La nuova vicina di casa 18a parte

Scritto da , il 2019-07-12, genere dominazione

......."però ti ha conciato bene il culo tua moglie,sei messo bene sia dentro che fuori hai il culo a strisce e il buco sfondato" "fatti i cazzi tuoi stronza e pensa hai problemi di quel cornutone di tuo marito, mia moglie almeno certe cose le fa solo a me, tu invece sei una puttana, adesso fammi godere muoviti" e mi girai, lei iniziò a leccarmi il buco del culo, ci metteva tutta la sua fantasia, sentivo la lingua che mi entrava, e lei che godeva, poi prese il cazzo nero e dolcemente lo ficcò dentro
" ssssiiiii mi piace puttana, continua, fammelo scivolare, succhiami il cazzo, voglio godere" mi girai a pancia in su e lei iniziò a smenarmi la cappella, mentre il giocattolo spampanava il mio culo, mi piaceva da morire.

andammo avanti per 10/15 minuti, poi gli dissi " basta puttana, mettiti giù voglio ficcarti il mio cazzo nel culo, mi tolse il dildo e si sdraiò a pancia in giù" aveva un bel culo sfondato, io gli dissi "aspetta un attimo" andai dietro il bar e mi misi un guanto, lo spalmai di liquida dei piatti e iniziai a ficcarci un dito nella fica, lei disse " cosa vuoi fare" gli mollai uno schiaffo sulle chiappe, poi ancora uno poi ancora, lei godeva ma sentiva anche male " e stai zitta zozzona, troia, voglio farti una visita ginecologica, puttana, girati e spalanca la fica" si girò e io iniziai ad esplorare la sua fica, partii subito con 2 dita e proseguii con 2 3 4 5, gli infilai dentro tutta la mano, lei gemeva, "mmmmm sssiiii, mi piace" entrai fino al polso sentivo che ero arrivato all'utero, non lo avevo mai fatto, poi sfilai la mano e dissi " adesso vediamo quanto è sfondato il culo, girati cagna bastarda" lei disse " no! non puoi ficcarmi tutta la mano nel culo, mi farei troppo male" " girati troia " l'afferrai per i capelli e la feci girare "quanto ti dico una cosa devi solo obbedire e no discutere capito stronza" cominciai a sculacciarla di nuovo, lei si dimenava, non voleva che gli ficcassi la mano nel culo, perché già sapeva che se iniziavo, non mi sarei fermato finche non fosse tutta dentro e ovviamente avrebbe sentito tanto male.

allora gli ficcai dentro il cazzo, e iniziai a pompare per farla calmare, e così fù, poi gli tolsi il cazzo e cominciai con le dita, arrivai al 4° e lei " sssiiiii mi piace continua stronzo, fai solo piano" a quel punto con un colpo secco gli ficcai tutto il palmo della mano nel culo, lei comincio a provare piacere " pensavo fosse peggio, sssssiiiiiii continuaaaa, lo vogliooo, sono una puttana rottinculo, e tu un porco bastardo, mi hai fatto godere più tu in un paio di mesi che il cornuto da quando siamo sposati" ad un certo punto vidi fuoruscire degli escrementi," che schifo bastarda, fai schifo" sfilai la mano e gli dissi " adesso te lo mangi bastarda, lecca il guanto, hai sporcato il divano " la presi per i capello e la misi con la faccia dove si era sporcato il divano " pulisci bastarda tira fuori la lingua e pulisci tutto, lurida cagna" partirono schiaffi sulle chiappe, e lei comiciò a leccare quello che gli era uscito dalle sue viscere, mentre io continuavo ad infierire sulle chiappe

poi corse in bagno a vomitare..........continua

Questo racconto di è stato letto 2 6 1 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone