gloria, capisco che non è molto esperta di penetrazioni maschili, ma la guido paziente, lei è sorpresa della reazione di lui, che alza il culo per farla penetrare meglio! Forse con il marito non lo fa mai…ma ora sta inculando il mio, di marito! Lo spompina sempre con ardore, non sa gestire il cazzo enorme, lo masturba con difficoltà, lo prende con due mani…è impacciata. Mentre lei lo sbocchina, io le tolgo il costume sopra, le lecco delicatamente i capezzoli, Gloria salta dall’eccitazione, geme col cazzo in bocca…le succhio le grosse tette, molto sode e belle, le pizzico i capezzoli…ogni tanto mi prendo il cazzo di mio marito in bocca e le do tregua alla mascella! Luca ci guarda seduto su una sdraio, ammirato da tanto fervore mio e della mogliettina, si masturba lentamente, il suo cazzo sta riprendendo vigore, beve altro spritz, ha l’occhio lucido…lo sguardo da maniaco eccitato. Mio marito è al culmine, ancora poche succhiate di entrambe e ci sborra anche lui in faccia, inondandoci letteralmente di sperma caldissimo e vischioso…una fontana! Gloria a bocca aperta lo prende tutto…è stordita dall’eccitazione…ha lo sguardo perso…la bacio in bocca, leccandogli il delizioso seme, stavolta ci sta eccome! Mi toglie il costume sopra, mi carezza le tette, le bacia…è tutta ubriaca anche lei…quasi mi salta addosso, finiamo sulla stuoia di bambù in terra, al centro del patio, a baciarci in bocca, sulle tette, sul collo, sulla pancia…ci togliamo gli slip, io la masturbo freneticamente sino a quando capisco che non ha un orgasmo, si bagna tutta…Gloria geme, guarda il marito vogliosa, che allora si alza col cazzo in mano stendendosi tra noi due, allarga le cosce della moglie e la scopa come una bestia! Mio marito si avvicina, mi mette a pecora accanto a Gloria e mi scopa anche lui focosamente…sono due tori da monta! Mi accosto a Gloria baciandola in bocca, leccandole il seno, mentre siamo scosse dai colpi di cazzo violenti dei nostri mariti. Godiamo entrambe, più volte…loro due sono inarrestabili…Io e mio marito ci guardiamo complici, sorridiamo, lui si sfila da me…mi metto sopra Gloria, il culetto davanti al cazzo di Luca…capisce, sfila il pisello dalla moglie e mi penetra. Lei ci rimane male, lo guarda scazzata ma mio marito la sfila e la mette a forza sul tavolo a 90° e senza pietà la scopa come un treno! Gloria non reagisce, è stordita dal caldo e dalla marijuana…mio marito le sfonda letteralmente la fica, il suo enorme cazzo la penetra fin dentro le budella…lei geme come un’indemoniata…si agita…gode! Luca le vede divertito e mi scopa alla grande, mi allarga le cosce e mi penetra sino alla pancia, è bravo, è un grande scopatore, non avevo dubbi…chissà le corna che ha Gloria! Luca mi gira e rigira in tutte le posizioni, stingo la fica per farlo godere di più “cazzo Marynella, sei proprio una gran troia…hai una fica pazzesca…scopi da vera puttana!” il suo alito di alcool mi inebria, me lo spingo dentro tirando il culo, lo voglio sino in fondo…giro lo sguardo e vedo mio marito che sta leccando il culo a Gloria…poi le pianta la cappella sull’ano e la incula a forza!! Gloria urla di dolore disperata, meno male che la villetta è isolata nel bosco…ma lui la violenta, le sfonda il culo incurante delle urla (ha fatto così anche con me la prima volta…) e poi quando lo sfintere si è sfondato e il cazzo è incastrato per bene, Gloria comincia a gemere, gode sempre di più…mio marito la incula più rapidamente, lei urla di dolore e di gioia…io li guardo orgogliosa di lui “dai amore, sfondala, sfondala la puttana milanese ricca e snob, falle male…sfondale il culo e sborragli dentro, ti prego, fallo per me…!” il mio maritino mi guarda sornione, spinge fino in fondo al culo il suo scettro e emette un grugnito sordo: gli ha sborrato dentro il culo! Gloria si gira esterrefatta, sudata, gli occhi spalancati…con il culone cerca ancora di essere posseduta, è impazzita…mio marito continua a scoparla sinché non gli si ammoscia dentro il culo. Lui esce, e una grumosa colatura di sperma gli esce dall’ano, lei è sfinita, si accascia vicino a noi sulla stuoia…Luca però continua a scoparmi senza sosta, io lo incito “dai Luca, dai, scopami tutta cazzo, dai dottore sfondami la fica…sei un chiavatore bravissimo…dai, mi puoi sborrare dentro, vai tranquillo...dai godi” (prendo sempre la pillola: ndr) e appena dopo un minuto Luca mi allaga la fica di sperma, con un gemito lungo e gutturale! Mi sento la pancia calda, sento gli spasmi del suo cazzo che mi sborra dentro, è meraviglioso! Mi scopa ancora un po’, poi esce e ci accasciamo sulla stuoia di bambù tutti e quattro, sfiniti ma ancora eccitati.
Forse abbiamo riposato pochi istanti… l’odore di sesso nel porticato, il sole che tramontava, l’ebbrezza della marijuana e dell’alcool, i corpi nudi bollenti uno accanto all’altro fecero risvegliare l’eccitazione. Le mani si allungavano l’uno verso l’altro, non importava chi. Mi ritrovai con il cazzo di Luca in mano, lo masturbai delicatamente, mi si ingrossò subito tra le dita, e mi baciavo in bocca Gloria…mio marito aveva la bocca sulla sua fica e la faceva gemere…lentamente i nostri corpi ripresero vitalità…presi in bocca l’uccello del dottor. F. e lo spompinai a dovere…mio marito leccava la passera e le tette di sua moglie…poi lei glielo prese in bocca, io mi buttai sulla sua fica leccandogliela vogliosamente…Luca mi masturbava in fica e in culo, sputandosi di continuo sulle dita…eravamo bestie affamate di sesso. Ogni tanto qualcuno di noi si alzava e beveva altra sangria o uno spritz, poi tornava sulla stuoia e riprendeva a fare sesso. A un certo punto mi trovai col cazzo di Luca in bocca, e vicino c’era mio marito…Gloria era al tavolo a bere…porsi il cazzo a mio marito, che volentieri lo prese in bocca e lo succhiò per bene, con entusiasmo. Io e lui siamo scambisti bisex, non ci ferma nulla…ma questa coppia era troppo “classica” per queste cose, stavamo rischiando la rottura! Luca si godette il pompino per un attimo, poi aprì gli occhi e vide che era mio marito che glielo stava ciucciando…sgranò gli occhi, provò a levargli il cazzo di bocca ma io lo bloccai…”ma che cazzo fate, ooohhh….ma dico…mica sono frocio, ma cazzo, nooo…” gli tenni fermo il pisello nella bocca di mio marito che continuava a succhiarlo, e dissi suadente “…dai Luca stai tranquillo, prova…non succede niente…neanche mio marito è frocio, ci piace sperimentare…neanche ti sei accorto che ti stava spompinando lui…lasciati andare…dai proviamo!” Gloria, sentito il trambusto, tornò per terra e quando vide il marito con il cazzo in bocca al mio trasecolò, rimase di petra…Luca se la guardava quasi scusandosi, ma intanto aveva ancora il cazzo in bocca a mio marito, che era bravissimo nel pompino, lo masturbava e succhiava da maestro! Io presi Gloria e la portai vicino al pene di Luca, presi il suo pisello e glielo spinsi in bocca…Gloria come un automa lo spompinò…poi lo feci riprendere a mio marito e così andammo avanti per un po’. I due si lasciarono andare, Luca si lasciò spompinare da mio marito a lungo, godendo come un porco, aiutato anche dalla moglie e da me, che succhiammo il suo uccello insieme. Una volta durissimo, mio marito si alzò, si mise a cavalcioni sul cazzo di Luca, io lo tenni fermo e dritto e ci sputai sopra un grosso grumo di saliva lubrificandolo, e poi lui si calò lentamente, inculandosi da solo! Luca aveva gli occhi sgranati, a bocca aperta, non disse nulla…mio marito si impalò sul suo cazzo, di fronte alla moglie attonita…e cominciò a farsi scopare, su e giù, su e giù lentamente, godendo come un maiale! Gloria rimase scioccata, immobile, a gurdare il marito scoparsi un altro uomo…Luca era anche lui immobile, la faccia attonita…il suo cazzo però era bello duro, mio marito faceva su e giù come un pistone…si divertiva a guardarci tutti, sorrideva diabolico…si masturbava lentamente godendo! Presi Gloria e la distesi, aprendogli le cose e leccandogli la fica come una cagna…”dai, facciamo le lesbiche anche noi, mica solo i maschietti di divertono…” la leccavo e la masturbavo con foga, anche per scuoterla…lei si eccitò per bene, poi si scatenò…mi stringeva la testa tra le cosce, ebbe un paio di orgasmi nella mia bocca…poi la presi per i capelli e la portai a spompinare mio marito, mentre si faceva inculare dal suo! Gli prese il cazzo in bocca, e quasi divertita ormai, lo spompinò per bene. Mio marito non resistette, dopo qualche minuto emise un grido roco, e le sborrò tutto in bocca, aumentando l’inculata sopra Luca. Gloria aveva la bocca ricolma di sperma, si tolse dalla cappella e una spruzzata di sborra finì sul petto di Luca, che la guardò quasi divertito…Baciai Gloria, leccandogli via un po’ di sborra del mio amore…Sentimmo Luca gemere sempre di più, era rosso in viso, mio marito aumentò la scopata, il suo culo era sfondato ma accogliente, il cazzo di Luca scorreva benissimo…gli leccai i capezzoli insieme alla mogliettina per farlo godere di più…lui mormorò “oddio ragazze, oddio…sto per venire…oddio sborro nel culo di tuo marito Mary…Gloria, sborro nel culo di un uomo amore mio, aiutami, ti prego…non voglio…!” ma non era convinto e ormai l’orgasmo era partito…mio marito accelerò l’inculata, lo guardava voglioso negli occhi “dai Luca, dai…non ci pensare, sborraaaa…è come venire nel culo di una donna, dai vieni, sborraaaa!!!!” alla fine Luca fece un gemito sordo, il suo corpo tremò, e riempì il culo di mio marito di sperma. Ebbe come delle convulsioni, spinse il cazzo in alto dentro il culo del mio amore, ci affondò per bene in quel culo maschile sodo e peloso, e si scaricò tutto! Mio marito gli sorrise beffardo, continuò a girarsi dentro lo sfintere quel bel cazzo spruzzante e vibrante, poi si sollevò e lo fece uscire. La cappella era bella bagnata di sperma e di umori anali, mi fiondai e la succhiai per bene, leccandomi l’ultima gocciolina che uscì. Era buono…
Luca rimase senza fiato per qualche minuto, fissandoci come dei fantasmi, moglie compresa. Eravamo tutti storditi, sfatti dal sesso e dal caldo afoso del tramonto…ci sdraiammo ancora sulla stuoia, ammassati.
Dopo un po’, andammo in bagno uno per uno a lavarci, ci siamo vestiti eleganti e siamo usciti a cena in paese, nel più assoluto e imbarazzante silenzio, rotto solo da qualche frase di circostanza, da occhiate fugaci e vergognose…
La notte trascorse tranquilla, dormimmo tutti come angioletti, nessuno spasmo o mugugno sessuale. Ma la mattina dopo, al mare, si intuiva che qualcosa era cambiato. Eravamo ancora imbarazzati (almeno loro…) ma ci stavamo studiando per capire quando ripetere l’orgia selvaggia, approfondire gli “esperimenti”.

Sulla spiaggia privata c'era il deserto, io e Gloria rimanemmo sotto l’ombrellone a chiacchierare, mentre gli uomini andarono a pesca lungo gli scogli.
Dopo un po’, volli andare anch’io a farmi una nuotata. Seguì lo stesso percorso lungo la scogliera, e arrivata a una caletta nascosta andai a riva per risposarmi. Dietro uno scoglio più alto, vidi due figure nascoste, mi avvicinai incuriosita e vidi che mio marito era in ginocchio sulla sabbia tra le cosce di Luca e lo stava spompinando! Mio marito aveva tutto il cazzo in bocca, lo masturbava tenendolo stretto tra le labbra, e gli infilava anche un dito in culo da sotto il costume a slip. Luca lo teneva per i capelli, come una puttana da strada, godendo con gli occhi chiusi come un porco! Era una scena meravigliosa, due uomini che si spompinavano…non pensando che uno era mio marito e l’altro uomo il marito della mia migliore amica, che era ad aspettarci all’ombrellone leggendo un libro! Mi godetti tutta la scena, ben nascosta dietro lo scoglio, godendo della bravura di mio marito nel fare i pompini…e nel godimento di Luca nel riceverli, avendo appena la sera prima provato il sesso omosessuale per la prima volta! Dopo qualche lunghissimi minuti, Luca si agitò, mormorò qualcosa e mio marito si allontanò dalla cappella, e masturbandolo si beccò un’incredibile sborrata in faccia, a bocca aperta…Luca era un idrante, gli lavò il viso di sperma…mio marito la prese tutta, senza problemi, finì di masturbarlo poi gli rimise dolcemente il cazzo mezzo moscio nel costume, gli sorrise, si alzò e con il viso sporcò di sborra si immerse in mare seguito da Luca. Li vidi nuotare verso l’ombrellone, poi li seguì anch’io, arrivando in spiaggia e facendo finte di nulla, anche con mio marito. L’atmosfera era più rilassata, Luca e Gloria tornarono la coppia affiata e rilassata di sempre.
Ovviamente, la sera ripetemmo l’aperi-cena e la fumata di marijuana, e finimmo nuovamente a scopare come assatanati sulla stuoia di bambù, sul tavolo, sul divano di vimini…!! Non c’erano più confini e esitazioni, io facevo sesso lesbo con Gloria, lei con mio marito, io con Luca e i due uomini ogni tanto scopavano tra loro…sempre con Luca solo attivo, però.
In quei momenti, io e Gloria ci fermavano, e guardavamo i nostri mariti scopare (io ero abituata, ma mi piaceva lo stesso molto…); Luca era veramente un bambino che scopre un giocattolo nuovo…si inculava mio marito in tutti i modi, voleva cambiare continuamente posizione, gli sborrava ovunque…mio marito si divertiva da morire, lo guidava passo passo in ogni nuova scoperta. Ogni tanto io e Gloria intervenivamo, per partecipare al loro gioco, spompinandoli a vicenda e facendoci scopare un po’…ma era bello comunque solo vederli!
Andammo avanti così per due settimane…alla fine non avevamo più riserve o tabù…durante il giorno scopavamo tra noi, in ogni luogo e momento, scambiandoci partner e ruoli, ma poi la notte tornavamo delle coppie “normali” e si scopava solo in camera da letto, tra marito e moglie!
I due maschi arrivarono a farsi i pompini a vicenda, Luca diventò abbastanza bravo sotto la guida esperta mia e di mio marito, mentre Gloria si incuriosiva a vedere la metamorfosi del caro maritino, stimato medico milanese; mancava solo che Luca si facesse inculare da mio marito, ma per quello pazientammo alla prossima vacanza!

Questo racconto di è stato letto 5 6 1 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone