Non sono una Santa, sono una troia

Scritto da , il 2016-09-04, genere tradimenti

Sono una ragazza romana di 28 anni, non altissima e formosa con una 6 di seno ..fidanzata da 8 anni con un pugliese...la mia vita sessuale con il mio lui è molto soddisfacente...e lui molto dotato... ma sentendomi ultimamente trascurata un giorno mi è venuta la voglia di tradirlo con un ragazzo conosciuto su internet che voleva scoparmi già da tempo..forse per il gusto di avere un amante,o forse perché mi piacciono i cazzi... Ci accordiamo per uscire ,arriva la serata tanto attesa, arrivo e lui mi aspetta in macchina, scende e ci salutiamo. Lui è un ragazzo carino,non altissimo e robusto..Salgo in macchina e andiamo a fare una passeggiata al lago parliamo di tutto...si ride e si scherza poi ci fermiamo e lui mi tira a se e mi bacia, la sua lingua si intrufola nella mia bocca, io ricambio.. mi avvicino più a lui, la mia mano sfiora li dove sta il suo cazzo sento che si sta indurendo, intanto la mia figa si sta bagnando mi sta venendo una voglia assurda.. siccome che non siamo soli decidiamo di cambiare posto..prendiamo la macchina e ci avviamo in un campo.. ovviamente anche a lui è salita la voglia. Parcheggia si gira verso di me e comincia a baciarmi, poi mi bacia il collo, mi tocca la coscia, io rimango ferma lo lascio fare, lo bacio ma non lo tocco..mette una mano dentro alla maglietta arrivando piano al reggiseno, lo scosta e comincia a toccarmi i capezzoli ormai duri, gemo, la mia mano scivola sul suo cazzo e comincio a massaggiarlo.. si sta indurendo per bene.. con l altra mano va giù verso la mia figa entra dentro le mie mutandine, con il medio comincia a toccarmi il clito e poi arriva sul buco per bagnarsi il dito dei miei umori visto che sono bagnatissima... Slaccio la sua cinta e i pantaloni e tiro fuori il suo cazzo ( è un Po piccolino penso... speravo fosse più grosso...ma mi accontento... ) lo prendo in mano e comincio a segarlo, ha la cappella bagnatissima,infatti mi si sta bagnando il palmo della mano..allora passo il mio pollice sulla sua cappella e lo massaggio così la bagno per bene...poi mi chiede -ti va di farlo?-...io rispondo - ovvio che si! Metti il preservativo!- Scendo dalla macchina..lui mette il preservativo e scende a sua volta...mi abbasso bene i pantacollant e mi metto a 90 sul cofano inarco bene la schiena per facilitare la penetrazione , viene dietro di me e me lo infila in un colpo, mi prende dai fianchi e comincia a scoparmi,prima piano poi da colpi decisi, sento le palle sbattere sulla mia figa ,sto godendo..allunga una mano per strizzarmi un capezzolo, lo sento ansimare per la goduria... si avvicina e mi bacia il collo io godo di più, stringo i muscoli della figa ,aumenta il ritmo mi stringe ancora di più i fianchi e mi dice - sto per arrivare cazzo!- allora gli dico - quando stai per arrivare fai uscire il cazzo che voglio vedere la sborra che schizza nel preservativo- e cosi lui obbedisce lo tira fuori un istante prima di arrivare. .io mi giro e vedo la sborra che riempie il preservativo..mentre il cazzo si ammoscia si toglie il preservativo e me lo da..io lo prendo e me lo svuoto in bocca succhiando fino all ultima goccia...leccandomi in fine le labbra... sono soddisfatta anche se non ha un cazzone mi ha fatto divertire lo stesso..rimaniamo a parlare li seduti per terra ancora un Po, poi di punto in bianco dico - scommetto che non riesci sborrare un altra volta!!- lui - scommetti che è già duro? - ed io - dai fammi vedere! - lui si slaccia i pantaloni e lo tira fuori in effetti è duro..è di nuovo pronto a scopare...io invece lo voglio nella mia bocca, mi avvicino al suo cazzo lo prendo in mano e comincio a segarlo, vedo la sua cappella ancora una volta bagnata non resisto a quel liquido trasparente e succoso, automaticamente la mia lingua lo raccoglie, mi piace da impazzire e comincio a spompinarlo per bene..mi concentro a succhiare la cappella mentre massaggio le palle, la mia bocca va più giù la punta del suo cazzo arriva alle tonsille..lui sta godendo gli piace così tanto che mi spinge la testa sempre più giù tanto da farmi rimanere senza respiro..sto bagnando tutto il suo cazzo con la mia saliva,lo eccita da morire.infila la sua mano nelle mutande e mi fa un ditalino,comincio a godere, più godo e più spompino veloce, alterno seghe a pompe,sempre più veloce finché non sento il suo corpo irrigidirsi e il suo cazzo battete, sta riempiendo la bocca di sborra calda. Non ingoio, mi tolgo la maglia e il reggiseno e me la spunto sulle tette, gli dico - vieni qui con il tuo cazzo e spalmamela sui capezzoli- si appresta a farlo è una goduria sentire il suo cazzo ancora duro che spalma la sborra sui miei capezzoloni duri.. io intanto mi spalmo la sborra con le mano leccandomi ogni tanto le dita. Ci sistemiamo e andiamo via..lo saluto e appena scendo dalla macchina penso altro che Santa sono una gran troia...

Questo racconto di è stato letto 9 5 7 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone