La Novizia pt8

Scritto da , il 2019-07-22, genere bondage

La notte è umida ma sono molto stanca dormo profondamente, dormo molto meglio di quando ero libera, ho finalmente trovato la mia dimensione.
Mi sento toccare la spalla, mi sveglio è il mio padrone che con la suola della scarpa mi sta svegliando, gli sorrido poi m’inginocchio e gli dico “BUONGIORNO MIO PADRONE” lui accenna a un sorriso, stacca il lucchetto che mi costringe alla catena e lega il guinzaglio, lo seguo per il giardino, mi porta nel retro..al contrario del resto della villa qui l’erba non è affatto curata “QUI E’ DOVE POTRAI FARE I TUOI BISOGNI, ESTATE O INVERNO NON IMPORTA, QUANDO AVRAI BISOGNO DOVRAI VENIRE QUI, NEL PICCOLO CAPANNO TROVERAI UNA PALA DOVRAI FARE SEMPRE UNA PICCOLA BUCA PER FARE I TUOI BISOGNI E LA DOVRAI RICOPRIRE QUANDO HAI FINITO, SEMPRE NEL CAPANNO TROVERAI SEMPRE DELLA CARTA IGIENICA E UNA POMPA CON LA QUALE POTRAI SCIACQUARTI” gli faccio un cenno con la testa per far capire che ho compreso, poi mi ordina di andare a fare i miei bisogni perché la mattinata è impegnata.
Vado nel capanno prendo la pala e scavo una piccola buca, mi accovaccio per fare tutti i miei bisogni però è imbarazzante farli con il padrone che mi guarda, mi vergogno tanto…cerco di far passare l’imbarazzo e per fortuna riesco nell’intento, chiudo la buca e torno nel piccolo capanno per pulirmi.
Il padrone è soddisfatto, riprende il guinzaglio e mi porta in casa, entriamo nel salone e mi fa inginocchiare di fronte la lui, si siede sulla poltrona e inizia a parlarmi delle regole della casa, sono molte e lui mi da una lista molto dettagliata, in più mi avvisa che ho a disposizione una piccola stanza che lui definisce cella

REGOLE DELLA CASA

1. La mia sveglia sarà regolata alle 5:00.. ho 30 minuti per lavarmi e sistemarmi
2. Devo ripulire casa e preparare la colazione per il padrone
3. h.8:00 devo svegliare il padrone e servirgli la colazione a letto
4. Dalle 9:00 alle 11:00 dovrò ripulire il giardino
5. h.13:30 devo servire il pranzo
6. entro le 15:00 la cucina dev’essere rimessa in ordine
7. h 21:00 devo servire la cena

Tutti gli spazi liberi saranno occupati da i miei doveri da schiava che m’è dato conosce
Inoltre mi sono stati dati una serie di completi da lavoro (perizoma e grembiule) per quando farò la cameriera, invece il resto del giorno dovrò rimanere nuda.
Per la prima mattinata sono dispensata dal mio lavoro come cameriera, il padrone vuole usufruire del suo nuovo giocattolo, come prima cosa mi serve la colazione, versa nella mia ciotola gli avanzi della cena e ci mischia una scatoletta di cibo per cani, m’avverte che dovrò mangiare tutto altrimenti sarò frustata.
Come al solito è disgustoso ma per mia fortuna ci sono pezzi di polpettone che rendono la colazione più buona, mangio tutto e ritorno dal mio padrone, lo vedo molto soddisfatto dice di volermi premiare, in mano ha un plug anale..mi fa piegare sul tavolo e con non poca fatica me lo sistema “QUESTO LO DOVRAI TENERE TUTTO IL GIORNO” poi prende una corda e mi lega le mani dietro la schiena mi fa rialzare e girare verso di lui, attacca 2 mollette ai miei capezzoli, le mollette hanno dei campanelli, mi dice che presto mi farà mettere degli anellini ai capezzoli e che le campanelle le terrò fisse.
Lo seguo in giardino, le pinze fanno abbastanza male ma non dico nulla andiamo sotto al gazebo, m’inginocchio, lo vedo andare via, dopo qualche minuto ritorna in mano ha un rasoio elettrico per capelli “IL TUO ASPETTO NON RISPECCHIA IL TUO STATO” accende la macchinetta e inizia a rasarmi i capelli, vedo ciocche di capelli volare per tutto il giardino, poi prende la schiuma da barba me la passa su tutta la testa “NON TI MUOVERE RISCHI DI TAGLIARTI” in mano ha un rasoio siciliano, con maestria completa tutto il lavoro per ultimare alla perfezione il tutto mi passa un panno sbagnato e un olio..
Non ho mai avuto la testa rasata, sento l’aria passarmi la testa, lo vero prendere uno specchio dal tavolino e mettermelo di fronte..mi guardo allo specchio, l’immagine riflessa non somiglia a quella che ero io, iniziano a scendermi delle lacrime dagli occhi, non capisco perché ha voluto trasformare così il mio aspetto, lui di tutta risposta inizia a ridere poi si sbottona i pantaloni e per la prima volta ammiro i suoi genitali.
Il suo pene è completamente rasato, ed è grande “NON LO DEVI AMMIRARE, LO DEVI SUCCHIARE E POI INGOIARE, PRIMA LO SPERMA E POI LA MIA URINA” inizio a succhiargliero con maestria, senza usare i denti con le sole labbra riesco a scappellarglielo, ha un sapore dolce mi piace prenderlo in bocca.
Dopo 10 minuti sento finalmente la sua sbarra calda in bocca, esce delicatamente e non a schizzi, è molto densa ma saporita, come ordinato ingoio però non è ancora soddisfatto, prende un imbuto e me lo infila fino in gola, mi dice di tenere la testa alzata così da poter far scendere l’urina direttamente giù.
Sento il liquido caldo scendere giù per la trachea, si svuota tutto mi toglie l’imbuto “ORA LO DEVI PULIRE” lo riprendo in bocca e lo inizio a succhiare, sento le ultime gocce fuoriuscire dal canale, ci prende nuovamente gusto inizia a spingerlo in gola si eccita a tal punto che riesce ad avere un altro orgasmo, ovviamente ingoio nuovamente il tutto.
Si ricompone mi fa cenno di seguirlo, mi porta alla catena vicino l’albero dov’ho dormito, stacca le pinze dai miei capezzoli e libera le mani, poi m’infila una maschera di pelle in faccia che mi nega la vista e lascia libera solo la bocca la blocca con un lucchetto e lega il mio collare alla catena.
“HAI MANGIATO MANGIATO E BEVUTO IN ABBONDANZA, IO DEVO ANDARE FUORI CITTA’ PER LAVORO, NON SO SE TORNO PER CENA O DORMO FUORI…” poco dopo sento il rumore inconfondibile della sua maserati andare via.
Sono sola, legata alla catena, non m’è nemmeno concesso guardare per colpa della maschera, il mio alito puzza di urina, sono una schiava questa è la mia vita e la amo sempre di più.

Questo racconto di è stato letto 3 1 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti hardcoreracconti zozziracconti sissy maidracconti sesso in vacanzaho inculato mia mammaracconti porno mia moglieracconti di tradimenti coniugaliincesto racconti veritorie pornomary rider escortracconti erotici.itpompino a mio fratelloracconti erotici generigeneri racconti eroticistorie di sesso con ziaracconti veri sessoesperienza eroticaracconti eroti ciiraccontidi miluracconti porno con animaliraconti eroticestorie pornierotici racconti 69srorie pornoracconti sesso con suoceraraccontierotici.itraccoti pornoincesto nonno nipoteracconti faygenere racconti eroticiracconti xxx gratisracconti porno zoofiliaracconti eeoticiracontieroticiracconti fantasy eroticistorie di sesso spintoracconti ertici 69racconti porno lesboracconti porno xxxiincesti italianiracconti erotici saunaracconti erotici di matureracconti incesto eroticiporno gay tra cuginiraccontierticierotiraccontiracconti moglie scopatastorie di calpestamentoracconti sesso con animaliracconti amatorialexnxx fratelloracconti pprnoracconti sborratefotoracconti hotsculacciate raccontiracconti erotici recentiracconti di sesso al marestorie di masturbazione femminilepiedi di mia suocerainterviste erotichericattata e inculataprima volta scambio di coppiaracconti miliracconti erotici amicaracc incestoporno gay tra cuginistori eroticheracconti erotici legataraccont eroticisesso di gruppo raccontii generi dei racconti eroticiracconti dincestoerotici racconrierositalia raccontiracconti erotici zooracconti pornoracconti sessoracconti porno con immaginiracconti zozzistorie hotracconti erotici inculataincesto suocerai racconti di guzzonannusami i piedifeticismo forumstorie bsxla mia ragazza inculataracconti nudismoracconti sesso 69nonna eroticaraccontu gayraqcconti eroticitorie pornoracconti eoriticicuckold confessionistorie etotiche