Storie di uno stupratore professionista – Paola 12

Scritto da , il 2019-07-02, genere pulp

Storie di uno stupratore professionista – Paola 12

ATTENZIONE : QUESTO RACCONTO CONTIENE SCENE, DESCRIZIONI E RIFERIMENTI VIOLENTI. GLI EVENTI RAPPRESENTATI SONO RIGOROSAMENTE DI FANTASIA E NON RIFERITI AD EPISODI REALMENTE AVVENUTI PER CUI QUALUNQUE SOMIGLIANZA A PERSONE OD A FATTI VERIFICATISI NELLA REALTA' E' NON VOLUTA E PURAMENTE CASUALE. CHI SCRIVE NON INTENDE TURBARE NESSUNO E, PERTANTO, INVITA CHIUNQUE POSSA ESSERE IMPRESSIONABILE O SIA CONTRARIO A RACCONTI VIOLENTI DI NON PROSEGUIRE NELLA LETTURA. IL SADISMO ESPRESSO DA ALCUNI PERSONAGGI DELLA STORIA COSI' COME I LORO COMPORTAMENTI ABERRANTI NON SONO CONDONATI DA CHI SCRIVE E NON CORRISPONDONO AI SUOI GUSTI OD ALLE SUE TENDENZE.

Era stata brava la lasciai riposare sotto la doccia per un pò prima di sollevarla dalle mie ginocchia, chiudendo la doccia e asciugandoci entrambi. Rimase in piedi mentre la asciugavo, con la testa bassa, timorosa di incontrare i miei occhi.
 
Avevo ancora tempo e avevo ancora una partita da giocare con la giovane Paola.
 
Lasciando le sue braccia legate dietro la schiena, la riportai nella stanza dei suoi genitori, dove avevo notato uno specchio a figura intera. La feci inginocchiare di fronte allo specchio, allargandole le gambe con i miei piedi. Non appena fui soddisfatto del suo posizionamento, feci scivolare il mio corpo sotto il suo, la mia testa quasi toccava lo specchio, mi sistemai sul pavimento di legno duro freddo puntando il mio cazzo, di nuovo indurito dallo sfregamento delle sue chiappe, verso la sua fica deflorata.
 
"Paola è ora di mostrare che sei una piccola troia ubbidiente," dissi. "Ora fai impalati da sola sul mio cazzo con la fica."
 
Piagnucolò un pò, ma iniziò ad abbassare il ventre, allargando le ginocchia, abbassando il sedere e spingendo il pube in avanti, mentre io posizionavo il mio cazzo verso la sua figa. Lei gemette di nuovo quando la sua fessura gonfia incontrò la mia cappella e da sola, senza nessuna costrizione fisica, spinse in avanti la figa per impalarsi sul mio cazzo.

Sorrisi e dissi :
 
"Guardati allo specchio, troia, guarda la piccola troietta Paola arrapata nello specchio."
 
Sollevò la testa, i suoi occhi spenti si accesero sullo specchio, il suo corpo si muoveva automaticamente, Paola spinse avanti ed in basso il bacino e la sua fica arrapata e totalmente fradicia di secrezioni lentamente inghiottì il mio cazzo, la sua figa lubrificata scivolava giù sul mio cazzo con deliziosa lentezza mentre lei spontaneamente si impalava sul mio membro. Si fermò quando i nostri fianchi si incontrarono ed il mio cazzo la penetrava sino alla radice, guardando ancora cupamente lo specchio come comandato.
 
"Ora inizia a scopare Paola sono sicuro che ti piacerà."
 
Paola non aveva idea di cosa stesse facendo, ma i suoi fianchi iniziarono a muoversi su e giù e il mio cazzo scivolava dentro e fuori da quella fica stretta e lubrificata. Le misi le mani sui fianchi e iniziai a guidare i suoi movimenti, rendendoli più lenti e più lunghi, facendo scivolare i fianchi e torcendoli contro i miei nella sua spinta verso il basso, insegnando al suo corpo come muoversi per farmi piacere. Per venti lunghi minuti Paola scopò con il suo stupratore, il sudore le rendeva lucido il corpo mentre si muoveva meccanicamente su e giù per il mio cazzo, prima che l'ottusità lasciasse i suoi occhi per essere sostituita da qualcosa di simile all'orrore.
 
Lo avevo sentito prima di lei, notai il cambiamento nei suoi movimenti, il modo in cui le mie mani passarono dal guidarla sottilmente a riposarsi semplicemente sui suoi fianchi stretti, che avevano iniziato a spingersi e roteare con un'urgenza a lei sgradita, il suo respiro che lentamente si accendeva, un rossore aveva iniziato a stendersi sul viso e sul seno. Si fermò ancora immobile, inorridita da quello che stava provando, iniziando a guardarsi allo specchio con gli occhi spalancati.
 
Non so cosa abbia visto lì, ma io ho visto una dea del sesso adolescente, luccicante, con i capelli bagnati e arruffati, le labbra divaricate e umide, i seni lucidi di sudore che si sollevano, i capezzoli duri per la lussuria, le gambe allargate ai lati di un uomo, la sua fica aperta ad inghiottire il cazzo, divorandolo. L'ho afferrata per la vita e ho iniziato a spostarla di nuovo, assicurandomi di tenere ancora i suoi fianchi, finché lei non ricominciò a muoversi da sola.
 
Questa volta ci sono voluti solo pochi minuti prima che sentissi il suo corpo cedere, per iniziare a chiedere lo sperma che sapeva era lì per prendere in figa. Avevo iniziato a giocare con i suoi capezzoli, accarezzandoli dolcemente mentre si muoveva sopra di me e mungendole le tette. Il mio inguine era bagnato dal nostro sudore e dalla sua crescente eccitazione, i suoi occhi fissi sullo specchio. Per la prossima mezz'ora ha combattuto, cambiando i suoi movimenti ogni volta che sono diventati troppo rilassati, troppo naturali, troppo stimolanti. Rimasi in silenzio, lasciandola combattere il suo crescente bisogno, lasciandola giustificare il suo arrendersi e lasciare che il piacere la prendesse. 
 
Potrei dire quando cedette, i suoi fianchi si strusciarono con forza contro il mio, strisciando il clitoride tra di noi, la sua parte superiore del corpo si abbassò verso di me spingendo ancora di più i suoi seni nelle mie mani, la sua piccola lingua rosa che guizzava per inumidire le sue labbra mentre lei cominciava ad ansimare per la lussuria. Il mio cazzo, sepolto nel suo corpo snello, cavalcò con lei mentre la sua fica si comprimeva e si liberava, massaggiandomi sempre più vicino all'orgasmo. I suoi occhi avevano perso la concentrazione, erano rivolti verso l'interno, le sue sottili cosce si stringevano con forza contro il mio corpo, il suo inguine si era schiacciato contro il mio. Emise un grido di godimento, i suoi movimenti si fecero a scatti, non coordinati, il suo respiro aspro, mentre l'umidità mi inondava l'inguine con il suo orgasmo ed un ulteriore squirting. Fu un orgasmo lungo, devastante, liberatorio e pienamente desiderato.

Questo racconto di è stato letto 4 3 0 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti eroriciho scopato con mia suoceraraccontisexiracconti erotismoannunci 69 storiemilu dominazioneraccont pornoincesto gifracconti erotici in barcaracconti erotici di sessoraccont eroticia69 raccracconti erotici fetishstorie di sesso con la cognataraconti di sessoracconti erotici pissingstorie di tramplingstorie di adulticornuto feliceracconto massaggio eroticoracconti porno freeinculata da un vecchioracconti erotici neristorie di sesso gayracconti gay rumeniracconti veri sexschiavo gay raccontibdsm storieracconti erotivracconti pormoracconti erotici tra suocera e generoracconti sesso analeracconti porno in trenoracconti erotici erotici raccontiracconti animal sexstorie erotivheracconti erotici zioracconti storie eroticheracconti erotici in classeraccontimilu.comsauna raccontiracconti erotici saunanonna sega nonnoracconti con donne matureracconti sesso gratisracconti efoticiracconti cugineracconti erotici caniracconti erraccontti eroticistorie a treracconti di gang bangracconti di esibizionismoracconti zie troieracconti erosracconto erotico professoressanonna pompaerotici racvontiracconti sesso moglieschiava padroneraccomti eroticistorie scabroseracconti di mamme inculatedonne e animali xxxstorie sexracconti erotici pulpraccinti pornoraccoti pornoracconti dal dottorecornuti e guardonizoofilia raccontiracconti erotici baby sitterracconti pornpracconti eteroracconti picantivogliadipornostorie cornutoracconti hard gratuitiracconti ernonno incestoracconti porno di milustorie erotracconti erotricistorie di sesso italianoracconti sesso animaliracc0nti eroticiracc miluraconti picantiracconti erotici bull