Professoressa 5

Scritto da , il 2019-04-25, genere prime esperienze

Il ritorno a casa è silenzioso nessuno parla guardo Franco che rimane con la testa bassa.
Arrivati a casa mi infilo subito sotto la doccia per levarmi i residui di sborra ancora attaccati,finito e asciugata vado in camera dove Franco e seduto sul letto.
“Allora adesso mi spieghi tutto vero??”
“Ma cara cosa ti debbo spiegare io ti voglio bene e basta,l’ho fatto per far piacere a te”
“Senti piccolo stronzo pigliare un cazzo in bocca e spompinarlo da meraviglia e poi prenderlo nel culo con evidente piacere cosa vuol dire????e mentre ti inculano ti meni anche quel cazzetto per venirti in mano dillo cretino dillo che sei un frocio altro che amore copertura per coprire le tue maialate è verooooo????”
Sono incazzata e quel scemo non ribatte allora lo piglio
“Vieni in bagno stronzo da oggi sarai il mio servo spogliati,fammi vedere quel vermicello che hai in mezzo alle gambe,uhhh che schifo,in ginocchio e apri la bocca hai sete??benissimo adesso bevi!!!!”
Mi apro le labbra della figa e inizio a pisciargli in bocca e lui invece di schifarsi beve e lecca e con la mano và subito al cazzetto e lo mena
“sei veramente un porco,non meriti niente adesso mi racconti tutto e domani andrò a prenderti un cazzo asinino in qualche sexy shop per sfondarti quel culo ormai slabbrato dai maiale vieni e nudo voglio che mi racconti come sei diventato checca”
Tutto mogio inizia a dirmi che già molto tempo fa quando era alle scuole superiori un suo zio aveva iniziato a menargli il cazzo e poco dopo gli aveva tirato fuori il suo e lo aveva obbligato a fargli una sega.
Dalla sega al pompino il passo fù rapido ma a dire il vero iniziava a piacergli e ogni momento era buono per prender il cazzo in bocca.
Per sverginargli il culo lo zio una sera lo porta in macchina a casa sua,entrano e non sono soli c’è una donna che con un sorriso inizia a accarezzarlo e si fa palpare le tette,lo zio invece è seduto sulla sedia con il cazzo in mano e si stà segando,mentre mi accarezza e mi bacia mi piglia una mano e la appoggia sulle mutandine e con enorme sorpresa non sento i peli di una figa ma sento chiaramente un cazzo,era un trans.
A farla breve si spoglia e prendendomi la testa mi fa ingoiare il cazzo mentre lo zio la spinge a farmi di tutto,è proprio lui che mi denuda e inizia a solleticarmi il culo e per finire con un dito inizia a lubrificarmi dentro,insomma poco dopo ho il cazzo dello zio in bocca e il cazzo della trans che spinge per entrare,cosa che avviene e mi ritrovo il culo pieno,invece di urlare dal dolore inizia subito a piacermi e così ricevo la prima sborrata nel culo,da allora ogni momento è buono per ricevere cazzi nel culo.
“Cazzo che maiale!!!pure con una trans e allora se ti piace il culo perché mi hai sposata??”
“Ma cara era solo per la gente e devi ammettere che con quel cazzetto che mi trovo come potrei farti felice!come vedi tu puoi farti tutti e io mi faccio inculare da chi voglio sei d’accordo??”
“Adesso me lo dici???sei proprio un maiale all’ennesima potenza ma sai cosa ti dico!ti fai i trans!bene dato che una donna con il cazzo non l’ho mai vista ne provata domani sera esci e mi porti una figa con sotto un bel tarello così ti faccio inculare e la voglio anch’io capito stronzetto!!!!adesso fila a dormire e se vuoi menati quel cazzetto ma con me hai chiuso,seghe e basta e se vorrò al massimo ti farò bere la mia piscia e mi leccherai figa e culo quando te lo dirò io fila via!!!”
Franco dopo la sfuriata fila a letto ma io non sono soddisfatta,al solo pensiero di una donna con il cazzo mi fa mettere la mano nella figa e così mi sparo l’ennesimo ditalino anche se ho goduto all’infinito a casa di Chiara.
La mattina Franco esce per andare al lavoro e io al PC inizio a cercare siti dove fanno vedere trans,in poco tempo vedo scene pazzesche,donne con dei cazzi da paura incularsi fino a urlare ma ci sono anche donne che si fanno sfondare da donne cazzute,non mi tocco ma ho la figa in un lago solo a vedere questi mezzi uomini incularsi e farsi inculare,non resisto e vado in cucina per il mio divertimento solitario,mi caccio una zucchina nel culo è talmente la voglia che invece di fermarla la spingo e la sento infilarsi tutta nelle budella e anche spingendo non riesco a estrarla,sono nel panico,non so cosa fare e mi viene in mente di telefonare a Chiara dicendole di venire a casa che ho un grosso problema e riesco a spiegarle cosa mi è successo.
Arriva e mi trova già nuda con dolori di pancia terribili.
“Cazzo Anna adesso speriamo di levarti questa sberla di zucchina dal culo altrimenti dobbiamo andare in ospedale dai mettiti a carponi che inizio a lubrificarti”
Piglia la bottiglia dell’olio e la infila nel culo aperta,sento il liquido colarmi nelle viscere ma mi dice di aspettare,dalla borsa piglia uno strumento strano
“Tranquilla è un divaricatore di figa ma credo che funzioni anche come divaricatore di culo,spero di vedere la zucchina dilatandoti il culo al massimo”
Mi infila lo strumento nel culo e inizia a divaricarmi
“Cazzoooo Chiara!!!!!!fai piano mi sento spalancata uhhhh pianooooo che dolore bastaaaa!!!”
“Stai ferma non muoverti dai ancora uno sforzo ahhhh la vedo immobile adesso provo a tirarla fuori e tu spingi con per andare al cesso ecco così brava daiiiii”
Anch’io sento la zucchina muoversi e con un dolore tremendo spingo con tutte le mie forze
“Siiiii si è mossa dai viene in avanti spingi amore spingi quasi riesco a prenderla con il dito uhhh non riesco devo aprirti ancora un po’ il culo”
“Nooooo pietà lo sento spaccato ho un male terribile noooooo bastaaaaa”
Chiara mi apre ulteriormente il culo e mi sento quasi svenire dal dolore delle viscere
“Siiii adesso riesco a metterti le dita dentro siiii l’ho presa dai cara spingi come se fossi stitica daiiiiii ecco stà uscendo ma è enorme Anna ma cosa ti sei cacciata nel culo,una zucchina da cavallo ahhhh dai è furi tutta l’ultimo sforzo siiiii è fuori cara il tuo culo è libero vai subito in bagno ti stà uscendo tutto aspetta che ti levo il divaricatore”
Mi sento libera ma sento uscire roba e così mi metto una mano sul culo e volo in bagno e mi libero di tutto,mentre sono in bagno arriva Chiara che inizia a baciarmi e a palparmi le tette
“Allora porcella adesso mi spieghi la zucchina spinta nel culo non è da te fare queste cose come mai???”tieni leccami le tette a vederti nuda e in quelle condizioni sono venuta senza toccarmi adesso sistemati,dopo controlleremo il tuo povero culo e poi mi racconterai tutto”
Dopo essermi svuotata mi lavo e controllo il culo,brucia e fa male spero migliori nel tempo e così nuda vado in sala dove Chiara mi aspetta con una mano nella figa e una che accarezza le tette
“Anna dai vieni qui ho voglia di baciarti e leccarti tutta ma prima fammi vedere il culo,uhhhh è rosso e dilatato adesso lo riempio di crema anti rossore e vedrai che in pochi giorni sarai pronta a ricevere i tuoi bei cazzoni,ma adesso dimmi perché ti sei ridotta in quel modo”
Mentre la accarezzo,bacio e lecco le tette le racconto di quel maiale di Franco che oltre a uomini si fa pure inculare dai trans,Chiara non capisce bene cosa sono
“Ma scusa cosa vuoi dire sono donne con il cazzo ma non è possibile”
“Ma no stupidina sono uomini che si sono trasformati in donne con tette e corpi da donna ma sotto hanno il cazzo capisci!! E questa sera ho detto a Franco che ne voglio vedere una e forse anche a farmi chiavare”
“Scusa e allora ti sbatti una che non ho mai provato e lo fai da sola non mi muovo da qui voglio esserci anch’io dai telefona a Franco e avvisalo sbrigati altrimenti ti metto ancora nel culo il divaricatore”
Sempre nuda mi attacco al telefono e praticamente ordino a Franco di portare un trans che c’è anche la mia amica Chiara e che lo vogliamo vedere all’opera con noi e forse anche con lui,lo convinco e così aspettiamo e nel mentre la mia amica mi massaggia il culo
“Mamma mia Anna hai un culo che può prendere il cazzo di un cavallo ti massaggio per far riprendere la muscolatura sperando si chiuda un po’”
A furia di massaggi sento che il culo sta riprendendo l’elasticità persa dallo sfondamento,in ogni caso passiamo il pomeriggio in camera a vedere sul PC tutti i famosi trans che si sfondano e sfondano culi e qualche volta anche con le donne.
Arriva sera ci rivestiamo e siamo in attesa di Franco con il nostro trans e finalmente suonano alla porta vado a aprire e quasi mi viene un colpo oltre a Franco davanti a me c’è una donna di colore meravigliosa,alta e con un viso da femmina fatale
“Cazzo Franco ma sei scemo ti avevo detto un trans non una donna e per di più bellissima”
“cara ma sono io quella che aspetti sono un trans non ti piaccio???”
Dicendomi così si avvicina e mi infila la lingua in bocca e mi accarezza le tette mentre mi piglia una mano e la appoggia su di se e sento immediatamente un cazzo floscio ma di notevoli dimensioni.


Questo racconto di è stato letto 4 2 9 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone