Piedi notturni della mia amica

Scritto da , il 2019-07-10, genere feticismo

Qualche giorno fa ero in casa con la mia amica e per un contrattempo improvviso mi chiede se può rimanere a dormire a casa mia. Io non ho sicuro detto di no a una bella ragazza curvi che mi chiede di stare insieme in più lei era mia amica e ogni tanto abbiamo sempre giocato in modo particolare. Ho sempre avuto il dubbio che era presa di me e secondo me quella era una scusa per passare una serata con me. Io però ho un divano scomodo e un letto matrimoniale quindi di principio io le dico che potevamo stare nel letto insieme ma io da furbo feticista le dico che sto dalla parte del letto al contrario . Comincia ad essere una lunga serata fa caldo e mi metto in pantaloncini senza mutande vedo che me lo fissa più volte E che avrebbe voglia di prenderselo in mano ma non volevo rovinare la serata è l amicizia facendo qualcosa di strano .Lei si mette in maglietta senza pantaloni e con un paio di ciabatte che io stesso qualche giorno prima le avevo comprato perché amavo i suoi piedini lei di corporatura ha una quarta di seno un culo come quello di j. Lopez una vera principessa di viso e per me era come una fantasia erotica già da tempo spesso mi sono masturbato pensando a lei che mi smontava il pene cavalcandolo . Comincio a offrirli da bere e poi decido di andare a sdraiarmi senza farlo apposta mi era diventato gigante durissimo mi esplodeva io finalmente dormivo vicino ai suoi piedi pensavo a questo mentre lei si lavava in bagno. Comincia A entrare in camera e nota il pacco è cominci A a ridere .Io ero un po preso male perché avevo paura che avevo perso l occasione e se ne sarebbe stata sul divano. Si toglie le ciabatte e fa un rumore con la pianta del piede sulle ciabatte continuava a parlare e a momenti io venivo solo a sentire il rumore . Si sdraia e mi mette i piedi vicino alla faccia io senza farlo apposta comincio a scontarli con la mano e le dico scusami . Comincio a notare che stava dormendo io non c è lo più fatta comincio a baciarli sperando che non si sarebbe svegliata e nel frattempo me lo tocco avevo il pene duro come una ringhiera. Dopo un po comincio a leccarli e li si sveglia prende il telefono per far luce e mi guarda fisso negli occhi e mi dice ora che hai cominciato finisci . Ma io pure comincio . Me lo tocca con il piede e l altro me lo mette in bocca comincio a essere in paradiso . Poi prende le ciabatte e me lo comincia a sbattere tra la pianta del piede e le ciabatte. Vedevo che era eccitata anche lei allora ho preso le sue caviglie e lo bloccata ho cominciato a mangiarli la patatina che era bagnata e lei continuava a toccarlo con il piede. Abbiamo fatto cosi per un ora. Poi cominci a gridare te lo monto e mi assale se lo prende tutto e mi scopa per un altra ora . Sono venuto sui suoi piedi almeno 3 volte quella sera . Ero un toro senza freni e lei la mia padrona giovanissima teen . Ci siamo accordati che da oggi lei mi domina e non solo con ciabatte ma con tacchi a spillo. Una vera fortuna aver un amica cosi innamorata di me.

Questo racconto di è stato letto 1 6 7 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone