Suor Maria, sodomia e blasfemia

Scritto da , il 2016-06-08, genere zoofilia

La prima volta che incontrai suor Maria stava accovacciata, con la sottana tirata su e la fica bagnata al vento, a spompinare un bassotto al quale aveva messo una corona di spine e una specie di tunica bianca a un bassotto.
Ma un bassotto bassotto, non un nano, un ometto, un tizio basso ma proprio a uno di quei cani scherzi della natura, con quelle zampette a forma di grattaculo -così brutte che faresti un favore a sopprimerli (alla faccia degli animalisti!)- e il corpo a forma di wurstel peloso.
Ah i wurstel, suor Maria ne era appassionata. Era appassionata in verità a tutti gli oggetti in generale, a tutte le forme, le consistenze, le texture, l’unico requisito che doveva avere un oggetto per piacerle era che potesse infilarselo nella fica. O nel culo naturalmente.
Io ero sbronzo da fare schifo, arrivo e mi ritrovo questo culone sodo e bianco all’aria e un buchino di culo stretto stretto e rosa con tutte le rughette attorno al buchino che disegnavano una rosellina. La rosellina del buco del culo.
Bè potete immaginare che la prima cosa che è ho fatto è stata calarmi le braghe sputarmi sul cazzo una, due, tre volte, e una volta che la mia verga era zuppa e sbavata gliela ho ficcata nel culo.
Quella maiala fece un verso gutturale di quel misto di godimento e dolore (dolore che si trasforma in piacere che ti fa girare gli occhi indietro e te li fa diventare bianchi) e nemmeno girò il capo per vedere che la stesse inculando. Pensava solo a godere e poco gliene importava di chi fosse quel cazzo.
Ci tengo a ricordare che quella troia stava ancora a succhiarlo al cane quindi la scena vista da fuori era pressa a poco questa: lei comincia a gemere come una maiala e a spompinare con ancora più vigore il bassotto che comincia guaire più di lei e comincia a scuotersi preso da degli spasmi canini.
Io continuo a pompare sue e giù e godo, vedo la carne delle sue chiappone bianche che ondeggia sotto le spinte del mio bacino, le urla dal piacere e il cane continua a guaire.
Allungo le mani e le palpo le tette che però stanno strette in quella schifosa tonaca nera, gliela strappo all’altezza del petto facendo saltare via i bottoni e due mammelle mastodontiche scendono giù traballanti come quelle di una vacca al galoppo.
Con pollice e indice le torco i capezzoli, questa continua a godere, capisco che vorrebbe sgrillettarsi con una mano ma deve tenere fermo il bassotto che per il troppo godimento sguiscerebbe via. Allora la tocco io là, piano piano però, cioè me la inculo come un barbaro e la tocco come un pittore di ceramiche. Mi accorgo che è zuppa e che il succo di fica è colato sulle mie gambe e le scarpe, c’è proprio una pozzetta viscosa per ter terra.
A quella visione mi riattacco con entrambe le mani alle pere sballonzolanti e il mio cazzo ancora nel suo retto si contrae in uno spasmo di puro piacere e si ingrossa fin quasi a scoppiarle nel di dietro: le sborro nel culo.
In quel momento pure il cane viene lanciando un guaito acuto che è quasi un latrato, ansima la bestia e mugugna.
Suor Maria con il culo ancora gocciolante il mio seme si alza, e con la bocca tutta sborrata di cane e fa per baciarmi. Un fiotto di sperma canino le cola lungo il mento e io non ci penso due volte: la prendo per le spalle e di forza la rigiro mettendola a pecora, le succhio via dall’ano il mio sperma poi la rigiro e le lecco il mento per poi infilarle la mia lingua in bocca.
E là, fra le nostre fauci, il seme dell’uomo e dell’animale si mescolavano com’era in principio quando l’umanità viveva con la natura e l’orgasmo e il piacere restavano dei misteri che gli dei ci invidiavano.

Questo racconto di è stato letto 2 5 1 6 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconto porno gratisincesti racconti verii generi racconti eroticiracconti pornpanimalsessoraccoti eroticiracconti erotici castrazioneracc sessracconti cuckguzzon 59non ce cosa piu divina che scoparsi la cuginascanbio coppieracconti eroticheracconti porno donne matureracconti sroticistirie eroticheraccnti eroticiracconto bondageracconti fetishracconti di sesso con animaliracconti:eroticiracconti di una schiavarapporti eroticircconti eroticierotoci raccontiracconti marito cuckoldstorie pornpstorie hard gratisracconti padrona schiavoracconti di sesso con donne matureracconti sul sessositi erotici italianisexi raccontiracconti erotici 69 itracconti tradimenti mogliblog racconti pornoprofessoressa zoccolastorie di sesso vereracconti erotici stuproracco ti eroticiracconti di sesso in trenoracconti porno al mareracconti erotivracconti stupro gayla prima volta nel culo raccontiracconti eros incestierotici racconti miluracconto lesbicheracconti io miluracconti pornograficoracconti erotocoracconti erotici donne incinteraccinti pornovisita ginecologica eroticadonne che scopano con cavalloracconti erotici di ragazzeracconti porno scritti da donneracconti sesso incestiio miluracconti porno incestoracconti hatdannunci69 racconti eroticiraccomti eroticiracconti veri di tradimenti coniugalifumetti incestiracconti incesti in famigliawww.racconti-erotici.itracconti wroticiracconti erottacconti eroticiracconti/eroticiracconti roticiracvonti eroticia 69 racconti eroticidonna che scopa con cavalloracconto cuckold