Vacanza a casa

Scritto da , il 2019-05-12, genere orge

Ho una settimana vuota tra due impegni di lavoro così decido di tornare a Milano a rilassarmi un po’.
Ma la vita continua anche senza di me qui a casa il mio amico “il Generale” è andato a Rimini a trovare la sorella e Letizia impegnata con il suo negozio ha un po’ di tempo per me solo alla sera.
Pulisco un po’ casa dopotutto manco da 9 mesi e la polvere si è depositata su ogni cosa che non era coperta, ma mi stanco in fretta , c’è il sole scendo in box tolgo il telo alla mia Harley Davidson il tempo di attaccare la batteria e sono già in strada direzione montepenice , il club di biker dove sono iscritta ha li la sua sede.
Mi sono vestita sexy giubbotto di pelle , minigonna elasticizzata e stivali da moto , l’intimo come al solito non lo metto una cosa in meno da togliere .
Arrivo per l’ora del tè ma li preferiscono tutti la birra , il mio amico Vittorio esce da dietro il bancone del bar mi abbraccia e mi stampa un bacio con la lingua mi solleva la gonna e mi da due schiaffi sul culo è il suo modo per dirmi che è contento di vedermi, attraverso il salone con la gonna completamente alzata con fica e culo in bella mostra , sono un esibizionista Lo sapete.
Vittorio mi fa mettere a 90 sul bigliardo tira fuori il cazzo e mi dice, “ ti va”, certo, mi tolgo il giubbotto e la mia terza di tette è in bella mostra, arrivano altri ragazzi si prospetta una bella gang bang .
Un cazzo si fa strada nel mio culo un altro in bocca , mi sollevano come una bambola e ora ho un cazzo anche in fica , con la coda dell’occhio noto altri uomini che se lo menano aspettando che mi si liberi un buco per riempirmelo subito, non sarà un discorso da femminista ma avere una decina di cazzi che mi bramano mi fa sentire molto femmina e porca.
Dopo un ora sono tutti spompi tranne me che sono completamente ricoperta di sborra, una doccia veloce e mi siedo nuda ad un tavolino per un panino e una Coca-Cola , essendo un club privato posso girare nuda nessuno si lamenta anzi le palpate al culo o alle tette sono continue visto che per ora sono l’unica donna tra una trentina di uomini, altre socie arriveranno più tardi .
Letizia ignorando come ho passato il pomeriggio mi telefona per avvisarmi che ha organizzato un festino per la sera a casa sua con le sue amiche lesbiche , mi rivesto e in un attimo sono in moto direzione Milano, un oretta e sono sotto casa di Letizia , sono a casa solo per una settimana e ho intenzione di divertirmi al massimo , uomini donne la mia fica è a disposizione .
Fiderà ciao a dopo

Questo racconto di è stato letto 4 7 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone