Storie di uno stupratore professionista – Paola 2

Scritto da , il 2019-05-04, genere dominazione

Storie di uno stupratore professionista – Paola 2

La portai velocemente sul divano e la buttai giù, forte, con il respiro che le usciva mentre rimbalzava contro i cuscini. Prima che lei potesse girarsi, io ero inginocchiato, la mia mano che le stringeva i capelli vicino alla testa, tirando indietro la testa, costringendo i suoi occhi a concentrarsi sul coltello che tenevo proprio davanti al suo sguardo.

"Stai zitta!"

I suoi occhi si spalancarono, la paura li riempì, e il suo respiro divenne corto ansimante, il suo intero corpo tremava sotto le scariche di adrenalina. Smise di lottare, restando immobile, gli occhi fissi sul coltello.

"In piedi!"

La feci alzare, girandola in modo che la sua schiena fosse verso di me, le mie dita strette attorno al suo braccio, tenendola contro il mio corpo, l'altra mano che teneva il coltello sul suo collo (il lato non affilato premeva contro la sua carne dato che non voglio eventuali incidenti).

"Di sopra."

La guidai al piano di sopra e nella sua stanza. Era importante essere nella sua stanza, nel posto in cui si era sempre sentita più sicura, dove poteva sempre andare per sfuggire al mondo. Il mio lavoro non era solo quello di stuprare questa bella ragazza, ma di riempirla di tale vergogna e disgusto di se stessa da distruggere ogni senso di sé che aveva, di modo che sarebbe stata poi facile preda per il suo patrigno.

Potevo sentire la sua apprensione e la sua paura crescere mentre chiudevo la porta dietro di noi. La spinsi sul letto, rinfoderando il mio coltello mentre si voltava rapidamente, appollaiata sul bordo del letto, il suo corpo tremante, le braccia sul petto, le labbra tremanti.

"Coopera e starai bene, non farlo e morirai", dissi, rendendo le cose chiare e semplici.

La sua lingua si leccò rapidamente le labbra e lei iniziò a supplicare "Per favore, per favore ..."

Un passo, e prima che lei potesse reagire, la mia mano era intorno al suo collo e lei era supina sul letto, le sue gambe pendevano dall'estremità, il mio ginocchio tra le sue cosce, spingendole contro l'inguine. Cominciai a stringere, il terrore torceva la sua faccia mentre lei lottava per respirare, le sue mani mi stringevano i polsi in un debole tentativo di spostarmi, il suo corpo si contorceva lentamente nel panico.

"Stai zitta!" le ringhiai con la mia faccia a pochi centimetri dalla sua. "Parli quando voglio che tu parli, capisci?" Rilasciai la pressione sul suo collo, e lei inspirò profondamente, con un cenno spaventato che mostrava di aver sentito e compreso.

Questo racconto di è stato letto 9 5 4 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


storie erotiche vissuteracconti di zoccoleerotic raccontierotci raccontiracconti sadomaso gaystorie di adultiracconti erotici pissingracconti piccantissimiconti eroticimia cugina vanessaporn raccontiracconti porno mia cognataracconti erotici iniziazionestorie per masturbarsiracconti e storie eroticheracvonti pornoracconti erotici padre figliostorie hot gratisdonne montate da animalisupertroiastorie miluracconti di sesso gratisracconti.eroticiracconti eros milustorie erotiche amatoriali69 raccontiracconti di sesso con animalierotivi raccontimilùraccontistorie poenoracconti hot gratisracconti di sesso con superdotatimariti cornuti raccontitacconti eroticiracconti storie erotichevideo racconti gaystorie di sesso incestoraccontincestoprima esperienza con transstorie hard gratisstorie di sesso in famigliacrociere eroticheeroyici raccontierotici racclesbiche raccontiracconti inceatoraccoti eroticiracconto porno gratisraccont 69porno gay tra cuginiinculata per scommessaraconti di miluracconti erotici cuckoldraccontierotici.itmi chiavo mia mammaracconti porno freeannunci racconti 69racconti porno incestiracconti erotici gloryholeracconti incetoincesti nonneracconti erotici ufficiorscconti eroticiracconti ertoticiracconto lesbicoracconti di sogni eroticierotici racconriracconti erotcirac eroticiracconti eroticaadulti69racconti erotici piediraccconti porno