Pompino e inculata

Scritto da , il 2019-07-14, genere gay

La voglia di cazzo era forte, mi recai nella pinetina adiacente il camping di citta'Sant'Angelo (chi e'del pescarese sa di cosa parlo), con addosso solo una canottierina che mi copriva il sedere ( non volevo perdere tempo per spogliarmi), mi avviai sulla stradina che porta in spiaggia e mi fermai in uno spiazzetto tra gli alberi. Poco dopo arrivo' un uomo e ci mettemmo a chiacchierare, il discorso cadde sul sesso, e notai da sopra i boxer che indossava che il cazzo dell'uomo si stava ingrossando.mi girai di spalle e con un gesto che sembro'accidentale scoprii le chiappe (posso vantarmi di avere un culetto a mandolino molto eccitante) mostrandogliele, non llperse tempo, in un attimo fu nudo e pianto'la cappella tra i miei glutei,si struscio'tra le mie chiappe e sborro'schizzandomi le terga,lo sperma scorrette tra le chiappe e colmando bagna a il mio buco dandomi una piacevole sensazione.mi inginocchiati e lo presi in bocca, con un bocchino stratosferico, lo feci indurire come l'acciaio, mi posizionai a pecorina e lo presi nel culo in un solo colpo lui comincio' a fottermi, assecondai la penetrazione muovendomi avanti e indietro,il cazzo scorreva nel mio culo strappandomi urlii di piacere,nel frattempo un altro tizio si avvicino'e mi sbatte il cazzo in bocca,era il massimo, avevo un cazzo che sbocchinavo e l'altro che mi inculava,I cazzi stantuffavano come pistoni, i breve tempo scaricarono tutta la sborra facendomi godere come una troia, non avevo mai preso due cazzi insieme, fu un'esperienza meravigliosa.adesso quando mi prendono i pruriti, cerco sempre di avere due cazzi sottomano. Qualche coppia di cazzi vuole scaricarsi?, contattatemi mail "

Questo racconto di è stato letto 3 7 8 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone