L'ho sodomizzata davanti a Silvanetta

Scritto da , il 2019-07-09, genere esibizionismo

DANIELA è una donna 40 enne che ho conosciuto con un annuncio; separata e disponibile a fare sesso. Guarda caso era amica di una mia amica più grande di lei di 20 anni, tale Silvana, che chiamo col diminutivo, perché piccolina. Silvana non è mai voluta venire a letto con me, perché ce l'ho grosso e teme che le faccia troppo male. Poi sapendo della mia predilezione per l'anale, ha sempre commentato che l'anale per lei che porta la taglia s è come per una donna normale prendere un pene da 30 centimetri largo 6. E mi ha confidato che una volta che ha praticato l'anale in macchina con un collega, l'ha fatta svenire dal dolore e le ha provocato anche il vomito da quanto le è entrata dentro nella pancia. Daniela quando mi ha conosciuto lo ha subito detto a Silvana di avermi conosciuto e ci ha messo molta maldicenza contro di me, seccata del fatto che me la sono portata a letto una sola volta e non c'è più stata una seconda volta. sebbene lei mi avesse invitato a casa sua a prendere un drink e si fosse fatta trovare in minigonna e decisamente sensuale nei modi. Tanto che una sera che stavo a cena con Silvana mi ha portato a parlare della cosa, chiedendomi se conoscessi la sua amica Daniela. Io ho detto di si e non volevo entrare in altri particolari. Invece lei per stuzzicarmi ha incominciato a dire: ma come si fa a rimanere lì come un bamboccio, di fronte ad una donna in minigonna che non vede l'ora di andare a letto? Io subito: di che stati parlando Silvana? E lei: di quella volta che a casa di Daniela, ti sei defilato. Allora ho precisato che non sono rimasto impassibile, per poi darmela a gambe, anzi l'ho subito agguantata Daniela e me la stavo sodomizzando. E' stata Daniela che si è spaventata (e non ho precisato come la volta precedente che me l'ero fatta) a vedere il mio coso e si è defilata e pertanto dopo il drink me ne sono andato. A questo punto Silvana mi ha fatto una eccitantissima proposta: senti, se convinco Daniela a farselo fare in mia presenza, te la senti di fare la cosa in mia presenza? Ho risposto di getto: ma certo, pensa che bello, vedere te me lo fa diventare duro come l'acciaio, figurati se ci sarebbe pericolo che non riesco a mantenerlo duro e fallirei l'anale. Qualche giorno dopo mi sento telefonare da Silvana che mi dice di essere in casa della sua amica Daniela e che Daniela mi invita a prendere un altro drink per le ore 18,00. Non ci ho messo niente ad arrivare a casa di Daniela! Silvana benché sessantenne si era messa più sexi di Daniela, sempre in minigonna mozzafiato. Non abbiamo fatto tante chiacchiere è siamo andati subito in camera da letto. Daniela ha cominciato a farmi un poderoso pompino davanti a Silvanetta che guardava eccitatissima. La vasellina per ungere l'orifizio di Daniela la portava Silvana ed era di quella con l'anestetico. Col suo dito l'ha spalmata ben benino dentro l'ano di Daniela, aprendoglielo con 3 dita, per prepararla al rapporto anale. Gliela spalmava con cura mentre Daniela era intenta a farmi il pompino e io dovevo trattenermi a non eiaculare, perché le cosce di Silvana generosamente messe in vista da lei palesemente a beneficio della mia erezione e la situazione. mi stavano facendo esplodere. Quando sono passato dalla bocca all'ano Daniela ha urlato e ha pregato Silvana di farmi fermare. Cosa che per me era impossibile, in una situazione eccitantissima del genere: con una donna 60 enne che metteva in mostra tutto il meglio di se ed era rossa in faccia per una eccitazione ostentata e una 40 enne che ovviamente voleva essere inculata e come se voleva. Pertanto gli ho dato dentro con gusto infinito e che Daniela urlasse davanti a Silvana me lo faceva diventare durissimo e mi spingeva a darle colpi di reni sempre più energici, ma non volevo venire subito e mi fermavo, tendendo la mano di Silvana. A quel punto Silvana ha preso la palla al balzo: mettendo la cosa che stavo facendo troppo male a Daniela e che vedendola piangere non poteva non intervenire, fermandomi, mi ha urlato di fermarmi e di tirarlo via. Io ovviamente non volevo. Ma quando Silvana ha detto a Daniela che le avrebbe fatto vedere come Lei voleva verificare quanto fosse doloroso l'anale e ho capito che si sarebbe messa sotto Silvana, l'ho levato dall'ano di Daniela in men che non si dica. Daniela è rimasta sul letto a contorcersi e a piangere e Silvana si è messa giù girata mettendosi la pomata nel piccolo orifizio e abbondantemente dentro. Le sono entrato e non ha trattenuto un urlo disumano. Poi quando ho continuato si è data un contegno e mordeva la coperta del letto lacrimando abbondantemente. Dopo minuti di stantuffate e di colpi di reni è venuta con un orgasmo anale da paura, facendo uno squirting vaginale che ha inzuppato il letto. O forse ha urinato per il dolore. Io per l'idea che se la fosse fatta sotto per il dolore, ho eiaculato abbondantissimamente, come non mi era mai capitato. A cose fatte siamo andati tutti e 3 in cucina a bere e Daniela sembrava un po' contrariata che l'orgia organizzata a suo favore da Silvana, poi si fosse conclusa a beneficio della stessa Silvana. Tanto che Silvana deve essersi appartata con lei in camera a fare qualcosa di omosex con Daniela, per farla venire.
Dico questo, perché le ho vista tornare insieme dopo una decina di minuti e Daniela era distesa e non più irritata. Credo a questo punto che fossero amiche, l'una 40 enne e l'altra 60 enne, per fare del sesso insieme. Altrimenti non vedo altro motivo per cui dovessero frequentarsi e essere tanto intime da aver organizzato la cosa a 3 con me. Per la cronaca dopo questa occasione di sesso anale con Silvana, ho tentato un ri approccio sessuale, ma non ne ha voluto sentir parlare, dicendomi che quel pomeriggio a casa di Daniela si era eccitata oltremodo e si era lasciata andare. ma che aveva sentito un dolore assurdo da provare, che non riproverebbe per nulla al mondo. Mi ha proposto in alternativa ai rapporti vaginali o anali, entrami insopportabili per lei, dei rapporti orali. Da fare in macchina al ritorno dalle cene in pizzeria. Per pareggiare i conti, credo, una sera ha invitato anche Daniela, come terzo passeggero dietro in macchina. Ci siamo fermati dopo la cena e Silvana si è abbassata a farmi un rigatone - pompino, facendo della didattica a Daniela che da dietro guardava: spiegava come succhiare e come mettere la saliva per farlo scorrere ecc ... Poi ha invitato Daniela a venire lei davanti a finire il lavoretto e la sborrata l''ho fatta addosso a Daniela, mentre Silvana nel sedile dietro si masturbava godereccia nel guardare tutta la scena del pene che premeva e non entrava nella bocca di Daniela e la schizzata gliela ha fatta sul viso a Daniela, impiastrandola fino ai capelli. Commentando il tutto per concludere. devo dire che il sesso fatto in questo modo, a 3, con una donna più anziana, ma molto più sexi della 40 enne, per i modi sensuali inimmaginabili, è qualcosa di inimmaginabile, appunto. A ripensarci mi sento fremere dentro. E' paradisiaco! Non c'è paragone con la semplice scopata che uno può farsi con una donna, appartandosi in due.

Questo racconto di è stato letto 4 8 9 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone