Luigi, franco e l'altro

Scritto da , il 2019-07-11, genere gay

Come dicevo,uscimmo,il mio culo totalmente fasciato dall'aderentissima minigonna dalla quale fuoriusciva un pezzo della giarrettiera rendendo ancora piu'eccitanti le gambe inguainate nelle calze a rete.la scollatissima maglietta lasciava in mostra le tette che sembravano esplodere nel reggiseno.camminando sculettando armoniosamente e facevo sobbalzare le zinne ad ogni passo,insomma ero una vera femmina da letto e gli sguardi che mi cadevano addosso lo confermava,io esibivo tutta la mia troiaggine ancheggiando in modo provocatorio, qualcuno guardandomi passava la lingua sulle labbra e poggiava la mano sulla patta.andammo al cinema, era un locale a luci rosse,entrammo e iniziammo a vedere il film, eravamo in piedi per mancanza di posti,ad un certo punto sentii qualcosa di duro premere sul culo, mi girai, dietro di me c'era un uomo visibilmente arrapato,feci finta di nulla, lui prese coraggio e mi afferro'le tette strusciando il cazzo sul mio culo, fu un attimo,mi girai offrendo le zinne alla sua bocca,sbottonai i pantaloni pldell'uomo e tirai fuori un cazzo duro e bollente, quei due marpioni di luigi e franco osservavano la scena divertiti;che gran figli di puttana pensai ridendo tra me e me,iniziai a segare il cazzo del tizio lui si avvinghio'sulle tette e me le lavoro' con palpate, leccate e ciucciate goduriose,mi fece accucciare,ficco' il cazzo dentro al reggiseno e comincio'a scoparmi le poppe, io le strinsi avviluppandolo tutto e prendendolo nella bocca, lo spagnoleggiavo e spompinavo allo stesso tempo, mugolava di piacere e dopo un po'mi scarico' fiotti di sborra in bocca e sulle zinne godendo e facendomi godere come una porca.Oramai ero in ballo e noncurante dei miei accompagnatori afferra i di nuovo il cazzo in bocca e gli diedi a spompinare come una zoccola, ancora una volta mi sborro'in gola facendomi ingoiare tutto, pensavo di averlo spompato....NO,volle che lo succhiassi di nuovo e quando fu duro mi giro'a pecorina mi scopri' le chiappe e senza preoccuparsi del perizoma mi ficco'il cazzo nel culo pompandomi con forza,mi stava letteralmente spaccando il culo, mi scarico'la sborra nello sfintere ed io venni insieme a lui.si accesero le luci della sala e luigi rivolgendosi al tizio disse:allora Fabio, hai visto che puttana?, ti ha lavorato bene, vero?, lui:mai trovato una zoccola così,mi ha spompato a dovere... Rimasi a bocca aperta...

Questo racconto di è stato letto 1 0 3 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone