La nuova vicina di casa 4a parte

Scritto da , il 2019-06-07, genere dominazione

.......era domenica e io non facevo altro che pensare a Titty quella grande troia a cui avevo sfondato il culo e lei aveva ricambiato con la stessa moneta sfondando il mio.
Il pomeriggio mia moglie mi fece capire che voleva scopare e approfittando che eravamo soli a casa perché i bimbi erano dalla nonna incominciai a fantasticare su ciò che avremmo potuto fare.
Lei mi disse "vado un po' a letto vieni"?? io gli risposi "avviati stò arrivando" quanto entrai in camera la vidi nuda distesa sul letto a pancia in giù,mi avvicinai e dolcemente iniziai ad accarezzarla, ma arrivato al culo lei si girò e disse "dietro no lo sai che mi fa male" io non insistetti più di tanto gli ficcai la lingua nella fica e iniziai a leccare e ciucciare il clitoide (a lei piaceva molto) poi mi prese in bocca la cappella e iniziò a giocarci leccandola e baciandola in fine lo prese tutto in bocca fino alla gola, ad un certo punto mi girai a 69 poi scesi con il cazzo fino alla sua fica ficcandolo dentro lei iniziò a godere e con una mano mi accarezzava le chiappe io mi dimenavo sperando che almeno con un dito si avvicinasse al buco del mio culo e così successe allora pesi la sua mano e la portai a toccarsi la fica che era tutta bagnata lei capì e acconsentì una volta bagnato prese il dito e cominciò ad accarezzarmi il buco del culo io già fremevo e non vedevo l'ora che arrivasse al dunque finalmente il dito si fermo sul buco e io le dissi "spingi dentro ma fa piano non vorrei che mi facessi male" ma pensavo a quel cetriolo che ci aveva ficcato Titty lei incominciò delicatamente e io facendo finta di sentire male avrei voluto che lo ficcasse tutto dentro ma lei si fermò subito visto il mio grado di eccitazione mi girai e la feci mettere a pecora (a lei piaceva ) dopo 10 minuti di sbattimento la sentii venire e in contemporanea le riempii la fica di sborra.
La mattina seguente andai a lavorare mi chiama Titty e mi dice che il giorno prima aveva sentito dei cigolii che provenivano dalla mia camera da letto e sembrava al quanto infastidita io gli risposi "senti troia non mi rompere il cazzo tu sei la mia puttana e se vuoi fai quello altrimenti puoi continuare a farti slinguare la fica da quel cornuto di tuo marito" lei scoppiò in lacrime ma non me ne fregava niente se voleva essere scopata da me doveva solo pensare a quanto la fottevo e chiusi il telefono, durante la giornata continuò a telefonarmi ma io non le risposi,allora mi mandò un sms con scritto "ciao ti prego perdonami ho deciso voglio essere la tua puttana e non mi permetterò mai più di avere da ridire su quello che fai con tua moglie" io contento gli risposi " a me una moglie basta mi servi solo come puttana allora ci vediamo dopodomani mattina al locale ti aspetto " .
la mattina dell'appuntamento lei arrivò io gli aprii la porta già con il cazzo duro e fuori dai pantaloni lei entrò e subito si mise in ginocchioe cominciò a spompinarmi ma quando si alzò e gli misi la mano trà le gambe trovai una brutta sorpresa AVEVA IL CICLO allora gli dissi ad alta voce "che cazzo sei venuta a fare?" lei dispiaciuta mi rispose " ho il culo libero e poi c'è anche il tuo possiamo giocare lostesso" io ancora più arrapato gli risposi "fai poprio schifo" poi la rimisi in ginocchio e lei riprese a spompinarmi mentre lo faceva mi sbottonò il pantalone e mi ficcò un dito nel culo,e un fiume di sborra gli riempì la bocca (pensare che quanto mia moglie aveva il ciclo non la potevo nemmeno sfiorare)lei dopo ingurgitato tutta la sperma che gli avevo versato in bocca mi prese per mano e andammo verso il divano aprì la borsa e disse" questa volta l'ho preso più grande vediamo se entra??" era enorme pensai "questa troia mi vuole sfondare" si tolse camicetta e regiseno e io mi spogliai completamente lei comincio ad accarezzare e leccarmi i capezzoli scendendo giù fino al cazzo poi mi disse "dai girati vediamo quanto sei sfondato"
mi sentivo eccitatissimo mi girai e lei con la sua lingua iniziò a esplorare il mio buco del culo,una sensazione stupenda il cazzo tornò al 100% di durezza e con un calmo movimento mi ficcò nel culo anche quel cetriolo che a me sembrava enorme i brividi di dolore e piacere mi esplosero su tutto il corpo stavo godendo come una troia,lei riprese a giocare con il mio culo e mi insultava "troia sei una troia rott'inculo sei una baldracca ti sfondo tutto" a me piaceva gli presi la testa con una mano e gli dissi "succhiami il cazzo bastarda "
adesso ero sfondato come una vera troia il culo mi bruciava il mio cazzo scoppiò di nuovo, lei tolse il cetriolo e mi ficco dentro il culo tutta la sborra che aveva in bocca e poi di nuovo il cetriolo..........continua

Questo racconto di è stato letto 4 0 6 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone