Incesto massimo 2

Scritto da , il 2019-07-16, genere incesti

Dopo il primo controllo televisivo la sera in camera guardiamo i nostri ragazzi,quasi ogni sera assistiamo a pompini,chiavate e inculate con relativi schizzi di sborra in bocca e sulle tette,insomma si danno da fare.
“Anna dobbiamo fare qualche cosa non si può andare avanti così dobbiamo chiamare i nostri ragazzi e dire tutto,dire che io sono il padre e raccontare come mai ci amiamo padre e figlia non ti pare!!”
“Caro direi che hai ragione visto quello che fanno in camera e ci credi che ogni volta che vedo il cazzo di Luca mi viene voglia di prenderlo con il tuo,pensa uno in culo e uno in bocca sarebbe magnifico cosa ne pensi??”
“Cazzo Anna tu vuoi Luca io sogno Giada gambe aperte e la lingua che lecca figa e culo prima di sfondarla dai smettiamola con questi sogni altrimenti il mio povero cazzo deve fare gli straordinari”
A furia di parlarne ci convinciamo che i ragazzi devono sapere tutto e così una sera seduti in sala Anna inizia a parlare
“Cari e adorati ragazzi devo darvi una notizia che ho tenuto segreta per anni,dunque quello che voi chiamate nonno e con amore vi ha allevati è vostro padre!!!! Non spalancate gli occhi,ebbene si io e vostro padre vi abbiamo partorito con amore,e ci amiamo come padre e figlia ma anche come amanti dal primo giorno fino a oggi e speriamo ancora per tanto tempo,cosa mi dite???”
E’ Giada che si alza mi viene vicino si china e mi infila la lingua in bocca e mi stringe a se,sento le tette premere e ho subito una erezione
“Nonno….papà siiiii è bello chiamarti papà immaginavo che l’attrazione che avevo per te non era solo per il nonno ma c’era qualche cosa che mi attirava adesso voglio starti vicino papà!!!!!!!”
Mi abbraccia e posa la mano sui pantaloni e inizia a accarezzarmi il cazzo che ha subito un risveglio e io le accarezzo le tette,siamo così attaccati e Luca invece è molto più avanti,ha baciato in bocca Anna e mentre la baciava ha infilato la mano e iniziato a accarezzarle le tette
“Mamma quante volte ti ho sognata nuda davanti a me,quante seghe mi sono fatto e sai con cosa,in bagno pigliavo le tue mutandine le odoravo e quell’odore di figa mi eccitava e allora via con seghe,papà non credere che Giada sia meglio anche lei si odorava le tue e si eccitava sentendo l’odore di cazzo e di piscia e mentre eravamo insieme mi diceva che ti sognava davanti a lei pronto”
“Papà devi sapere che io e Luca ci vogliamo bene ma anche molto di più insomma quel fusto mi piace e io piaccio a lui e così siamo intimi avete capito??”
“Amore non c’è niente di male io e tua madre siamo incestuosi,che brutta parola,e voi anche ma vedo che Luca vuole molto di più”
In effetti Luca sempre sbaciucchiando Anna è riuscito a sfilarle il vestito e si è attaccato alle tette mentre lei gli ha sfilato le mutande e impugna il cazzo e lo mena di gusto.
“Hai visto papà dai lasciamoli soli ti ho detto che mi piaceva l’odore di piscia del tuo cazzo? Bene adesso lo voglio sentire veramente vieni ti voglio”
Andiamo in bagno e lei si leva tutto,per la prima volta la vedo dal vivo nuda,quasi mi sborro nelle mutande,è lei che mi leva pantaloni e mutande e impugna il cazzo
Nonno…o scusa papà che bel cazzo un po’ floscio ma lo farò diventare duro e pronto per la tua bambina.
Si mette a cavalcioni sul water e si apre la figa
“Adesso piscio guardami!!!ti piace Luca diventa matto quando piscio insieme a lui ahhh papà ti lavi le mani siiii daiiiii la lingua ahhhh la vuoi bere ecco bevila tutta la tua bambina te la farà sempre bere quando vorrai hai visto che cazzo è bello duro e voglioso cosa vuoi papà?”
Non immaginavo che la mia Giada fosse così porcella ma il mio cazzo voleva scaricarsi e così il getto finisce
“Uhhhh che bello adesso la pulisco con la lingua e poi cara lo devi ingoiare fino ai coglioni oggi berrai la sborra del tuo papà che ti vuole tanto bene poi andremo a vedere cosa stà facendo tuo fratello,ahhhhh sei quasi meglio di tua madre,che pompa,sei stupenda hai visto anche alla mia età sei riuscita a farlo diventare duro e adesso è pronto a riempirti siiiii dai bevila tuttaaaaa”
Giada ingoia senza perdere una goccia e poi mi lecca e insaliva e ho il cazzo come nuovo.
“Ma cosa fai papà ti rimetti i vestiti ma ti pare logico,ormai caro tutti nudi e sempre pronti mi piace vedere il tuo bel cazzo floscio pendolare i mezzo ai coglioni dai andiamo a vedere cosa avrà fatto Luca,come minimo avrà lisciato il culo alla mamma”
Ormai sono quasi obbligato a essere porcello e così nudo con Giada e il suo culo davanti andiamo in sala,visione stupenda,Anna è sdraiata con Luca sopra in un 69 esagerato
“Mamma da anni volevo baciarti,leccarti farti tutto il tuo culo era il sogno della mia vita pensa che anche tra amici mentre ci segavamo a vicenda avevo sempre il tuo viso davanti a me”
“Taci e lecca devi bere tutto quello che esce dalla figa e dal culo uhhhh che cazzo,sembra quello di tuo padre 20 anni fa fammi fare indigestione di sborra fammi bere tutto”
Giada si avvicina alla coppia e incomincia a impastoiare le tette a Anna e riesce a infilare la testa e ne piglia una in bocca
“Ahhhhhh godoooooo i miei due figli su di me bellissimo papà non ho mai goduto così tanto siiiiiiii bevi amore bevi tutto”
Io mentre vedo quella ammucchiata mi piglio il cazzo in mano e lo accarezzo sognando che mi diventa ancora duro e di riuscire a incularmi Giada ma purtroppo l’età è reale e così mi accontento di menarlo rimirando la mia famiglia.
Dopo la rivelazione di loro padre e la confessione dell’incesto totale anni prima con loro madre e adesso tra di loro la famiglia cambia organizzazione,praticamente tutti girano nudi o quasi Luca è praticamente in tiro continuo le mie due donne appena sono vicine come minimo si leccano le tette e io ricevo spesso delle leccate e menate di cazzo che a furia di solleticare diventa duro e allora è un piacere chiamare Giada e chiederle di darmi il culo,cosa che lei fa felice di essere riempita dal papà.
Ormai i miei ragazzi hanno trovato i loro compagni,Luca una splendida bionda e Giada un maschione che credo le abbia sderenato il culo tanto immagino abbia sotto.
Io ormai sono il vecchietto della famiglia circondato di attenzioni da Anna che mi vuole ancora bene e dai miei figli che appena possono mi massaggiano il cazzo per eccitarmi e mi raccontano le loro avventure con i compagni,Luca mi ha detto,forse è una bugia,che la sua compagna gode come una vacca quando riesce a pisciarle nel culo e mi dice che mentre lui le riempie il culo di piscia lei godendo come una cagna si piscia addosso,con quelle descrizioni il mio cazzo ha un sussulto e la sorella che ha ascoltato la descrizione mi spara una sega con sborrata finale in bocca.
Come vedete cari lettori l’incesto non è assolutamente una cosa brutta,forse è contro la morale ma io e quelli che mi vogliono bene hanno goduto e siamo felici di questo.

Questo racconto di è stato letto 1 0 1 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone