Il migliore amico di mio fratello

Scritto da , il 2019-08-10, genere etero

Oggi mi trovo comodamente distesa su questa sdraio che si trova sulla mia terrazza,mi sto godendo finalmente anche io le vacanze estive e non c'è niente di meglio per me in questo momento. Il sole batte forte sulla mia pelle,oggi è una giornata abbastanza soleggiata ma con quel venticello piacevole al punto giusto. Mi chiamo Eloise e sono una ragazza magra, anche se mangio tantissimo, con le forme al loro posto,ho i capelli rossi, lunghi e lisci e gli occhi verdi. E mentre sono intenta ad ascoltare la musica con le cuffiette rilassandomi, improvvisamente mi arriva un getto d'acqua addosso, sussulto e mi alzo di scatto ritrovando di fronte a me un depravato che sorride beffardo mentre esce dalla piscina e mi raggiunge. Quel buon annulla di Edoardo, il miglior amico di mio fratello venuto a rompere le palle a casa mia per qualche giorno..
"ma sei impazzito, mi hai bagnato tutta?" urlo isterica.
"ma come siamo irascibili, che sarà mai un po' d'acqua, anche se avrei preferito bagnarti io in un altro modo" divento paonazza alla sua affermazione da pervertito e mi alzo imbestialita tentando di dargli uno schiaffo, ma subito che vengo bloccata da lui che mettendomi una mano sui fianchi annulla la distanza, e deglutisco a fatica sentendo la sua pelle bagnata toccare la mia, è stronzo si, ma non posso negare che è un bellissimo ragazzo, alto muscoloso con capelli ricci neri e occhi azzurri come l'oceano,insomma un vero dio greco.
"avanti piccola so che non puoi resisterei" tento di divincolarmi ma con scarsi risultati dal momento che lui è il triplo di me, 1.55 con 1.85 di altezza.. Direi che c'è differenza, e non poca.
Comincia a toccarmi il viso dolcemente scendendo poi sui fianchi e palpandomi i glutei per poi cominciare a baciarmi con passione ed è proprio qui che non capisco più nulla e stavolta sono io a gettare le braccia intorno al suo collo, il mio stomaco si contrae, il mio cuore accelera e vengo inondata da una marea di sentimenti che forse non sono mai riuscita a far uscire fuori.
Lui mi prende in braccio afferrandomi con forza i glutei per poi salire le scale e portarmi in camera"stavolta non mi scappi più pantera"sussurra al mio orecchio facendomi andare in estasi, mi sento già bagnata e non solo d'acqua.
"mi sono frenato per troppo tempo, non posso più resisterti piccola ti voglio scopare qui adesso su questo letto, oggi, domani e sempre, ti voglio mia" non so se questa sia una sottospecie di dichiarazione d'amore ma a questo ci penserò dopo. Mi butta sul letto, sciogliendo i lacci del costume facendo sgusciare così la mia 4 di seno, lo afferra lo bacia lo succhia, lo lecca e io godo in una maniera illegale..toglie anche il resto è rimango nuda sotto di lui"ma quanto cazzo sei bella, apri le gambe che ti porto in paradiso" con un gesto rude ma dolce allo stesso tempo apre le mie cosce avendo l'accesso per leccare la mia figa già bagnata e umidiccia, mi vergogno per l'effetto che è riuscito a farmi. Piano apre le labbra e comincia a succhiare il clitoride a leccarlo, baciarlo mentre allo stesso tempo infila due dita dentro e qui che comincio ad ansimare mentre lui continua a leccare la mia figa. "adesso ti faccio mia" si toglie i boxer e in movimento secco e sensuale entra dentro di me facendomi gemere, comincia a pompare il suo pene grosso riempendomi tutta fino a dove è umanamente possibile, mi scopa fino a farmi male"ho sognato di fare l'amore con te per così tanto tempo e adesso sei mia"dice mente continua a scoparmi e io a godere come non mai. Continua a fare dentro fuori la mia figa, mentre tocca e fa dei movimenti circolari sul mio clitoride, continua a pompare aumentando le spinte portandomi così al l'apice del piacere raggiungendo un favoloso orgasmo,lui esce da me, mi fa alzare tirando i I capelli all'indietro "adesso tu mi fai un bel pompino" mi mette il pene davanti la bocca io la apro e comincio ad avvolgere la sua cappella bagnandola della mia saliva e assaporando anche i miei umori. Comincio a segarlo mentre lo tengo in bocca.. Lui mi tiene per la testa e dopo un po' viene sborrandomi e schizzando dentro la mia gola. Ci accascia o sfiniti sul letto e mi bacia.
"senti io non so cosa mi mia preso, insomma non è da me fare queste cose, mi hai preso alla sprovvista e non ci ho capito nulla"
"piccola non devi giustificarti con me, neanche io so cosa mi sia preso, ma quando ti vedo mi cotti completamente il cervello, io oggi con te non ho scopato, ho fatto l'amore,perché si Eloise, ti conosco da bambina sei cresciuta con me,ti consideravo come una sorellina, ma adesso mi sono innamorato"e di fronte alla sua confessione il mio cuore scoppia di gioia, gli getto le braccia al collo e lo abbraccio"credo di essermi innamorata anch'io" e rifacciamo l'amore per la seconda volta.

Questo racconto di è stato letto 3 0 0 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone