Finalmente il pissing - con l'acqua alla gola cap 2-

Scritto da , il 2019-05-23, genere pissing


Accontento i miei detrattori e in questo secondo capitolo tratterò la pioggia dorata.
Il racconto è frutto di fantasia quindi se non corrisponde alla realtà dei fatti o è esagerato il mio consiglio cari amici è quello di leggervi il sito del Corriere della Sera.

Dove eravamo rimasti ...Ah Si… la povera Giada non riusciva a trovare un bagno dove liberarsi, prese l’ascensore e andò al primo piano sperando di trovare finalmente ciò che cercava, arrivò tutta trafelata davanti al bagno delle donne ma lo trovò chiuso provo con più decisione ma la porta non voleva sapere di aprirsi, sentiva le cascate del Niagara dentro di se che premevano per uscire.
All’improvviso senti una mano posarsi sulla sua spalla si girò e vide il suo capo “Vieni Giada la pausa è finita” “Non posso” rispose con un filo di voce “come sarebbe a dire?” chiese l’uomo con voce autoritaria “Mi sto pisciando letteralmente sotto” disse la ragazza quasi in lacrime. “Vedi ragazza mia in questa azienda siamo molto severi quando si tratta di pausa con i nostri dipendenti” e aggiunse “Un quarto d’ora doveva essere più che sufficiente per sbrigare i tuoi bisogni” “C’era la fila al bagno non è stato possibile” “Niente scuse sarò costretto a punirti”
Giada rimase basita era tentata di mandarlo a fare in culo ma di quei tempi Dio solo lo sa quanto aveva faticato a trovare quel lavoro, inoltre era impaurita dall’autorità di quell’uomo “il suo capo” e ne era in grande soggezione.
Ora l’aveva afferrata per un braccio e la stava trascinando in sala riunioni lo seguiva come un automa non riusciva a porre resistenza sentiva le gocce di pipi bagnarle il tanga ma ormai non capiva più nulla.
Ora era in mezzo alla sala riunioni con tutti i suoi colleghi che la guardavano in silenzio si sentiva in grande imbarazzo la tensione venne spezzata dal “Capo” che disse “ Signori come sapete non tollero chi non rispetta le regole, per me la puntualità è importante” poi aggiunse guardando Giada dritto negli occhi “Sei qui con noi da poco quindi mi limiterò ad un semplice “lavata di capo”” disse ghignando.

All’improvviso la povera vescica di Giada cedette facendo un lago nel pavimento della sala riunione, era rossa di vergogna le veniva da piangere era da quando aveva cinque anni che non si pisciava sotto.

“Come hai osato sprecare il tuo prezioso nettare?” la riproverò il suo direttore “Mi scusi” disse con un filo di voce Giada ,dall’agitazione le gambe non le reggevano più e cadde in ginocchio. Il “Capo” si slaccio la patta dei pantaloni tirò fuori il suo arnese e inizio a pisciare in faccia alla poverina.

Giada era sempre più sgomenta non capiva cosa gli stava succedendo era oramai in trance non sapeva se stava sognando o era sveglia. “Mi dispiace mi costringi ad un punizione severa” ad un suo cenno gli altri colleghi si misero in fila indiana ed iniziarono a pisciarle in faccia , le sue colleghe ne avevano di più sembrava che anche loro non pisciassero da una vita.

La poverina si sentiva sempre più strana il fatto che le sue colleghe la usassero come gabinetto appoggiandogli il culo in faccia, urinandole addosso la faceva sentire umiliata ma allo stesso tempo eccitata, inizio ad aprire la bocca ed ad assaggiare il nettare dei suoi colleghi.

Piano piano cominciò a segare e ingoiare il cazzo dei suoi colleghi poi passo a leccare la figa delle colleghe era in estasi. “ Sembra quasi che tu sia nata per questo” le disse il suo capo con tono sprezzante e fece un cenno ai suoi sottoposti.

Uscirono tutti dalla sala lasciandola in ginocchio grondante di piscio sul pavimento il suo viso tradiva una grande eccitazione.

Si sentiva letteralmente con l'acqua alla gola

Questo racconto di è stato letto 5 7 2 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti hard bisexdonne che scopano con i cavalliano allargatosuocera raccontiracconti culo rottosignore arrapantile cosce di mia ziaporno racconti eroticiracconti erooticiracconti erotici e videoracconti di sesso realmente accadutiano slabbratostorie eroticistorie di pornoracconti sex 69storie erotiche cuginaracconto porno gratisracconti erotici maturaracconti sottomissione gayraccont incestoracconti porno analemio nonno mi scoparacconti erotici analracconti porno zoolesbicareracconti erotici zoofiliaracconti fetishdonna si scopa un cavalloscopate storieracconti incesto madre e figlioracconti eoriticracconti gay pornoracconti erotici con animaliracconti di bulltroia suocerastorie erotiracconti erotici freeracconti gay maturiracconti bdsmracconti di tradimentoho tradito mio marito all'addio al nubilatosesso racconti eroticiracconti hard con animaliracconto erotico sorellaraccontipo69 scambio coppiaracconti cockulderotici raccontracxonti eroticistorie vere eroticheracconti erotici zoofiliaracconti gay realiracconti erotici montagna69 it raccontisesso triomamma ingravidata dal figlioracconti cockoldmi sono scopato mia mammale storie di milùracconti erotici.comracconti guzzon 59racconti erotici erotici raccontiracconti feticismo piediracconti di clisteriti sborro dentrosi fotte la cuginaerotico raccontieroticiraccontiracconti trasgressioniraccontu eroticistorie erticheracconti erotici spogliatoio